Fondamenti della speranza - Parte 1

Introduzione

Hai mai avuto una domanda su qualcosa nel libro biblico che ti tormentava sul perché fosse lì? Sebbene non possiamo conoscere la ragione di tutto, ovviamente possiamo e dovremmo, se possibile, ricercare la Bibbia per vedere se altre parti gettano luce sulla nostra domanda particolare.

Il seguente articolo è il risultato della mia indagine personale su una di queste domande fastidiose. I risultati sono stati così incoraggianti e di rafforzamento della fede che ho dovuto documentarlo, in modo da poter condividere i risultati con altri che amano Dio e le sue promesse.

Dalla mia giovinezza (molto tempo fa!) Mi sono sempre chiesto perché ci fosse un record nelle scritture di un uomo che era risorto dopo essere stato gettato nel luogo di sepoltura di Eliseo, e quando il suo corpo toccò le ossa di Eliseo, prese vita e si alzò in piedi. Forse ti sei chiesto di questa stessa cosa? Sei passato a qualcos'altro? O meraviglia? O ricerca?

Paul scrisse a Timoteo che "tutte le scritture sono ispirate e benefiche". Ciò significa che questo breve resoconto di una risurrezione aveva qualche scopo nell'essere registrato. Ragionevolmente potremmo concludere che il quadro è più grande di quello che appare in superficie, poiché per esperienza così tanti studenti biblici hanno capito che è così spesso.

Quindi questo viaggio si è rivelato essere. Seguendo il principio esposto in Proverbi 2: 1-6 “in quanto ai tesori nascosti, continui a cercarli [saggezza]” decisi di andare alla ricerca di 'tesori nascosti'. Inizialmente ho esaminato la Bibbia e ho messo le risurrezioni in ordine di accadimento come base da cui partire e poi sono partito da lì. I risultati hanno rafforzato la mia fede che "Dio è amore". Alcuni mesi dopo aver completato la mia ricerca su ciascuna delle risurrezioni, ho deciso di guardare alle apparizioni di Gesù dopo la sua risurrezione. Ancora una volta i risultati sono stati affascinanti, quindi questi risultati sono stati inclusi. I risultati mi hanno dimostrato senza ombra di dubbio che i tesori sono davvero lì in attesa di essere trovati da ognuno di noi.

Il mio più sincero desiderio è che tu, il lettore, troverò i risultati affascinanti, incoraggianti e di costruzione della fede come ho fatto personalmente. Ci sono così tanti punti salienti. Per stimolare il tuo appetito, per esempio, cosa ha permesso a una donna vedova di rivendicare la sua terra da un re che ha fatto ciò che era male agli occhi di Geova?

Pertanto, per ottenere il massimo beneficio dall'articolo a cui sei fortemente incoraggiato, leggi tutte le Scritture evidenziate. Naturalmente, è ovvio che si consiglia vivamente di dedicare del tempo anche alla lettura del contesto circostante. In tal modo, lascia che la parola di Dio costruisca la tua fede "nell'attesa sicura di ciò che si spera" nella risurrezione a venire.

Infine, spero sinceramente che anche tu sentirai un sincero eco delle parole di Paolo riportate in Romani 16: 27 “a Dio, saggio da solo, sii la gloria attraverso Gesù Cristo per sempre. Amen."

In questo primo articolo vedremo quanto segue:

  • L'importanza della speranza della risurrezione per la nostra fede sotto il titolo: La speranza della risurrezione - Una pietra miliare per la nostra fede. Perché?
  • L'emergere della Resurrezione Speranza nelle Scritture, a partire dalle prime tre risurrezioni registrate, sotto il titolo: Prime basi della speranza.

La speranza della risurrezione - Una pietra miliare per la nostra fede. Perché?

"Ho speranza verso Dio, che anche questi uomini intrattengono, che ci sarà una risurrezione". - ATTI 24:15.[1]

Così parlò Paolo al governatore Felix. Dovresti avere questa stessa speranza? Quanto è importante questa speranza? Il seguente breve articolo ha lo scopo di aiutare a rispondere a queste domande.

Senza dubbio la speranza della risurrezione è la parte più vitale della nostra fede e mantenere forte questa speranza dovrebbe essere della massima importanza per noi. La cosa più essenziale per la nostra speranza è la fede e la convinzione che Gesù Cristo fosse risorto. Scrivendo ai Corinti l'apostolo Paolo scrisse con convinzione in 1 Corinti 15: 13-14: “13 Se, in verità, non c'è risurrezione dei morti, né Cristo è stato risuscitato. 14 Ma se Cristo non è stato risuscitato, la nostra predicazione è certamente vana e la nostra fede è vana. ".[2]  Per dirla in modo piuttosto succinto, se abbiamo dubbi sulla speranza della risurrezione e in particolare sul fatto che Gesù sia risorto, dubitiamo dell'intera base della nostra speranza. Non possiamo servire Geova in modo sincero se abbiamo dubbi su questo insegnamento centrale della sua parola.

L'intero contesto di questo passaggio va oltre e facciamo bene a meditarlo mentre leggiamo.

(1 Corinthians 15: 12-23) . . .Ora, se si predica a Cristo che è stato risuscitato dai morti, come mai alcuni fra voi dicono che non c'è risurrezione dei morti? 13 Se, in verità, non c'è risurrezione dei morti, né Cristo è stato risuscitato. 14 Ma se Cristo non è stato risuscitato, la nostra predicazione è certamente vana e la nostra fede è vana. 15 Inoltre, abbiamo anche trovato falsi testimoni di Dio, perché abbiamo reso testimonianza contro Dio che egli ha risuscitato il Cristo, ma che non ha risuscitato se i morti non dovevano davvero essere risuscitati. 16 Perché se i morti non devono essere risuscitati, né Cristo è stato risuscitato. 17 Inoltre, se Cristo non è stato risuscitato, la TUA fede è inutile; TU sei ancora nei TUOI peccati. 18 Infatti, anche quelli che si sono addormentati [nella morte] in unione con Cristo sono morti. 19 Se solo in questa vita abbiamo sperato in Cristo, siamo tra tutti gli uomini più colpiti. 20 Tuttavia, ora Cristo è stato risuscitato dai morti, i primi frutti di coloro che si sono addormentati [nella morte]. 21 Poiché la morte avviene attraverso un uomo, la resurrezione dei morti avviene anche attraverso un uomo. 22 Perché proprio come in Adamo tutti muoiono, così anche in Cristo tutto sarà reso vivo. 23 Ma ognuno nel suo rango: Cristo i primi frutti, in seguito quelli che appartengono a Cristo durante la sua presenza.

Nota come Paolo enfatizza i punti chiave:

  1. v13 Se nessuna risurrezione dei morti - Gesù non era risorto.
  2. v14a Se Gesù non è risorto, la tua predicazione è vana.
  3. v14b Se Gesù non è risorto, la tua fede è vana.
  4. v15 Se Gesù non è risorto - si è in procinto di Testimoniare come falso Testimone contro Dio (dicendo che risuscitò Gesù quando non lo fece. Nell'antico Israele ciò garantiva la pena di morte).
  5. v17 Se Gesù non è risorto - Non c'è sacrificio di riscatto.
  6. v17 Se Gesù non è risorto - Non è possibile liberarsi dalla nostra condizione peccaminosa.
  7. v18 Se Gesù non è risorto - Coloro che sono morti come fedeli martiri cristiani sono morti per niente.

Questi versetti, che danno enfasi ripetitiva alle implicazioni di avere fiducia nella risurrezione di Gesù, richiedono un serio pensiero sulla loro importanza e mostrano quanto sia vitale questo insegnamento biblico per tutta la nostra fede.

Ma tutte queste questioni sono irrilevanti come afferma il verso 20, perché con certezza "Cristo è stato risuscitato dai morti". Gesù disse anche a Marta in Giovanni 11:25, 26 “Io sono la risurrezione e la vita. Chi esercita fede in me, anche se muore, tornerà in vita ”. È quindi fondamentale rivedere la nostra convinzione in questo insegnamento biblico centrale e vedere come Geova ha assicurato che potessimo essere fiduciosi che tale futura risurrezione avrà luogo.

Rivediamo ciò che Geova ha amorevolmente riportato nella sua parola Bibbia per rafforzare la nostra fede nella risurrezione e darci la fiducia che vedremo questo meraviglioso momento.

Esaminiamo più da vicino i documenti biblici delle risurrezioni e vediamo cosa possiamo imparare. Come te, ti sei chiesto perché Geova avesse registrato la risurrezione di un morto gettato nel luogo di sepoltura di Eliseo. Perché apparentemente sono state registrate solo poche resurrezioni?

Prima di continuare a leggere il prossimo articolo, perché non prendere il tempo di scrivere tutte le resurrezioni che puoi pensare dalla memoria e dal libro della Bibbia in cui sono registrati, se possibile. Prenditi del tempo per pensarci e assicurarti di pensare di averli tutti. Quindi metti la tua lista in ordine cronologico.

Prime basi della speranza

Imparando dalle tre risurrezioni di Elia ed Eliseo

Queste tre risurrezioni vennero in un momento di grande fermento e apostasia in Israele durante il regno del re Achab.

1st. Il figlio della vedova di Zarapheth (1 Kings 17: 19-24)

La prima risurrezione fu durante il regno di Achab nel mezzo di una carestia di 3 inviata da Geova.

Achab aveva ampliato la falsa adorazione in Samaria e aveva fatto di più per offendere Geova di tutti i precedenti re di Israele. I veri adoratori di Geova venivano perseguitati, molti profeti si nascondevano. Geova aveva mandato Elia al di fuori di Israele nel vicino Sidone per essere sostenuto dalla vedova di Zarapheth che aveva fede in Geova. Circa un anno dopo questo soggiorno, durante il quale Geova li sostenne miracolosamente con un barattolo di farina e un barattolo di olio, il figlio della vedova si ammalò e morì. Ora la vedova non aveva erede e nessun aiuto per lei nella sua vecchiaia.

Elia portò questo triste problema a Geova in preghiera. Il racconto dice: "Alla fine Geova ascoltò la voce di Elia, così che l'anima del bambino tornò dentro di lui e tornò in vita". Sì, Geova aveva esaudito la preghiera di Elia e riportato in vita il ragazzo. Quando Elia le riportò suo figlio che ora viveva di nuovo, esclamò: "Ora, in verità, so che sei un uomo di Dio e che la parola di Geova nella tua bocca è vera". (Leggi 1 Kings 17: 1,9,17,20-23, 18: 1,2)

Mentre la notizia di questa risurrezione si diffondeva in Israele pensa a come ha sostenuto quella minoranza di 7,000 israeliti che non aveva piegato il ginocchio a Baal per continuare a farlo. (1 Re 19:18). Circa un anno dopo Elia distrusse i profeti di Baal sul Monte Carmelo, dimostrando in modo drammatico che Geova era il vero Dio. Quindi pose fine ai tre anni di siccità e carestia e diede sollievo ai veri adoratori di Geova. Questa risurrezione e gli eventi che seguirono dimostrarono che Geova stava ancora sostenendo il suo profeta e mostrava interesse per il suo popolo che amava veramente Geova come Abdia.

2nd. Il figlio della donna shunamita (2 Kings 4: 25-37)

Per la seconda resurrezione passiamo circa 16 anni nel regno di Jehoram, figlio di Achab, malvagio come suo padre Achab.

Eliseo aveva ora preso il mantello di Elia, una donna importante (una moglie di un figlio dei profeti) era senza figli e suo marito era vecchio. Eliseo profetizza che avrà un figlio, il che accade un anno dopo. Dopo essere cresciuto per alcuni anni, la tragedia colpisce e il giovane figlio si ammala improvvisamente di dolori alla testa e in poche ore muore sulle ginocchia della madre. Le donne si recano a Eliseo sul Monte Carmelo da Shunem. Si tratta di circa 31 miglia Shunem a sud di Nazareth e ad est di Meggido. Come dice ad Eliseo, senza dubbio piangendo e in lacrime “Ho chiesto un figlio tramite il mio signore? Non ho detto: "Non devi condurmi a una falsa speranza" "Eliseo capisce cosa è successo e va con lei. Eliseo prega Geova e Geova risponde alla sua preghiera e il ragazzo torna in vita.  (Leggere 2 Kings 4: 25-37).

Era una disposizione amorevole da parte di Geova come ricompensa per la fedeltà della donna e quella del marito ormai morto per garantire la continuazione della loro linea familiare. Avevano offerto ospitalità a Eliseo fino al punto di estendere la loro casa, così Eliseo aveva una stanza tutta sua per rimanere. Poteva essere potenzialmente a rischio personale per se stessi poiché Jehoram non era amante dei profeti di Geova.

Dopo questa risurrezione seguì una carestia di 7 anni decretata da Geova e annunciata da Eliseo. È interessante notare che questa risurrezione divenne ben nota e di conseguenza ci fu anche una testimonianza data al re Ieoram riguardo a questa risurrezione. Adesso era l'11th anno del re Jehoram, figlio di Achab, ma stava avendo Gehazi, l'assistente di Eliseo racconta ciò che Eliseo aveva fatto. Mentre raccontava la risurrezione del figlio della donna shunamita, viene davanti al re per chiedere la sua terra. Dopo aver confermato la storia, Jehoram le ordina di ripristinare tutte le sue proprietà. Ciò ha assicurato alla donna e al figlio il ritorno di casa e terra dopo essere tornati da una residenza aliena a causa della carestia. (Leggi 2 Kings 8: 1-6)

Ancora una volta fu data una testimonianza a coloro che si opponevano a Geova e fu premiata una donna fedele.[3]

3rd. The Dead Man e Elise's Bones (2 Kings 13: 21)

La terza resurrezione avvenne circa 60 anni dopo in circa 6th-7th anno del regno di Ioas d'Israele poco dopo la morte di Eliseo. Jehoash era un altro re di Israele che fece ciò che era male agli occhi di Geova. (Leggi 2 Kings 13: 20, 21).

Un uomo israelita veniva seppellito quando furono disturbati da un raid moabita, così fu gettato nel luogo di sepoltura di Eliseo e sul cadavere che toccava le ossa di Eliseo, l'uomo prese vita immediatamente. Ciò dimostrò a coloro che ne furono testimoni che il potere di risurrezione proveniva da Geova che Eliseo aveva rappresentato fedelmente, piuttosto che dallo stesso Eliseo. Dava anche un forte segnale a quei fedeli israeliti che Geova non aveva abbandonato Israele nonostante la loro ostinazione.

In totale i profeti di Geova resuscitarono le persone di 3 dando così una forte testimonianza che la resurrezione alla vita era possibile l'ultimo giorno. (John 11: 24).

Finora abbiamo visto che ci sono state risurrezioni di 3 da parte di profeti di Geova.

La scena era pronta. La resurrezione dai morti era possibile, ma quando più di una o due avrebbero avuto l'opportunità di essere resuscitati? Intorno a 900 anni, trascorse un lungo periodo di tempo prima che avvenisse la prossima risurrezione. Questo periodo sarebbe durato fino a quando Gesù iniziò il suo ministero sulla terra in 29 CE

Continua ……

___________________________________

[1] (NWT) Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture - Edizione di riferimento 1984

[2] Tutte le citazioni delle Scritture sono tratte dall'edizione NWT 1984, se non diversamente indicato.

[3] Guarda anche Antichità degli ebrei, libro IX capitolo 4 (versione pdf di p646) che ha il seguente interessante resoconto su quali legami Obadiah con la donna Shunamite (1 Kings18: 7,13 con 2 Ki 4: 1-8) e se true dà ulteriore peso al motivo per cui Elisha è stata autorizzata ad eseguire questa risurrezione.

“Poiché dicono che la vedova dell'economo di Abdia Achab, andò da lui e gli disse che non ignorava come suo marito aveva preservato i profeti che dovevano essere uccisi da Izebel, moglie di Acab; poiché ella disse che ne nascose cento e che avesse preso in prestito denaro per il loro sostentamento e che, dopo la morte di suo marito, lei ei suoi figli furono portati via per essere resi schiavi dai creditori; e desiderava che lui avesse pietà di lei a motivo di ciò che faceva suo marito, e le offrisse qualche aiuto. E quando le chiese cosa avesse in casa, lei disse: "Nient'altro che una piccolissima quantità di olio in una pentola" [un utensile, una bottiglia o una brocca] Quindi il profeta le disse di andarsene e di prenderne in prestito molti vuoti vasi dei suoi vicini, e quando ebbe chiuso la porta della sua camera, versare l'olio in tutti loro; per questo Dio li riempirà pieni. E quando la donna ebbe fatto ciò che le era stato comandato di fare e disse ai suoi figli di portare tutti i vasi, e tutti furono pieni, e non ne rimase uno vuoto, andò dal profeta e gli disse che erano tutti pieni; al che le consigliò di andarsene, di vendere l'olio e di pagare ai creditori quanto era loro dovuto, perché ci sarebbe stato un surplus del prezzo del petrolio, che lei avrebbe potuto utilizzare per il sostentamento dei suoi figli. E così Eliseo liberò i debiti della donna e la liberò dalla vessazione dei suoi creditori ".

Tadua

Articoli di Tadua.
    7
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x