Gli insegnamenti e le credenze degli apostoli - Parte 5

Nei nostri precedenti articoli abbiamo discusso di cosa

(1) I Patriarchi e Mosè,

(2) i Salmisti, Salomone e i Profeti,

(3) 1st Century Jewish,

(4) e Gesù Cristo

creduto alla domanda “La speranza dell'umanità per il futuro. Dove sarà? ”Esamineremo ora l'importante argomento su ciò che gli Apostoli credevano e insegnavano mentre erano sulla terra.

Questo risponderà alla domanda se dopo la morte e risurrezione di Gesù gli Apostoli in seguito abbiano insegnato qualche eccezione o modifica alla convinzione che la risurrezione sarebbe tornata sulla terra? Inoltre, se sì, avevano l'autorità per farlo?

Scritti degli apostoli

Introduzione: Come principio fondamentale, tutta la scrittura degli Apostoli deve essere considerata alla luce delle credenze dei Patriarchi, dei Salmisti e di 1st Ebrei del secolo e soprattutto compresi gli insegnamenti di Gesù. Inoltre, dovremmo tenere presente il fatto che qualsiasi cambiamento di credenze dovrebbe essere istigato da Gesù Cristo come capo della Congregazione cristiana e re del Regno di Dio. Altrimenti, gli apostoli violerebbero il loro principio in Galati 1: 8, dove Paolo dichiarò: "anche se noi o un angelo dal cielo dovessimo dichiararti come una buona notizia qualcosa al di là di ciò che ti abbiamo dichiarato come una buona notizia, lascia che sia maledetto ”. Davvero un pensiero che fa riflettere!

Esamineremo gli scritti dell'apostolo Paolo, dell'apostolo Pietro e dell'apostolo Giovanni.

1. Apostolo Paolo

Uno dei passaggi chiave che toccano la risurrezione è 1 Corinthians 15: 35-57 che è stato scritto intorno a 55CE. Questo è forse il passaggio usato più spesso per sostenere una speranza di vita in cielo, quindi merita un attento esame approfondito.

Da NWT (edizione di riferimento)

"35 Tuttavia qualcuno dirà: “Come devono risorgere i morti? Sì, con che tipo di corpo stanno arrivando? " 36 Persona irragionevole! Ciò che semini non è reso vivo se prima non muore; 37 e in quanto a ciò che semini, semini, non il corpo che si svilupperà, ma un seme nudo, può essere, di frumento o di qualsiasi altro; 38 ma Dio gli dà un corpo proprio come gli è piaciuto, e a ciascuno dei semi il proprio corpo. 39 Non tutta la carne è la stessa carne, ma ce n'è una del genere umano, e un'altra carne di bestiame, un'altra carne di uccelli e un'altra di pesce. 40 E ci sono corpi celesti e corpi terreni; ma la gloria dei corpi celesti è di una specie, e quella dei corpi terreni è di una specie diversa. 41 La gloria del sole è di una specie, e la gloria della luna è un'altra, e la gloria delle stelle è un'altra; infatti, la stella differisce dalla stella in gloria. 42 Così è anche la risurrezione dei morti. Si semina nella corruzione, si innalza nell'incorruzione. 43 È seminato nel disonore, è destato nella gloria. Si semina nella debolezza, si eleva al potere. 44 Si semina un corpo fisico, si innalza un corpo spirituale. Se c'è un corpo fisico, ce n'è anche uno spirituale. 45 È anche così scritto: "Il primo uomo Adamo divenne un'anima vivente". L'ultimo Adamo divenne uno spirito vivificante. 46 Tuttavia, la prima non è ciò che è spirituale, ma ciò che è fisico, dopo ciò che è spirituale. 47 Il primo uomo è uscito dalla terra ed è fatto di polvere; il secondo uomo è uscito dal paradiso. 48 Come quello di polvere [è], così anche quelli di polvere [sono]; e come [è] il celeste, così [sono] anche coloro che sono celesti. 49 E come abbiamo portato l'immagine di colui che è fatto di polvere, porteremo anche l'immagine del celeste. 50 Tuttavia, questo dico, fratelli, che carne e sangue non possono ereditare il regno di Dio, né la corruzione eredita l'incorruttibilità. 51 Guarda! Vi dico un sacro segreto: non ci addormenteremo tutti [nella morte], ma saremo tutti cambiati, 52 in un momento, in un batter d'occhio, durante l'ultima tromba. Perché la tromba suonerà e i morti risorgeranno incorruttibili e noi saremo trasformati. 53 Perché ciò che è corruttibile deve rivestirsi di incorruttibilità, e ciò che è mortale deve rivestirsi di immortalità. 54 Ma quando [ciò che è corruttibile si veste di incorruttibilità e] ciò che è mortale si riveste di immortalità, allora avverrà il detto che è scritto: "La morte è inghiottita per sempre". 55 “Morte, dov'è la tua vittoria? Morte, dov'è il tuo pungiglione? " 56 Il pungiglione che produce la morte è il peccato, ma il potere del peccato è la Legge. 57 Ma grazie a Dio, perché ci dà la vittoria per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo! " (TNM)

Dalla traduzione 2001

""35 Perché, alcuni di voi si sono chiesti: "Come risusciteranno i morti ... in che tipo di corpi torneranno?" 36 Stupidi! Coloro che piantano semi sanno che non possono vivere se non muoiono prima; 37 poiché qualunque cosa sia piantata non è il corpo che diventerà ... è solo un nudo chicco di grano, o qualunque altra cosa. 38Quindi comprendi che Dio ci darà ogni [tipo di] corpo che desidera, così come dà ad ogni seme il suo corpo.39 Renditi conto che non tutta la carne è uguale! C'è un tipo di carne di uomini, un altro di bestiame, un altro di uccelli e un altro di pesce. 40 Ci sono anche corpi celesti e corpi terreni ... e la gloria dei corpi celesti è diversa da quella dei corpi terreni. 41 Perché, la gloria del sole è un tipo, la gloria della luna è un altro e la gloria delle stelle è ancora un altro. In effetti, le stelle differiscono dalle altre stelle nella loro gloria. 42 Quindi, è così che sarà con il file resurrezione del morto: 
«È piantato in decomposizione e poi allevato come pulito. 
43 È piantato senza onore e poi cresciuto in gloria. 
È piantato come debole e poi cresciuto al potere. ' 
44 Pertanto, ciò che è piantato come file corpo di respiratore sarà risuscitato come un corpo spirituale… poiché c'è il corpo di chi respira, ce n'è anche uno spirituale [uno].

45 È scritto che il primo uomo (Adamo) divenne un anima vivente. Tuttavia, l'ultimo Adamo è diventato un donatore di vita spirito46 Quindi il primo [corpo] è umano, non spirituale, poiché quello spirituale viene dopo. 47 Allo stesso modo, come il primo uomo venne dalla polvere del terreno e il secondo uomo venne dal cielo; 48 quelli che vengono dalla polvere sono come quelli che sono venuti dalla polvere, mentre quelli che sono celesti sono come quelli celesti. 49Pertanto, poiché abbiamo indossato la forma di colui che è stato fatto dalla polvere del suolo, indosseremo anche l'immagine del Celeste. 50 Lasciate che vi dica questo fratelli: carne e sangue non possono ereditare Regno di Dio, né può [qualcosa] che è corruttibile ereditare qualcosa che è incorruttibile. 51 Guarda, ti spiegherò un mistero a te: non tutti noi saremo sepolti; piuttosto, saremo cambiati 52 in un attimo - in un batter d'occhio - durante l'ultima tromba! Per la tromba sarà suonata e la morte sarà sollevato incorruttibile ... sì, saremo cambiati. 53 Allora ciò che è corruttibile metterà sull'incorruttibilità, e ciò che sta morendo lo farà immortalità54 Ma quando ciò che sta morendo rivestirà l'immortalità, le parole che furono scritte si adempiranno: 'La morte, che prevale, sarà ingoiata.' 55 "Allora dov'è la tua vittoria, o morte ... sì, dov'è il tuo pungiglione, o morte?" 56 La puntura che porta alla morte è il peccato e il potere del peccato viene dalla Legge. 57 Ma grazie a Dio, che porterà a ciascuno di noi la vittoria attraverso il nostro Signore Gesù Unto! "  [2001Translation.com]

Dobbiamo prima esaminare Verso 40, che contiene la parola "Celeste" - Strong's Greek: "epouranios '(2032) che porta il significato di "l'impatto dei cieli influenza su una particolare situazione o persona o sfera delle attività spirituali".

Su questa base, quindi, i partecipanti sono della vocazione da cielo, non una chiamata in paradiso. Vedi John 6: 44 "Nessun uomo può venire da me se il padre, che mi ha mandato, non lo attira e io lo resusciterò nell'ultimo giorno". Comprendiamo quindi anche questo verso per significare un corpo [perfetto] [ri] creato [influenzato] dai cieli piuttosto che un corpo terrestre [imperfetto] ereditato.

In Versi da 39 a 41 Paolo contrappone corpi diversi, carne diversa e la diversa gloria del sole, della luna e delle stelle e tra le stelle.

Pertanto, quando Paolo applica questi contrasti verso 42, sta dimostrando che quelli risorti non risorgeranno nello stesso stato in cui sono morti. Piuttosto dice, “Così è anche la resurrezione dei morti. esso [un corpo imperfetto] è seminato [Nato] nella corruzione, è sollevato [Risorto] in incorruzione [un corpo perfetto]. " Non esiste alcun concetto qui dichiarato di essere cresciuto imperfetto e di crescere alla perfezione come alcuni insegnano, né di essere cresciuti in un corpo spirituale, né in cielo come altri insegnano.

In Versi 44 e 46 troviamo la frase "un corpo naturale [fisico] e un corpo spirituale", (Greco" soma psychikon "e" soma pneumatikon ").

Da un piccolo seme un corpo [persona] imperfetto [di mente carnale] è cresciuto lentamente. Al contrario, questo corpo [o persona] imperfetto morto sarebbe stato rapidamente sollevato o resuscitato in un corpo perfetto mentalmente secondo il versetto 46. Il corpo fisico è esistito prima [quello imperfetto], poi il corpo spirituale [quello perfetto].

  • Nota: non esiste alcuna correlazione tra un corpo spirituale che hanno gli angeli e un corpo spirituale. Un corpo spirituale è una persona che si lascia guidare dall'influenza giusta e celeste dello Spirito Santo. Un corpo spirituale è diverso da un corpo spirituale. Entrambi i versi 44 e 46 menzionano a spirituale corpo. Secondo Strong's, il "Pnematikos" greco (4152) è tradotto come "spirituale". Proprio come un corpo imperfetto richiede "pneuma", spirito o respiro per vivere, allo stesso modo un corpo spirituale è qualcuno che è riempito e governato dallo Spirito Santo di Dio, non qualcuno cresciuto come una creatura spirituale di qualche forma.

Dopo aver detto "Il primo uomo è fuori dalla terra e fatto di polvere", versetto 47 continua con la frase "il secondo uomo è fuori dal cielo". La parola greca "ek" porta il significato di "Fuori da" insieme a "a", cioè "risultato". Questo ci aiuta a capire Verso 48.

Il verso 48 sottolinea gli argomenti precedenti con un altro contrasto. "Come quello fatto di polvere è, [Adamo], quindi quelli fatti della terra [tutti gli umani] sono inoltre; e come quello del paradiso (epouranios - singolare)[I] is [Gesù Cristo], così anche quelli  del paradiso (epouranioi - plurale) " [Interlinear]. Il commento di Paolo è quindi che proprio come Gesù fu prodotto dal cielo [da Geova] allo stesso modo gli eletti sarebbero del cielo, il risultato del potere applicato dal cielo come sottolineato nel verso 51.

Questi stessi pensieri sono ancora una volta descritti in un linguaggio simile in Verse 49. Qui dice che l'uomo nato nell'immagine dell'imperfezione, [come l'Adamo peccaminoso], porterà alla perfezione l'immagine del perfetto, celeste Gesù [da Geova]. Nasceranno di nuovo come [perfetti] figli di Dio, come lo fu Adamo, quando fu creato come un perfetto [umano] figlio di Dio. “Portare l'immagine"Non è l'equivalente di un corpo con la stessa natura spirituale di Gesù. Piuttosto significa "vicino in somiglianza" o "un riflesso di". (Vedi anche Romani 6: 1-7 di seguito).

Paul continua poi a spiegare perché questo cambiamento è necessario in Verso 50. Questo perché la corruzione [imperfezione] non può ereditare il Regno di Dio. I corpi imperfetti e corrotti devono essere cambiati in corpi [perfetti] non corrotti per poter ereditare un perfetto accordo del Regno con Gesù come re.

Come verrebbe realizzato questo cambiamento? Paolo risponde a questa domanda nel seguito Versi 51-52. Quelli vivi in ​​quel momento saranno trasformati in corpi perfetti in quel momento. Quindi, non saranno più sotto la legge dei peccati che porta alla morte, grazie al sacrificio di riscatto di Gesù.

Quando si terranno questi eventi?

Verse 52 ci informa, "durante l'ultima tromba ”. Questo è quando coloro che risuscitano sono resuscitati come umani perfetti, e quelli ancora vivi saranno resi perfetti, con l'applicazione del riscatto, in un batter d'occhio, senza crescere gradualmente alla perfezione. Questo verso si collega a Apocalisse 11: 15-18 dove viene suonata la settima e ultima tromba, e Jesus Kingdom prende il potere e dà la ricompensa ai fedeli.

Una parola comune usata in Versi 43,50,53,54 is "Incorruttibilità"- [Aphtharsia" di Strong in greco (861)] - correttamente non corruzione (cioè perfetta - incapace di subire un deterioramento). Quindi questa parola trasmette il pensiero di una vita senza fine come Adamo, ovviamente fino a quando non ha peccato che porta al deterioramento, alla corruzione e alla morte. L'incorruzione è spesso contrastata "Corruzione" - [La phthora 'greca di Strong - - (5356)] - distruzione da corruzione interna, decadimento. Questa è un'altra coppia di contrasti in questo brano dell'apostolo Paolo.

La stessa parola "Resurrezione ”- [L'anastasia greca di Strong 386] significa stare in piedi - da una posizione prostrata, senza connotazione di essere portato come spirito in paradiso. (Vedi anche 1 Tessalonicesi 4)

Il culmine di questa sezione delle Scritture è Verse 54. Qui, dopo aver contrastato ancora e ancora carne, corruzione, [decadimento] e mortale, con spirituale, incorruzione, [nessun decadimento] e immortale, Paolo afferma "Ma quando ciò che è corruttibile provoca incorruzione e ciò che è mortale mette l'immortalità, allora avverrà il detto che è scritto: "La morte è inghiottita per sempre".

Si può chiaramente vedere che l'obiettivo di questi contrasti è dimostrarlo

  1. solo la perfezione non l'imperfezione, possono ereditare il regno perfetto di Dio,
  2. le persone carnose non erediteranno il regno solo spiritodualmente di mentalità e
  3. inoltre, quando gli umani sono resi perfetti, la morte [attraverso il peccato adamico] è finita. Questa trasformazione da esseri umani imperfetti a perfetti non avviene per un lungo periodo di tempo (ad esempio il regno dell'anno 1,000) come insegnato da alcuni senza prove scritturali, ma piuttosto come afferma il verso 52: "in un batter d'occhio all'ultima tromba ”.

Nella nostra ricerca della verità sulla speranza dell'umanità per il futuro, ora passiamo da circa un anno a 56CE quando l'apostolo Paolo scrisse alla congregazione di Roma. Romani 6: 1-7 afferma:

"1Di conseguenza, cosa dovremmo dire? Continueremo nel peccato, quella immeritata gentilezza può abbondare? 2 Non può mai accadere! Visto che siamo morti in riferimento al peccato, come potremo continuare a vivere ancora più in esso? 3 O non sai che tutti noi che siamo stati battezzati in Cristo Gesù siamo stati battezzati nella sua morte? 4 Perciò siamo stati sepolti con lui attraverso il nostro battesimo fino alla sua morte, in modo che, proprio come Cristo fu risuscitato dai morti attraverso la gloria del Padre, anche noi dovessimo anche camminare in una novità di vita. 5 Perché se ci siamo uniti a lui a somiglianza della sua morte, saremo certamente anche [uniti a lui a somiglianza] della sua risurrezione; 6 perché sappiamo che la nostra vecchia personalità è stata impalata con [lui], che il nostro corpo peccaminoso potrebbe essere reso inattivo, che non dovremmo più continuare a essere schiavi del peccato. 7 Perché colui che è morto è stato assolto dal [suo] peccato ".

Come è risorto Gesù? Fu resuscitato tre giorni dopo la sua morte sul palo di tortura come creatura spirituale con immortalità. Tuttavia, inizialmente rimase sulla terra, salendo in cielo quaranta giorni dopo. Se veniamo assolti dal peccato quando moriamo (versetto 7), perché dovremmo essere risuscitati o resuscitati con corpi imperfetti [che sarebbero suscettibili di peccare] anziché corpi perfetti? Questa parte trasmette anche lo stesso pensiero di quello discusso un anno prima con i Corinzi in 1 Corinzi 15: 35-57. (Vedi la discussione di questo passo delle Scritture sopra).

Genesis 1: 26 ci ricorda che "Dio proseguì dicendo: 'Facciamo l'uomo nel nostro Immagine [ombra, parvenza] secondo la nostra somiglianza '.”. Comprendiamo logicamente questo per significare con qualità come l'amore, la saggezza, la giustizia, la gentilezza, ecc. Anche Adamo è stato creato perfetto con "un'età di vita", con l'unico modo in cui sarebbe morto nel caso della disobbedienza.

Anche il contesto dei versi 1-7 sta contrastando il peccato e la mancanza di peccato, cioè la perfezione. Pertanto, l'inferenza logica è che qualsiasi risurrezione sarebbe senza peccato. Gesù ovviamente era senza peccato e perfetto. Comprenderemmo quindi questo passaggio come se fossimo battezzati nel nome di Gesù e morissimo fedeli come Gesù, allora la nostra risurrezione sarebbe come Gesù come un essere perfetto. Nel nostro caso, sarebbe come un essere umano perfetto piuttosto che come uno spirito perfetto, non più schiavi del peccato. Like e Likeness non è uguale a identico, duplicato, è simile. Quindi non c'è nulla di implicito in questo passo delle Scritture secondo cui quei risorti sarebbero creature spirituali più di quanto Adamo fosse una creatura spirituale.

Apocalisse 6: 9-11 aiuta anche a comprendere questa Scrittura. Descrive le anime di quelli massacrati a causa della parola di Dio [come era Gesù, e così battezzato nella sua morte], e gli viene detto di riposare fino a quando il numero non fu riempito con i loro compagni schiavi e i loro fratelli che sarebbero anche stati uccisi come sono stati. Apocalisse 20: 4-6 afferma che "4sono tornati in vita e hanno governato come re con Cristo per mille anni ... 5Questa è la prima resurrezione. 6Felice e santo è chiunque abbia parte alla prima risurrezione; su questi la seconda morte non ha autorità ” cioè l'immortalità.

Vedi il commento su 1 Corinthians 15: 35-57 che è stato scritto l'anno prima di questo passaggio in Romani. (circa 55AD rispetto a circa 56AD).

Pochi versi dopo in Romani 6: 21-23 Paul scrisse:

“Qual era, allora, il frutto che avevate in quel momento? Cose di cui ora ti vergogni. Perché la fine di queste cose è la morte. 22 Tuttavia, ora, poiché siete stati liberati dal peccato ma siete diventati schiavi di Dio, state avendo il vostro frutto sulla via della santità, e la fine della vita eterna. 23 Poiché il salario che il peccato paga è la morte, ma il dono che dà Dio lo è vita eterna da Cristo Gesù, nostro Signore. "

Qui vediamo l'apostolo Paolo contrastare la condizione peccaminosa dei romani e il cui risultato è la morte, con ottenere la vita eterna come un dono di Dio a causa del riscatto pagato da Cristo Gesù. Non esiste una descrizione del luogo, ma poiché la morte è sulla terra, per impostazione predefinita la vita eterna sarebbe naturalmente intesa come sulla terra.

Paul ha scritto in modo simile a Titus in Titus 1: 1-4.

"1Paolo, schiavo di Dio e apostolo di Gesù Cristo secondo la fede degli eletti di Dio e l'accurata conoscenza della verità che si accorda con la devozione divina 2 sulla base di una speranza della vita eterna che Dio, che non può mentire, ha promesso prima di durare a lungo, 3 che nei suoi tempi dovuti ha manifestato la sua parola nella predicazione a cui mi era stato affidato, sotto il comando del nostro Salvatore, Dio; 4 a Tito, un bambino genuino secondo una fede condivisa ”.

Questo passaggio mostra che intorno a 30 anni dopo la morte di Gesù, gli apostoli stavano ancora parlando del promessa originale di vita eterna creduto dagli israeliti, una speranza che la maggior parte degli ebrei conosceva e credeva ancora, tranne per la setta dei sadducei.

Questo esame non sarebbe completo senza le seguenti scritture pertinenti, che devono essere lette attentamente senza preconcetti.

In primo luogo, Hebrews 3: 1 scritto in c61CE. Qui Paolo fece la seguente dichiarazione:

"Di conseguenza, fratelli santi, partecipi del celeste chiamata, considera l'apostolo e il sommo sacerdote che confessiamo: Gesù ".

Abbiamo già verificato il significato di "Celeste",  ma come promemoria traduce la parola greca (Strong  'epouranios', 2032)  as “Celeste - impatto del cielo influenza su una particolare situazione o persona. Sfera di attività spirituali. "

Pertanto, i fratelli santi erano partecipi di un invito divino o chiamata da paradiso, non chiamare o invitare letteralmente in paradiso. Che tipo di invito è indicato per noi in Giovanni 6: 44 dove Gesù ha spiegato che: "Nessun uomo può venire da me se il padre, che mi ha mandato, non lo attira (lo attira, lo induce) e io lo resusciterò nell'ultimo giorno".

  • "Spirituale" - (Strong's "Pneumatikos" greco, 4152) - uno che è riempito e governato dallo spirito di Dio.
  • “Calling” - (Strong's Klesis greco, 2821) - una chiamata, convoca, invito. Chiaramente fatto da qualcun altro a un individuo, non una scelta personale come in "Ho una chiamata ad essere un medico".
  • “partecipi” - (Strong's "Metochos" greci, 3353) - un partecipante, un partner, un socio.

Questo verso potrebbe quindi essere tradotto come "fratelli santi, partecipi dell'invito esteso [o fatto] da [o dal] cielo", tenendo presente il contesto di Matteo 22: 14 parlando della festa nuziale: “Perché ci sono molti invitati, ma pochi scelti"Potrebbe implicare che non tutti i" santi "sarebbero necessariamente scelti per essere re e sacerdoti, o che molti sono invitati a essere scelti, ma alla fine pochi sono scelti come adatti. Vedi anche Revelation 17: 14b “Inoltre, quelli chiamati [invitati] e scelto e fedele con lui ”

È quindi anche importante esaminare i Colossesi 1: 2, 4, 12, 26 che discute della speranza cristiana. Lì Paul scrisse c60-61CE:

"Paolo, un apostolo di Cristo Gesù attraverso la volontà di Dio, e Timoteo [nostro] fratello 2 ai santi e fratelli fedeli in unione con Cristo in California, che possiate avere immeritata gentilezza e pace da Dio nostro Padre. 3 Ringraziamo Dio Padre di nostro Signore Gesù Cristo sempre quando preghiamo per TE, 4 da quando abbiamo sentito parlare della TUA fede in relazione a Cristo Gesù e all'amore che TU hai per tutti i santi 5 a causa di la speranza che ti viene riservata nei cieli. .... ringraziando il Padre che ti ha reso adatto alla TUA partecipazione all'eredità di i santi nella luce. …. il sacro segreto che era nascosto ai sistemi di cose del passato e alle generazioni passate. Ma ora è stato reso manifesto i suoi santi, 27 a cui Dio è stato contento di far conoscere quali sono le gloriose ricchezze di questo sacro segreto tra le nazioni ”.

Esaminiamo la frase "La speranza che ti viene riservata nei cieli" :

La parola tradotta "Riservato" è "apokeimai '[Strong's Greek 606] che significa "da allestire, conservare, da conservare ” . La scrittura dice che la speranza è riservata. Possiamo intenderlo come un biglietto per il teatro riservato a uno spettacolo. Il biglietto del teatro sarà riservato a tuo nome, magari su un computer centrale in un ufficio, ma il biglietto è per uno spettacolo particolare in un particolare teatro in un determinato momento. Non significa necessariamente che il biglietto sia a teatro, e allo stesso modo non richiede che la destinazione della speranza si trovi nella stessa posizione della prenotazione. Dopotutto, sono Geova e Gesù che fanno la prenotazione (in cielo) non gli uomini sulla terra e quindi è sicuro, solo Geova e Gesù possono annullare la prenotazione. La prenotazione non può essere accettata o cancellata da altri, solo dall'invitato e da chi ha ricevuto l'invito.

  • L'argomento in questo verso 5 e quindi l'enfasi è sulla "speranza", la speranza stessa è riservata nei cieli. Il soggetto non è "i cieli", quindi non si può sottintendere che "i cieli" sia la destinazione o il risultato della speranza.

2. Apostolo Pietro

L'apostolo Pietro fece una dichiarazione quasi identica in 1 Pietro 1: 3-5 circa 62-64CE:

 "3 Benedetto sia il Dio e il Padre di nostro Signore Gesù Cristo, poiché secondo la sua grande misericordia ci ha dato una nuova nascita a una speranza viva attraverso la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, 4 a un'eredità incorruttibile, incontaminata e inesauribile. È riservato nei cieli per TE, che sei protetto dalla potenza di Dio attraverso la fede per una salvezza pronta per essere rivelata nell'ultimo periodo di tempo ”.

Questi versetti contengono una formulazione simile a quella dei Colossesi 1 esaminata sopra. L'apostolo Pietro scrive che la loro eredità incorruttibile era riservata ("Riservato" - [Strong's Greek 5083 "tereo"]: sorvegliare, vegliare, osservare, tenere (sicuro)) sorvegliato, sorvegliato) nei cieli. Questo, tuttavia, non significa che i cieli fossero la posizione dell'eredità, né dove avrebbero goduto. Piuttosto la sicurezza / garanzia che otterrebbero un'eredità, perché Dio lo stava proteggendo. L'eredità non era riservata sulla terra soggetta ai capricci degli uomini corrotti e soggetta a morte, guerre, cambi di governo, ecc. Questa comprensione è confermata dalla frase successiva "essere salvaguardato dalla potenza di Dio ".

Inoltre, è importante notare che ciò che esattamente costituiva la salvezza doveva essere solo pienamente "Rivelato nell'ultimo periodo di tempo", cioè il futuro lontano, non in quel momento.

Nessuna discussione su questo argomento sarebbe completa senza gli scritti dell'apostolo Giovanni in Apocalisse.

3. Apostolo Giovanni

Gesù diede la Rivelazione a Giovanni circa 96CE. Ha rivelato qualcosa di nuovo sulla speranza dell'umanità per il futuro in quel momento? Esaminiamo alcune scritture chiave.

In primo luogo rivelazione 5: 8-10. Questo dice:

 "E quando prese la pergamena, le quattro creature viventi e i ventiquattro anziani caddero davanti all'Agnello, avendo ciascuna un'arpa e ciotole dorate che erano piene di incenso, e il [incenso] significa le preghiere dei santi. 9 E cantano una nuova canzone, dicendo: "Sei degno di prendere il rotolo e aprire i suoi sigilli, perché sei stato massacrato e con il tuo sangue hai comprato persone per Dio da ogni tribù, lingua, popolo e nazione, 10 e li hai fatti diventare un regno e sacerdoti per il nostro Dio, e devono governare come re sulla terra.”(TNM)

"10 Che furono nominati re e sacerdoti del nostro Dio e regneranno on (greco. "epi") la terra."  http://www.2001translation.com/Revelation.htm

Il regno interlineare[Ii] legge anche "e stanno regnando sulla terra"La parola greca “Epi” è tradotto principalmente come "on, or upon" come in "on the surface of". Più raramente usato in senso figurato di cose, affari, una persona su cui si trova il potere sopra il quale esercita il potere, cioè "sopra" mentre la Regina d'Inghilterra governa "sopra" il Regno Unito. In ogni caso non può non essere letto come un luogo, cioè essere in paradiso. Questo passo delle Scritture indica che la sentenza è sulla terra, o esclusivamente l'azione della sentenza senza alcuna indicazione da dove governano. Altri usi di "epi" che confermano ciò includono quanto segue:

  1. Rivelazione 5: 1 "sul trono",
  2. Rivelazione 5: 3 'in cielo né sulla terra',
  3. Rivelazione 5: 7 "seduto sul trono", Rivelazione 5: 13 'in cielo e in terra e sotto la terra'.

È chiaro che tutti questi versetti traducono "epi" come "on" o "on". Pertanto, una traduzione più chiara, coerente e non ambigua nel verso 10 sarebbe "sulla terra ". In effetti, gran parte delle altre traduzioni della Bibbia hanno la frase "governare come re sulla terra ". (Biblehub mostra che 25 delle traduzioni di 28 hanno “on” o “upon”, solo 3 ha “over”, eppure queste sono tutte traduzioni fatte dai traduttori che credono che andranno in paradiso.)

Apocalisse 11: 12-13 fa parte della visione dei due Testimoni. Parlando dei due testimoni dice:

“E dopo tre giorni e mezzo lo spirito di vita di Dio entrò in loro e si alzarono in piedi e una grande paura cadde su coloro che li osservavano. E hanno sentito una voce forte dal [il] paradiso [s] (Gr: (2) 'OURANOU' - regno degli spiriti)[Iii] dite loro: "Vieni quassù". E salirono in [il] cielo [s] (Gr: (5) 'Ouranon' - cielo fisico)[Iv] nella nuvola, e i loro nemici li videro. 13 ... e il resto si spaventò e diede gloria al Dio dei cieli (Gr: (2) 'OURANOU' - regno degli spiriti)[V]" (TNM)

12 Allora [i due testimoni] udirono una forte voce dal cielo dire loro: "Vieni quassù". E i loro nemici li videro salire verso il cielo in una nuvola. 13 Questo è stato seguito da un tremendo tremantee un decimo della città ([Sodoma ed Egitto]) crollò, distruggendo i nomi di settemila persone. Ciò spaventò tutti coloro che rimasero e diedero gloria al Dio di cielo. " http://www.2001translation.com/Revelation.htm

Questo evento sembra essere collegato a 1 Tessalonicesi 4: 15-17 che ha dichiarato: “Questo è ciò che vi diciamo con la parola di Geova che noi viventi che sopravviviamo alla presenza del Signore non precederemo in alcun modo coloro che si sono addormentati [nella morte]; perché lo stesso Signore lo farà discendi dal cielo con una chiamata imponente, con la voce di un arcangelo e con la tromba di Dio, e quelli che sono morti in unione con Cristo sorgeranno per primi. Successivamente noi viventi che sopravvivremo, insieme a loro, saremo catturati dalle nuvole per incontrare il Signore nel aria;[cielo] e così saremo sempre con [il] Signore ".

  • Da solo, senza il testo greco originale, potrebbe sembrare che la loro destinazione sia il paradiso, ma come con i Tessalonicesi 1 vanno solo in cielo, nei cieli terreni, non nello spazio o nella presenza di Dio. Quindi, nel contesto di altre scritture, questi versetti sarebbero meglio compresi secondo le scritture dei Tessalonicesi, cioè l'aria o il cielo terrestre (atmosfera) rispetto ai cieli della presenza di Dio.[Vi]

Apocalisse 20: 1-6 registra l'abisso di Satana il Diavolo. Si legge:

"E ho visto un angelo che scendeva dal cielo con la chiave dell'abisso e una grande catena in mano. 2 E afferrò il drago, il serpente originale, che è il diavolo e Satana, e lo legò per mille anni. 3 E lo scagliò nell'abisso, lo chiuse e lo sigillò su di lui, affinché non potesse più fuorviare le nazioni fino alla fine dei mille anni. Dopo queste cose deve essere lasciato libero per un po '. 4E vidi i troni e a coloro che vi sedevano fu data l'autorità di giudicare. Sì, ho visto le anime di quelle giustiziate per la testimonianza che hanno dato su Gesù e per aver parlato di Dio, e di coloro che non avevano adorato la bestia selvaggia o la sua immagine e non avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. E vennero alla vita e governarono come re con il Cristo per 1,000 anni. 5 (Il resto dei morti non ha preso vita fino alla fine degli anni di 1,000.) Questa è la prima risurrezione. 6 Felice e santo è chiunque abbia parte alla prima risurrezione; su questi la seconda morte non ha autorità, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e governeranno come re con lui per gli anni di 1,000 ”.

Il contesto di questi versetti sono gli eventi sulla terra con la guerra di Gesù contro i re della terra! L'angelo scende dal cielo [sulla terra dove in precedenza era stato confinato Satana] e abita Satana. (vedi Apocalisse 12: 7-10). Quindi si vedono i troni. Nel contesto questo indicherebbe che anche loro sono sulla terra!

Il verso 4 parla di questi fedeli martiri che prendono vita (che sarebbero sulla terra) e iniziano a governare come re. Non afferma che prendono vita e vanno in paradiso.

Il verso 6 parla della prima risurrezione (in tempo, ordine) che implica una continuazione nella seconda parte della risurrezione. Ha senso logico risorgere i re e i sacerdoti necessari alla terra prima che qualsiasi ulteriore resurrezione abbia luogo in particolare degli ingiusti. (Risurrezione (Strong's Greek 386 - 'anastasis') è "rialzarsi di nuovo", non diventare una creatura spirituale.)

Il verso 7 continua con la descrizione del test che verrà alla fine degli anni 1,000, sulla terra! Il test sarebbe sicuramente degli ingiusti. Inoltre, non ha senso capire che i troni sono in paradiso a meno che il testo non lo dica esplicitamente, cosa che non accade.

Una descrizione di quel tempo di test si trova nei seguenti versetti, Apocalisse 20: 7-10, che recitava:

 "7 Ora non appena i mille anni saranno finiti, Satana sarà liberato dalla sua prigione, 8 e uscirà per fuorviare quelle nazioni nei quattro angoli della terra, Gog e Maogog, per riunirle insieme per la guerra. Il numero di questi è come la sabbia del mare. 9 E avanzarono sull'ampiezza della terra e circondarono il campo di i santi e l'amata città. Ma il fuoco scese dal cielo e li divorò. 10 E il Diavolo che li stava fuorviando fu scagliato nel lago di fuoco e zolfo, dove sia la bestia selvaggia che il falso profeta [erano già]; e saranno tormentati giorno e notte nei secoli dei secoli ".

Nel contesto, questi santi devono essere sulla terra per i seguenti motivi:

(1) Le nazioni che Satana esce per fuorviare sono sulla terra.

(2) Circondano l'accampamento dei santi e della città, e le nazioni non vanno in paradiso per farlo, quindi questo deve essere sulla terra.

(3) Perché il fuoco scende dal cielo e divora coloro che sono venuti da ogni parte della terra per distruggerli.

Inoltre, non vi è alcuna buona ragione per dedurre che questi "santi" sono diversi dai "santi" di cui si parla altrove nelle scritture greche (Nuovo Testamento).

Il nostro passaggio finale da Revelation è Apocalisse 21: 2-3, 7 9-10. Lì l'apostolo Giovanni scrive:

 "2 Vidi anche la città santa, la Nuova Gerusalemme, che scendeva dal [cielo] da Dio e mi preparavo come una sposa adorna per suo marito. 3Con ciò ho sentito una voce forte dire: Guarda! La tenda di Dio è con l'umanità, e risiederà con loro, e saranno i suoi popoli. E Dio stesso sarà con loro. ","7Chiunque vinca erediterà queste cose ","9..Vieni qui, ti mostrerò la sposa, la moglie dell'Agnello. ..10... mi ha mostrato la città santa di Gerusalemme che scende da [il] cielo di Dio ”.

A prima vista, potremmo supporre che questo sia l'unico brano biblico che indica che re e sacerdoti discendono dal cielo, ma quando leggiamo più attentamente le Scritture e controlliamo il testo greco, troviamo quanto segue:

  • La nuova Gerusalemme viene fuori da i Il testo originale contiene l'articolo determinativo "The" (Strong's Greek "tou" 3588) in entrambi i versi 2 e verso 10. Il "paradiso" ("ouranou")[Vii] is il cielo, (la distesa a volta del cielo con tutte le cose visibili in essa, in contrapposizione alla terra, al cielo aereo o al cielo in cui le nuvole si raccolgono e vengono prodotti tuoni e fulmini).

Quindi si vede Nuova Gerusalemme provenire dalle nuvole / dal cielo. Dove vengono portati re e sacerdoti?

  1. In 1 Tessalonicesi 4: 17 abbiamo stabilito (in nuvole per incontrare il Signore (sposo) nell'aria) e
  2. In Apocalisse 11: 13 (in [il] paradiso nella nuvola) e
  3. In Matthew 24: 30 (il figlio dell'uomo che viene sulle nuvole di [i] paradiso) iethe Sky.

Tutte queste scritture hanno anche l'articolo determinativo con la parola cielo, cioè il cielo. Questo paradiso non è il paradisos della presenza di Geova, ma il cielo atmosferico.

Conclusione

Siamo stati in grado di stabilire che mentre ci sono scritture che sono state interpretate nel corso dei secoli come insegnare una speranza come una creatura spirituale nei cieli con Dio e Gesù, non ci sono insegnamenti chiari da parte degli Apostoli e degli scrittori del resto del greco scritture (Nuovo Testamento) secondo cui qualsiasi popolo andrebbe in cielo, alla presenza di Geova, a governare come re e sacerdoti con Gesù in cielo. Piuttosto il loro dominio e la loro presenza sarebbero con Gesù sulla terra.

Finora abbiamo esaminato:

  • Le credenze e gli scritti di Mosè e dei Patriarchi
  • Le credenze e gli scritti dei Salmisti, Salomone e i Profeti
  • Le credenze di 1st Ebrei del secolo
  • Le credenze e gli insegnamenti di Gesù Cristo, il Figlio di Dio
  • Le credenze e gli insegnamenti degli Apostoli

Finora, tutti questi esami lo dimostrano

  • Credevano tutti nella vita eterna.
  • Tutti credevano nella risurrezione alla vita (sulla terra).
  • Non esiste un insegnamento chiaro né un vero accenno di speranza nella vita nei cieli.

Per completare il quadro, dobbiamo esaminare brevemente la comprensione e l'insegnamento sulla risurrezione con una piccola quantità di dettagli. È anche bello vedere quali chiari parallelismi ci sono tra il modo di adorare la nazione di Israele e quello della congregazione cristiana.

Esamineremo questi argomenti per vedere se ciò adegua le nostre conclusioni sopra nel nostro sesto e conclusivo articolo di questa serie. “L'insegnamento della risurrezione e dei parallelismi biblici e altre scritture rilevanti.

RICHIESTA IMPORTANTE: Si richiede che qualsiasi commento (che è molto gradito) sia limitato ai libri biblici e al periodo coperto da questo articolo. L'intera Bibbia viene trattata in sezioni di scrittori biblici e periodi di tempo. Per favore commenta l'articolo contro il periodo di tempo delle tue Scritture poiché questo sarebbe il posto migliore per commenti pertinenti a quelle sezioni.

___________________________________________________________

[I] Vedi la parte 1 di questa serie in riferimento a: rendering greci del cielo

[Ii] Pubblicato dalla Watchtower Bible and Tract Society

[Iii] Vedi la parte 1 di questa serie in riferimento a: rendering greci del cielo

[Iv] Vedi la parte 1 di questa serie in riferimento a: rendering greci del cielo

[V] Vedi la parte 1 di questa serie in riferimento a: rendering greci del cielo

[Vi] Vedi la sezione successiva dedicata alla domanda: chi sono le "altre pecore" e "questa piega" menzionate in John 10: 16

[Vii] Vedi la parte 1 di questa serie in riferimento a: rendering greci del cielo

Tadua

Articoli di Tadua.
    41
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x