Capitolo 16 del Apocalisse Climax il libro tratta Apocalisse 6: 1-17 che rivela i quattro cavalieri dell'Apocalisse e si dice che abbia il suo adempimento "dal 1914 fino alla distruzione di questo sistema di cose". (rif p. 89, intestazione)
Il primo cavaliere è descritto in Apocalisse 2: 6 così:

“E ho visto e, guarda! un cavallo bianco; e quello seduto su di esso aveva un arco; e gli fu data una corona, ed egli uscì conquistando e per completare la sua conquista. "

Il paragrafo 4 afferma: “Giovanni lo vede [Gesù Cristo] in cielo nel momento storico in 1914 quando Geova dichiara:“ Anch'io ho installato il mio re ”e gli dice che questo è per lo scopo“ che posso dare nazioni come eredità. (Salmo 2: 6-8) "
Questo Salmo mostra davvero che Gesù fu insediato come re nel 1914? No. Ci arriviamo solo perché abbiamo una convinzione preesistente che il 1914 sia quando Gesù fu intronizzato in cielo. Tuttavia, siamo arrivati ​​a vedere che ci sono serie sfide a quella particolare convinzione dottrinale. Se desideri esaminare questi problemi, ti rimandiamo a questo post.
Il secondo Salmo ci dà in qualche modo qualche indicazione su quando questo cavaliere esce? Ebbene, il versetto 1 di quel Salmo descrive le nazioni come in tumulto.

(Salmo 2: 1)? Perché le nazioni sono state in tumulto E gli stessi gruppi nazionali hanno continuato a mormorare una cosa vuota?

Ciò si adatta alla prima guerra mondiale, ma poi si adatta anche alla seconda guerra mondiale, o la guerra del 1812 per quella materia, quella che alcuni storici chiamano la vera prima guerra mondiale. In ogni caso, quella che chiamiamo prima guerra mondiale non è unica per quanto riguarda le nazioni in tumulto, quindi non possiamo usarla per dire in modo definitivo che il cavaliere sul cavallo bianco iniziò il suo galoppo nel 1914. Guardiamo quindi al versetto 2 dello stesso Salmo che descrive i re della terra che prendono posizione contro Geova e il suo unto.

(Salmo 2: 2)  I re della terra prendono la loro posizione e gli stessi alti funzionari si sono riuniti insieme come uno contro Geova e contro il suo unto,

Non sembra esserci alcuna prova che le nazioni della terra si schierassero contro Geova nel 1914. Potremmo guardare al 1918, quando gli 8 membri del personale della sede centrale di New York furono imprigionati, ma anche questo non è riuscito ad adempiere questo tempo di profezia -saggio. Primo, ciò accadde nel 1918, non nel 1914. Secondo, solo gli Stati Uniti furono coinvolti in quella persecuzione, non le nazioni della terra.
Il versetto 3 sembra indicare che lo scopo di questa presa di posizione contro Geova e il suo re unto è di liberarsi dai suoi legami. In qualche modo si sentono limitati da Dio.

(Salmo 2: 3)  [Dicendo:] "Facciamo a pezzi le loro bande e gettiamo via le loro corde da noi!"

Questo suona certamente come un grido di guerra. Ancora una volta, durante qualsiasi guerra combattuta negli ultimi 200 anni, le nazioni si sono preoccupate di sconfiggere l'un l'altra, non Dio. In effetti, invece di combattere contro Dio, implorano costantemente il Suo aiuto nella loro guerra; tutt'altro che "strappare le sue fasce e gettare via le sue corde". (Ci si chiede a quali "lacci e corde" si riferiscano qui le nazioni? Potrebbe riferirsi al controllo che la religione ha imposto ai re della terra? In tal caso, si potrebbe parlare dell'attacco lanciato dalle nazioni della terra su Babilonia la Grande. Quell'attacco includerebbe il popolo di Dio che viene salvato solo grazie alla Sua riduzione dei giorni. - Mat. 24:22)
In ogni caso, nulla di ciò che è accaduto in 1914 si adatta allo scenario che Ps. 2: vernici 3. Lo stesso vale per ciò che è descritto nei versi 4 e 5.

(Salmo 2: 4, 5) Lo stesso Colui che siede nei cieli riderà; Geova stesso li deriderà. 5 In quel momento parlerà loro nella sua ira e nel suo caldo dispiacere li turberà,

Geova stava ridendo delle nazioni in 1914? Stava parlando con loro nella sua rabbia? Li stava disturbando nel suo caldo dispiacere? Si potrebbe pensare che quando Geova parla alle nazioni con rabbia e le disturba mentre è dispiaciuto del fatto che non rimarrebbe molto altro delle nazioni. Assolutamente nulla è accaduto in 1914, né negli anni seguenti, per indicare che Geova si rivolse alle nazioni della terra in questo modo. Si potrebbe pensare che un'azione simile da parte di Dio lascerebbe tracce rivelatrici - cose come fumo e fuoco e grandi crateri sulla terra.
Ma alcuni potrebbero ribattere: "I versi 6 e 7 non indicano l'intronizzazione del re messianico di Dio?"

(Salmo 2: 6, 7)  [Dicendo:] "Io, anche io, ho installato il mio re su Sion, il mio monte santo". 7 Lasciatemi fare riferimento al decreto di Geova; Mi ha detto: “Tu sei mio figlio; Io, oggi, sono diventato tuo padre.

In effetti si riferiscono a questo. Tuttavia, si riferiscono al 1914 come al tempo che si è verificato? Qui viene mostrato Geova che parla al passato perfetto. Questa azione è già avvenuta. Quando è stato che Dio ha detto: “Tu sei mio figlio; Io, oggi, sono diventato tuo padre. ”? Era il 33 EV Quando installò Gesù come Re? Secondo Colossesi 1:13, ciò si verificò nell'1st secolo. Riconosciamo questo fatto nelle nostre pubblicazioni. (w02 10/1 p. 18; w95 10/15 p. 20 par. 14) È vero, crediamo che fosse l'unico regno sui cristiani e che non gli fosse ancora stata concessa l'autorità sulle nazioni del mondo. Dobbiamo crederlo perché la nostra fede nel 1914 come l'inizio del governo messianico di Cristo lo richiede. Tuttavia, questo non spiega le sue parole a Mat. 28:18, "Tutta l'autorità mi è stato concesso in cielo e sulla terra. ”Non sembra esserci nulla di subordinato a questa affermazione. Avere autorità e scegliere di esercitarlo sono due cose molto diverse. Come figlio obbediente che non fa nulla di propria iniziativa, eserciterebbe la sua autorità solo quando suo padre gli disse che era tempo di farlo. - John 8: 28
Quindi si può fare una valida argomentazione per comprendere Salmo 2: 6, 7 in riferimento agli eventi che hanno avuto luogo durante l'1st secolo.
Quel Salmo 2: 1-9 non si riferisce al 1914 ma piuttosto a una data futura è indicato dai versetti finali che parlano di Gesù che spezzò le nazioni con uno scettro di ferro e le fece a pezzi come se fossero vasi di vasaio. I riferimenti incrociati a questi versetti indicano Apocalisse 2:27; 12: 5; 19:15 che si riferiscono tutti al tempo di Armaghedon.
Tuttavia, il contesto di questa visione indica che si verifica prima della fine del sistema di cose. Non ci dice in che anno inizia non più della grande profezia di Gesù su Matteo 24: 3-31 ci dice in che anno sarebbero iniziati gli ultimi giorni. Sappiamo solo che l'ingresso del cavaliere sul cavallo bianco si accompagna ad altri tre cavalli i cui cavalieri simboleggiano la presenza di guerra, carestia, pestilenza e morte. Quindi sembra che il cavaliere del cavallo bianco salti avanti o prima dell'inizio del periodo che segna gli ultimi giorni.
Abbastanza giusto, ma la corona che gli è stata data non indica l'intronizzazione? Non indica che è stato installato come re messianico? Forse sarebbe se ci fossero altri versi corroboranti per indicare che Gesù sarebbe stato installato come re messianico all'inizio degli ultimi giorni. Tuttavia, non ci sono tali versetti nella Bibbia.
C'è anche la fraseologia che è strana se consideriamo questa un'immagine della sua installazione come re. Quando un re viene unto e insediato, c'è una cerimonia di incoronazione. A un re non viene data una corona come si farebbe con un bastone. Piuttosto, una corona è posta sulla sua testa. Questo simboleggia la sua unzione da parte di un'autorità superiore. Il re siede sul suo trono e viene incoronato. Non si siede a cavalcioni del suo cavallo da guerra, non prende un inchino e poi subisce l'incoronazione. Che strana immagine di intronizzazione che farebbe.
Nella Bibbia, la parola "corona" rappresenta l'autorità di un re. Tuttavia, può anche rappresentare la bellezza, l'esultanza, la gloria e la concessione dell'autorità per svolgere qualche compito. (Isa 62: 1-3; 1 Th 2:19, 20; Flp 4: 1; 1 Pe 5: 4; 1 Co 9: 24-27; Ri 3:11) In questo contesto, la corona che fu data a il cavaliere sul cavallo bianco poteva ben dire che era stato rilasciato per esercitare l'autorità in qualche modo. Dire che rappresenta la sua installazione come il re messianico, significa presumere fatti non in evidenza. Il contesto che circonda il dono della corona parla della sua conquista e del completamento della sua conquista. Questo non si riferisce alla distruzione che porterà sul mondo come il Re messianico quando si manifesterà alla sua presenza. Piuttosto questa è una conquista in corso. Durante gli ultimi giorni, Gesù ha organizzato il suo popolo per essere una forza vincente nel mondo. Questo è in linea con la conquista che ha fatto quando era un uomo sulla terra e quale conquista autorizza i suoi seguaci a fare.

— (Giovanni 16:33) Ti ho detto queste cose che per mezzo di me potresti avere pace. Nel mondo TU stai avendo tribolazione, ma abbi coraggio! Ho conquistato il mondo. "

(1 John 5: 4) perché tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo. E questa è la conquista che ha conquistato il mondo, la nostra fede.

Notate che il cavallo bianco esce per primo, poi i tre cavalieri che raffigurano i segni che sono l'inizio dei dolori dell'angoscia avanzano. (Mat 24: 8) Gesù iniziò a organizzare il suo popolo decenni prima dello scoppio degli ultimi giorni.
Significa questo che Gesù come cavaliere del cavallo bianco è stato presente prima e durante gli ultimi giorni? Senza dubbio. Non confondiamo però questo con la “presenza del Figlio dell'uomo”. È presente con i suoi seguaci dal 29 EV, ma la presenza del Figlio dell'uomo è ancora nel nostro futuro. (Matteo 28:20; 2 Tess 2: 8)
Se, dopo aver letto questo, puoi vedere difetti nel ragionamento, o se conosci le Scritture che ci porterebbero in una direzione diversa da quella che abbiamo preso qui, non esitare a commentare. Accogliamo con favore le intuizioni dei seri studenti biblici.

Meleti Vivlon

Articolo di Meleti Vivlon.
    2
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x