L'insegnamento della risurrezione, i parallelismi biblici e altre scritture rilevanti 

Nei nostri articoli precedenti, abbiamo discusso di cosa

(1) i Patriarchi e Mosè,

(2) i Salmisti, Salomone e i Profeti,

(3) 1st Century Jewish,

(4) Gesù Cristo e

(5) gli Apostoli

creduto alla domanda “La speranza dell'umanità per il futuro. Dove sarà? ”Esamineremo ora ciò che la Bibbia insegna sull'importante argomento della risurrezione, alcuni parallelismi biblici e altre scritture rilevanti per la discussione.

Infine, trarremo conclusioni dai risultati scritturali di questa serie di articoli.

Insegnamento della risurrezione[I]

Quando Paul si stava difendendo davanti al governatore Felice, dichiarò in Atti 24: 15: “E ho speranza nei confronti di Dio, che spero anche questi uomini non vedano l'ora, che ci sarà una risurrezione sia dei giusti che degli ingiusti. 16  Per questo motivo cerco sempre di mantenere una chiara coscienza davanti a Dio e agli uomini". In tal modo ricordava le parole di Gesù in Giovanni 5: 28,29 in cui Gesù affermava inequivocabilmente cosa sarebbe successo in futuro:" “In verità ti dico che l'ora sta arrivando, ed è ora che i morti ascolteranno la voce del Figlio di Dio e quelli che hanno prestato attenzione vivranno. 26  Proprio come il Padre ha la vita in se stesso, così ha concesso anche al Figlio di avere la vita in se stesso. 27 E gli ha dato l'autorità di giudicare, perché è il Figlio dell'uomo. 28  Non ti meravigliare di questo, perché sta arrivando l'ora in cui tutti quelli nelle tombe commemorative sentiranno la sua voce 29  ed escono quelli che hanno fatto cose buone per una risurrezione della vita e quelli che hanno fatto cose vili per una risurrezione del giudizio;”  

In Luca 14: 12-14 Gesù consigliò un uomo che lo invitò a un pasto con queste parole: ”Ma quando organizzi una festa, invita i poveri, paralizzati, zoppi, ciechi; ... Perché tu sarai ripagato nella risurrezione dei giusti ” e quindi indicato parte di ciò che è necessario per raggiungere questa risurrezione dei giusti.

Infatti Matthew 25: 31-46 Gesù dichiarò che “31Quando il Figlio dell'Uomo arriva nella sua gloria e tutti gli angeli con lui, allora si siederà sul suo glorioso trono.32E tutte le nazioni saranno raccolte (raccolte) davanti a lui, e separerà le persone l'una dall'altra. ...34Allora il re dirà a quelli alla sua destra: "Vieni che sei stato benedetto da mio Padre, erediti il ​​regno preparato per te dalla fondazione del mondo". "46 ... ma i giusti nella vita eterna. "

Quando leggiamo i passaggi in Atti 24, John 5 e Daniel 12 possiamo vedere chiaramente che c'erano due tipi di resurrezioni

  • Giusto alla vita eterna [sulla terra],
  • e ingiusto al giudizio.

Non esiste una terza opzione: Resurrection to Heaven.

Né esiste l'opzione di

  • Resurrezione dei Giusti in Cielo,
  • e Resurrezione dei Giusti sulla Terra.

Nel libro di Luca mentre parlava a un ebreo, Gesù disse che se avesse fatto delle buone opere, sarebbe stato nella risurrezione dei giusti. Nel libro di Matteo, Gesù si riferiva al regno come preparato dalla fondazione del mondo. Questo faceva parte del sacro segreto, e Efesini 1: 10-14 parla di questa disposizione come "un'amministrazione al massimo [completamento] dei tempi stabiliti”. Ha anche detto che sarebbe arrivato in gloria con gli angeli, ma NON fa menzione di essere accompagnato da alcun essere umano risorto. Questo è il caso perché le nazioni sarebbero state raccolte e separate prima di lui, e poi i giusti avrebbero avuto una risurrezione (se necessario) e una vita eterna [sulla terra]. Questo sarebbe alla fine dell'attuale sistema di cose, non in un momento vicino alla fine.

Paralleli biblici rilevanti per la discussione

Gli ebrei 10 ci ricordano che il patto della Legge con la Nazione di Israele era l'ombra delle cose a venire. Questo ci dà il precedente scritturale per tracciare parallelismi, ma solo in quest'area. (Non dovremmo provare a creare tipi e anti-tipi dove le Scritture non lo fanno.)

La Nazione di Israele nel suo insieme ha respinto Gesù come il Messia. Una nuova alleanza con Israele di Dio fu quindi istituita da Gesù che ne era il mediatore. Come mediatore Gesù era un parallelo con Mosè che aveva mediato tra Geova e la nazione di Israele. Come tale, ci sono un certo numero di parallelismi, che hanno senso o sono supportati scritturalmente.

Che ciò sarebbe accaduto era stato predetto in Geremia 31: 31-34 "31 "Guarda! Arriveranno giorni ”, è l'espressione di Geova,“ e concluderò con la casa di Israele e con la casa di Giuda una nuova alleanza; 32 nessuno come l'alleanza che ho concluso con i loro antenati nel giorno in cui mi sono impadronito della loro mano per portarli fuori dal paese d'Egitto ", che il mio patto essi stessi hanno infranto, anche se io stesso ne avevo la proprietà domestica, 'è l'espressione di Geova ”. 33 "Poiché questo è il patto che concluderò con la casa d'Israele dopo quei giorni", è l'espressione di Geova. “Metterò la mia legge dentro di loro e nel loro cuore la scriverò. E diventerò il loro Dio, e loro stessi diventeranno il mio popolo ”. 34 “E non insegneranno più a ciascuno il suo compagno e ciascuno a suo fratello, dicendo: 'CONOSCI Geova!' poiché tutti mi conosceranno, dal più piccolo anche al più grande di loro ”, è l'espressione di Geova. "Perché perdonerò il loro errore e il loro peccato non ricorderò più".

Vedi anche Ebrei 8: 8-10 dove troviamo queste parole citate da Paolo.

  • Esaminiamo ora i ruoli e i parallelismi, il primo è il più importante, quello di Gesù come mediatore.
    • Ruolo: Mediatore

    Originale: Mosè

    Parallelo: Gesù

    • Mosè era il mediatore (portavoce) tra Dio e i Sacerdoti \ Leviti e la Nazione di Israele.
    • Gesù divenne il mediatore (parola) tra Dio, i Re e i Sacerdoti e Tutti gli uomini.

    Scritture: 

    1 Timothy 2: 5 "5 Perché c'è un solo Dio e un solo mediatore tra Dio e gli uomini, un uomo, Cristo Gesù, 6 che si è dato un riscatto corrispondente per tutti "

    Il secondo parallelo è quello del sommo sacerdote:

     

    • Ruolo: Sommo sacerdote

    Originale: Aaron

    Parallelo: Gesù

     

    • Aaronne e i successivi sommi sacerdoti furono gli unici ammessi nel Santissimo attraverso la tenda una volta all'anno. Nessun sacerdote è andato nel Santissimo.
    • Gesù ha attraversato il sipario quando è morto e ha offerto la sua vita come riscatto. Quando Gesù morì, il sipario del Tempio fu squarciato o strappato in due. Questo significava l'adempimento e la fine dell'accordo annuale sui sacrifici con la morte di Gesù.

    Proprio come nessun sacerdote ordinario è entrato nel Santissimo, implicitamente nessun altro (compresi quelli scelti per essere re e sacerdoti) avrebbe attraversato quel sipario, che separava la presenza di Geova (rappresentata dalla luce di shekinah) dalla terra.

    Scritture: 

    Ebrei 9: 11, 12, 25.

    Il terzo ruolo è quello dei sacerdoti:

    • Ruolo: Sacerdoti

    Originale: Sacerdoti e leviti

    Parallelo: Re e Sacerdoti

     

    • I sacerdoti prestavano servizio nel santo (nella tenda di Geova) sulla terra aiutando il sommo sacerdote.
    • I sacerdoti dell'Israele di Dio (parte della nuova alleanza) serviranno sulla terra "nella tenda di Dio tra l'umanità".
    • I leviti furono riscattati, redenti dal resto della nazione di Israele.
    • Il numero simbolico di re e sacerdoti 144,000 viene acquistato (riscattato) dall'umanità come primizie a Dio e all'Agnello.

     

    Scritture: 

    Rivelazione 21: 3 - "Guarda che la tenda di Dio è con l'umanità".

    Rivelazione 7:15 - La grande folla "sono davanti al trono di Dio; e lo stanno rendendo sacro servizio giorno e notte nel suo tempio; e l'Uno [Dio] seduto sul trono allargherà la sua tenda su di loro".

    È probabile che la grande folla potrebbe essere quella descritta come 144,000. Apocalisse 7: 4 “e ho sentito il numero di quelli sigillati"

    Quando l'apostolo Giovanni scrive in Apocalisse 7: 9 - “Dopo queste cose Ho visto e guarda una grande folla ” ora stava vedendo la conferma di ciò che aveva appena sentito? Che si tratti di un numero letterale o probabilmente di un numero simbolico, anche 144,000 è una grande folla equivalente a un massimo di tre grandi stadi inglesi completi per Premiership da 50 mila a 60 mila persone ciascuno.

     

    • Ruolo: Nazione di Israele

    Originale: Nazione di Israele formata da classe sacerdotale (leviti) e israeliti non levitici Parallelo: Israele di Dio composto da una classe sacerdotale (simbolica 144,000) e una classe non sacerdotale (ingiusti risuscitati che si pentono e si concedono la vita forse alla fine dei mille anni?)

     

    • Le classi sacerdotali e non sacerdotali servono insieme Geova e Gesù qui sulla terra.

     

    • Nessun danno da fare sulla terra ad Armaghedon fino a quando il simbolico 144,000 non sarà sigillato. Nessuna menzione del fatto che siano in paradiso, piuttosto molti, certamente quelli vivi in ​​quel momento devono essere sulla terra poiché la distruzione viene trattenuta fino a quando non vengono sigillati. Rivelazione 7: 1-4. Vedi anche Matthew 24: 31 e Mark 13: 27.

    Scritture: 

    Rivelazione 5: 10 "Li hai fatti diventare un regno e sacerdoti per il nostro Dio e devono governare come re sulla terra"

    Rivelazione 7: 4,9 "144,000 sigillato dai figli di Israele" "e guarda una grande folla, che nessun uomo è stato in grado di contare su tutte le nazioni ... in piedi davanti al Trono e l'Agnello"

     

    • Ruolo: One Flock aka Israele di Dio

    Originale: Gregge piccolo e altre pecore            

    Parallelo: Discepoli (ebrei che si pentirono e accettarono Gesù come Messia) e i cristiani gentili.

    • Gesù si identificò come il pastore e stava parlando ai suoi discepoli in questo momento. (Luke 12: 32, John 10: 16)
    • Ai Gentili non era ancora stata data l'opportunità di diventare parte dell'Israele di Dio in questo momento. Ciò accadde tre anni e mezzo dopo con il battesimo di Cornelio e della sua famiglia. (vedi Atti 10)

    Scritture: 

    Luca 12: 32 "Non temere, piccolo gregge, perché tuo Padre ha approvato di darti il ​​regno".

    John 10: 16 “Ho altre pecore che non sono di questo ovile; anche questi devo portare, e ascolteranno la mia voce e diventeranno un gregge, un pastore ”

    Efesini 2: 14-22 che parla di 2 popoli [ebrei e gentili e residenti stranieri], [greggi] precedentemente separati, trasformati in un uomo nuovo [un gregge] come concittadini dei santi.

    Efesini 4: 1-4 che dice chiaramente “C'è un solo corpo e un solo spirito, proprio come foste chiamati nell'unica speranza a cui foste chiamati; 5 un Signore, una fede, un battesimo ”. C'è una speranza, (non una speranza legata al cielo e alla terra), una sola fede e una battesimo. (Matthew 28: 19, Atti 2: 38, John 3: 5-6)

     

    • Ruolo: Pasto / Memoriale di Pasqua

    Originale: Tutti gli israeliti

    Parallelo: Entrambi i sacerdoti \ leviti e gli israeliti parteciparono alla cena di Pasqua. Gesù comandò ai suoi discepoli di prendere parte alla cena commemorativa in ricordo del suo sacrificio di riscatto.

     

    • Se qualcuno non ha preso parte al pasto originale della Pasqua ebraica, sono morti per aver mostrato mancanza di fiducia nella fornitura di fuga di Geova.
    • Se qualcuno non prende parte al pasto serale del Signore, allora sta mostrando una mancanza di fiducia nella fornitura di Geova di sfuggire al peccato e alla morte a causa dell'imperfezione. Il sacrificio di riscatto di Gesù è il provvedimento per sfuggire alla morte mediante il peccato e il giudizio secondo il parallelo. In che modo Gesù tratterà coloro che mostrano mancanza di rispetto per il suo sacrificio? Questo resta da vedere, ma Salmo 2: 11-12 indica l'accettazione e l'obbedienza al Figlio [Gesù] è vitale per la vita.

    Scritture: 

    Esodo 12: 12-17 "13E il sangue deve servire come IL TUO segno sulle case in cui ti trovi; e devo vedere il sangue e passarti sopra, e la peste non arriverà su di te come una rovina quando colpirò il paese d'Egitto. "

    Luke 22: 19-20 “Inoltre, prese una pagnotta, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: “Questo significa che il mio corpo deve essere dato a VOSTRO. Continua a farlo in ricordo di me. "  20 Inoltre, il calice allo stesso modo dopo aver cenato, dicendo: "Questo calice significa la nuova alleanza in virtù del mio sangue, che deve essere versato a VOSTRO."

    1 Corinthians 11: 24-32 "29Perché chi mangia e beve mangia e beve giudizio contro se stesso se non discerne il corpo. ""32 Tuttavia, quando siamo giudicati, siamo disciplinati da Geova che non possiamo diventare condannato con il mondo ".

     

    Altri versetti rilevanti

    1. Ebrei 9: 1-12,24-25 e Ebrei 10: 19-24

    “In effetti, i primi regolamenti per il culto riguardavano a mondano Luogo sacro. 2 Quindi prepararono questa prima tenda, che conteneva sia il candelabro [sacro] che il tavolo per il pane dello spettacolo, e questo fu chiamato Santo. 3 Poi dietro il sipario c'era una seconda tenda che era chiamata la Santissima. 4 Conteneva un portaincenso d'oro e il Cassa del Sacro Accordo, che era completamente ricoperto d'oro e conteneva il vaso d'oro della manna, il bastone di Aaronne che faceva crescere i boccioli e le Tavole dell'Accordo [Sacro]. 5 Poi sopra c'erano i gloriosi cherubini che gettavano un'ombra sulla copertina ... quindi ora discutiamo alcuni dettagli di queste cose.

    6 Dopo che furono tutti costruiti, i sacerdoti entrarono regolarmente nella prima tenda per svolgere i loro sacri doveri. 7 Tuttavia, la seconda [tenda] veniva inserita solo una volta all'anno, e proprio dal Sommo Sacerdote. E nemmeno lui poteva entrarvi senza il sangue, che doveva offrire sia per sé che per i peccati dell'ignoranza dei popoli.

    8 In questo momento, Holy Breath chiarisce che l'ingresso al Il Santissimo non poteva essere visto mentre la prima tenda era in piedi ... 9 e questa è un'illustrazione del tempo in cui viviamo adesso. [riferendosi al tempo in cui vivevano i primi cristiani e alla tenda / tempio che presto sarebbero stati distrutti]  Quindi, con questa illustrazione in mente, [ricorda che] i doni e i sacrifici offerti non potevano rendere perfetta la coscienza di colui che stava servendo lì, 10 poiché l'intera cosa aveva a che fare con il cibo, le bevande e i tipi di pulizia, che erano carne, requisiti legali [che sarebbero durati] fino a quando sarebbe stato imposto il tempo per sistemare le cose.

    11 Quindi quando il Unto è venuto come Sommo Sacerdote delle cose buone attraverso la tenda più grande e più perfetta che non era stata fatta da mani [umane] (cioè, non faceva parte di questa creazione), 12 non è entrato nel Santissimo con sangue di capre e di giovani tori; anzi, [è entrato] nel Luogo Sacro con il proprio sangue una volta per tutte per provvedere a noi un riscatto secolare!

    24Quindi l'Unto non è entrato in un Santissimo fatto con le mani (che è solo una copia della cosa reale); anzi, è effettivamente entrato nel paradiso stesso per stare davanti al Dio a nostro favore! 25 Né deve offrirsi spesso, come deve fare il Sommo Sacerdote che ogni anno entra nel Santissimo con sangue che non è il suo. (2001T)

    Ebrei 10: 19-24  “Quindi fratelli; Possiamo affermare con sicurezza che abbiamo un ingresso nel Luogo Santissimo attraverso il sangue di Gesù, 20 perché ha preparato una via attraverso il sipario per noi ... un modo sacrificale ma vivente, attraverso la sua carne. 21 E poiché ora abbiamo un sacerdote così grande che è sopra la casa di Dio, 22 avviciniamolo con un cuore onesto e una fede completa, dopo aver sciacquato la coscienza malvagia dai nostri cuori e aver lavato i nostri corpi con acqua pulita. 23 Allora aggrappiamoci alla confessione della nostra speranza e non arrendiamoci, perché Colui che ci ha fatto questa promessa è fedele. 24 E continuiamo a ricordarci di aiutarci a vicenda a crescere nell'amore e nelle buone azioni ". (2001T)

    Questi versetti sono citati dal 2001Translation che fornisce un resoconto molto più comprensibile dei parallelismi coinvolti nel tabernacolo \ tempio e nel sacrificio di Gesù.

     

    1. Salmo 110: 1

    “L'espressione di Geova al mio Signore è:“ Siedi alla mia destra, finché non posizionerò i tuoi nemici come uno sgabello per i tuoi piedi ”.

    In questo verso, il Messia è invitato da Dio a sedersi alla sua destra finché non pone i suoi nemici come sgabello per i suoi piedi. La parola "fino a" è un qualificatore. Il significato è chiaro; il Messia siede alla destra di Dio per un tempo limitato, finché i suoi nemici non vengono sconfitti.
    Se il Messia rimane alla destra di Dio per un tempo limitato, dove andrà dopo? La risposta, come suggeriscono altre scritture discusse in questi articoli, è qui sulla terra, per governare con gli eletti.

     

    1. Matthew 11: 11-12

    "11 Davvero dico a voi gente, Tra i nati da donne non è stato allevato un maggiore di Giovanni Battista; ma una persona minore nel regno dei cieli è più grande di lui. 12 Ma dai tempi di Giovanni Battista fino ad ora il regno dei cieli è l'obiettivo verso il quale gli uomini premonoe quelli che spingono in avanti lo stanno afferrando. 13 Per tutti, i Profeti e la Legge, profetizzarono fino a Giovanni; "

    Gesù è qui a fare un confronto. Era tra Giovanni che era il più grande uomo nato da donna fino a quel momento in contrasto con qualcuno che è glorificato, potenziato e immortalato nel regno. Questo è un confronto di esultanza. Quello che Gesù sta dicendo in termini colloquiali è che se Giovanni è il meglio che questo mondo ha da offrire, allora non hai ancora visto niente! Gesù non stava dicendo che Giovanni non sarebbe stato presente nel regno. Non è ragionevole credere che l'uomo che Gesù considerava il più grande uomo nato da donna avrebbe perso questa ricompensa, mentre si dice che Abramo, Isacco e Giacobbe insieme a tutti i fedeli dell'antichità erediterebbero la suddetta promessa / regno. (Vedi Matteo 8 e Luca 13 nella sezione: Credenze del I secolo). Ricorda che Gesù ha detto quelle in il regno dei cieli. Nessuno era ancora in quel regno, come dice dopo, cioè "L'obiettivo verso cui gli uomini premono". vale a dire coloro che servono Gesù e Geova in un modo accettabile per lui e gli viene dato il dono della vita perfetta eterna nel suo regno hanno ottenuto qualcosa di ancora più grande dell'essere il profeta che ha aperto la strada al Messia (anche se quello era il più grande privilegio di data per qualsiasi essere umano imperfetto).

     

    1. Matthew 26: 26-29

    "27 Inoltre, prese un calice e, dopo aver ringraziato, lo diede loro, dicendo: “Bevetene fuori, tutti voi; 28 poiché questo significa il mio "sangue dell'alleanza", che deve essere versato in nome di molti per il perdono dei peccati. 29 Ma io ti dico che da allora in poi non berrò alcuno di questo prodotto della vite fino a quel giorno in cui lo berrò nuovo con te nel regno di mio Padre ”.

    Qui Gesù afferma che non avrebbe bevuto vino fino a quando non fosse stato con loro nel regno di suo padre. Certo, molti interpretano questo come bere simbolico, ma per quanto sappiamo non c'è vino in cielo, quindi perché Gesù dovrebbe fare questa affermazione se non fosse presa alla lettera, ed è così che sarebbe stata presa dai suoi discepoli. Vale a dire che quando Gesù viene (come una creatura spirituale materializzata) in quel momento beveva con loro nello stesso modo in cui mangiava quando appariva ai discepoli in Luca 24: 22 e John 21: 12-14 e mangiava pesce cotto e pane davanti ai loro occhi. (Nessun brano delle apparenze di Gesù dopo la risurrezione lo registra mentre beve vino, sebbene menzionino il mangiare)

     

    1. Luca 23: 43

    "E ha continuato dicendo: "Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno". 43 E gli disse: "In verità ti dico oggi, sarai con me in paradiso".

    Qui Gesù disse al malfattore mentre stava morendo con lui sul rogo che lui (il malfattore) sarebbe stato con lui in Paradiso. Il malfattore avrebbe capito che sarebbe il paradiso in terra e che avrebbe visto Gesù. Non ci sono prove che suggeriscano che il malfattore avrebbe avuto l'idea di andare in paradiso alla sua morte, né che avesse accettato di essere un malfattore per ottenere una tale ricompensa. Non dovremmo complicare le cose tentando di interpretare le Scritture. Gesù viene sulla terra per portare il regno e rendere la terra un paradiso.

     

    1. John 12: 34

    "Perciò la folla gli rispose: “Abbiamo sentito dalla Legge che il Cristo rimane per sempre; e come dici che il Figlio dell'uomo deve essere elevato? Chi è questo figlio dell'uomo?

    La folla capì che il Messia sarebbe rimasto per sempre sulla terra, poiché erano perplessi da Gesù dicendo che doveva essere elevato (risorto in cielo).

     

    1. Atti 2: 29-35

    "Uomini, fratelli, è possibile parlarvi con libertà di parola riguardo al capofamiglia David, che sia deceduto e sia stato sepolto e la sua tomba è tra noi fino ad oggi. 30 Pertanto, poiché era un profeta e sapeva che Dio gli aveva giurato con un giuramento che ne avrebbe fatto sedere uno dal frutto dei suoi lombi sul suo trono 31 vide in anticipo e parlò della risurrezione di Cristo, che né fu abbandonato ad Haʹdes né la sua carne vide corruzione. 32 Questo Gesù Dio è risorto, di cui siamo tutti testimoni. 33 Pertanto, poiché è stato esaltato alla destra di Dio e ha ricevuto lo spirito santo promesso dal Padre, ha riversato ciò che VEDETE e udite. 34 In realtà David non salì al cielo, ma egli stesso disse: 'Geova disse al mio Signore: “Siedi alla mia destra, 35 finché non posiziono i tuoi nemici come uno sgabello per i tuoi piedi. "

    Verse 34 afferma che il re David non è salito in cielo a differenza di Gesù. Piuttosto David stava aspettando addormentato in Sheol per la promessa di Geova di essere resuscitato sulla terra come stabilito in precedenza. David era mortale. La sua carne ha visto la corruzione. Al contrario, il corpo perfetto di Gesù non ha visto il decadimento e la corruzione, perché è stato resuscitato da Geova prima che ciò potesse accadere. Perché il terzo giorno? John 11: 39 che registra la risurrezione di Lazzaro, ci dà un indizio "Gesù disse:" Togli la pietra ". Marta, sorella del defunto, gli disse:" Signore, ormai deve annusare, perché sono quattro giorni ". I corpi iniziano a decadere sensibilmente e hanno un cattivo odore di 3 giorni dopo la morte, il tempo esatto ovviamente dipende da fattori ambientali e causa della morte. Pertanto, risuscitando Gesù all'inizio del terzo giorno, sarebbe vero che anche mentre Gesù era morto, la sua carne non vedeva corruzione.

     

    1. Atti 3: 20,21

    “Pentiti, quindi, e voltati in modo da cancellare i TUOI peccati, che le stagioni di rinfresco possano venire dalla persona di Geova e che possa inviare il Cristo nominato per TE, Gesù, che il paradiso, in verità, deve tenere dentro stesso fino ai tempi della restaurazione di tutte le cose di cui Dio ha parlato attraverso la bocca dei suoi santi profeti dei vecchi tempi ”.

    Il cielo deve tenere Gesù fino a quando non è il momento di Geova di restaurare tutte le cose secondo i suoi antichi profeti [che hanno profetizzato una risurrezione terrena] e poi Geova gli invierà un appuntamento [commissione] per mantenere questa promessa. Il restauro della perfetta vita umana sulla terra come realizzato attraverso il 'santi profeti dei vecchi tempi' (prima di Gesù).

     

    1. Romani 8: 15,16

    "Poiché TU non hai ricevuto di nuovo uno spirito di schiavitù che causa nuovamente paura, ma TU hai ricevuto uno spirito di adozione come figli, con quale spirito gridiamo:" Abba, Padre! "Lo spirito stesso testimonia con il nostro spirito che siamo figli di Dio . Se, quindi, siamo bambini, siamo anche eredi: eredi di Dio, ma eredi comuni con Cristo, purché soffriamo insieme per poter essere glorificati insieme ”.

    Che aspetto ha e come funziona il "Lo spirito stesso testimonia con il nostro spirito che siamo figli di Dio"? Uno dei frutti dello spirito è l'amore. Come disse Gesù in Giovanni 13: 34-35 "Con questo tutti sapranno che siete i miei discepoli, se avete amore tra voi". Sì, lavorando in armonia con lo Spirito Santo e mostrando amore insieme agli altri frutti dello spirito [santo] saremmo "testimoni" agli altri con il nostro spirito [desideri e sforzi] di essere figli di Dio. Come mai? In 1 Giovanni 3: 10 l'apostolo Giovanni ce lo ha ricordato "I figli di Dio e i figli del Diavolo sono evidenti da questo fatto: tutti coloro che non portano avanti la giustizia non provengono da Dio, né chi non ama suo fratello". Noterai che non esiste una terza opzione per essere "amici di Dio" come insegnato da almeno una religione. O siamo "figli di Dio o figli del Diavolo". È così semplice. Come scrisse l'apostolo Paolo in 1 Corinzi 13: 1-13, senza amore non siamo nulla.

     

    1. 2 Corinthians 1: 21,22

    “Ma colui che garantisce che TU e noi apparteniamo a Cristo e colui che ha unto [scelto] noi siamo Dio. Ha anche messo il suo sigillo su di noi e ci ha dato il segno di ciò che deve venire, cioè lo spirito, nei nostri cuori. ”

    L'unzione e il sigillo sono confermati ma non viene discussa alcuna posizione.

     

    1. 2 Corinthians 5: 1,2

    "1Perché sappiamo che se la nostra casa terrena, questa tenda, dovesse essere dissolta, dovremmo avere un edificio da Dio, una casa non fatta con le mani, eterna nei cieli.2Perché in questa dimora abitiamo davvero gemiti, desiderando ardentemente di indossare quello per noi dal cielo ”,

    Qui Paolo contrappone i nostri attuali corpi [imperfetti] terrestri, creati da [procreazione di imperfetti] umani, descritti come tende [fragili, temporanee, logore] con la speranza di un edificio, fatto da Dio [una dimora più permanente e più forte], la speranza e la promessa di cui sono "secolari, senza fine" riservate [custodite, preservate] (Colossesi 1: 5, 1 Peter 1: 3-5) nei cieli ('ouranois': presenza di Dio), sottolineando la garanzia di permanenza di questa promessa. Il contesto lo conferma come in v2 si riferisce al desiderio di essere liberato dal corpo imperfetto e indossare il corpo perfetto 'da Paradiso', (NON in paradiso). ['from': Strong's Greek 1537 'ex' = fuori da (nel senso di dall'origine al risultato) cioè "dal cielo (origine) al corpo perfetto (risultato)", al contrario di "cambiare in paradiso (all'interno dell'origine)]". Inoltre, la speranza è custodita o preservata nei cieli da Geova, piuttosto che la speranza si trova nei cieli.

     

    1. Filippesi 3: 16-21

    "16In ogni caso, fino a che punto abbiamo compiuto progressi, continuiamo a camminare in modo ordinato in questa stessa routine. 17 Diventate uniti imitatori di me, fratelli, e tenete d'occhio quelli che camminano in un modo che si accorda con l'esempio che avete in noi. 18 Perché ce ne sono molti, li citavo spesso, ma ora li menziono anche con il pianto, che camminano come nemici del palo di tortura di Cristo, 19 e il loro fine è la distruzione, e il loro Dio è il loro ventre, e la loro gloria consiste nella loro vergogna, e hanno le loro menti sulle cose sulla terra. 20 Quanto a noi, la nostra cittadinanza esiste nei cieli, da cui anche noi aspettiamo con impazienza un salvatore, il Signore Gesù Cristo,21 che ridisegnerà il nostro corpo umiliato per renderlo conforme al suo corpo glorioso in base all'operazione del potere che ha, anche per sottoporre tutte le cose a se stesso ”.

    Il contesto è che Paolo sta parlando di ex cristiani che ora si opponevano ai loro ex fratelli e quindi a Gesù. Nel fare ciò, ora avevano la mente fissata su cose terrene. (Potremmo aspettarci che includano piaceri eccessivi "il loro Dio è il loro ventre" e la ricerca del potere). Ciò contrasta con l'atteggiamento di Paolo e di coloro che ancora lottano come cristiani, che guardavano alle cose celesti, come la promessa di essere [ereditare] il Regno di Dio. (Cittadinanza - 4175 greco di Strong = forma di governo, commonwealth,) La forma di governo o commonwealth, o cittadinanza come entità, di questo regno esisteva già nei cieli ((1) 'ouranois' - presenza di Dio), incarnata in Gesù Re di quel regno e quindi non un regno terrestre \ cittadinanza temporaneo, a meno che ovviamente non lo respingessero personalmente come avevano fatto gli ex cristiani. Alla fine, Gesù verrebbe dai cieli implicitamente sulla terra dove si trovavano (o sarebbe dopo la risurrezione), per cambiare i loro corpi umani imperfetti in simili (non uguali!) (conformato - Strong's Greek 4832 - 'summorphus' = simile) cioè perfetto corpo glorioso (come opposto dell'imperfetto) come il Cristo risorto. Non sarebbe un corpo spirituale come Cristo perché sarebbe lo stesso tipo di corpo (spirito) piuttosto che un tipo di corpo simile. Ora essendo perfetti, potevano ereditare il Regno di Dio e diventare sia cittadini permanenti che parte della forma di governo di quel regno.

     

    1. 1 Tessalonicesi 4: 16,17

    "16perché il Signore stesso discenderà dal cielo con una chiamata imponente, con la voce di un arcangelo e con la tromba di Dio, e quelli che sono morti in unione con Cristo sorgeranno per primi. 17 In seguito noi viventi che sopravvivremo, insieme a loro, saremo catturati nelle [nuvole] per incontrare [per l'incontro di] il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore ”.

    Dopo una risurrezione (sulla terra), questi più quelli che vivono ancora sulla terra vengono catturati per incontrare il Signore nel aria (greco: l'aria che respiriamo) o cieli terrestri inferiori, non nel regno degli spiriti. ['to meet' è il greco di Strong - 529 'apantesin': l'atto di riunione, di solito usato per indicare l'uscita da un luogo di una persona (e) per incontrare un funzionario appena nominato o in arrivo e tornare con loro nel luogo da cui quella persona (e) ha lasciato. Ad esempio, lasciando il centro di Londra per salutare e incontrare il Primo Ministro proveniente da Glasgow e tornando con lui nel centro di Londra. Vedi anche Matthew 25: 1, 6 e Atti 28: 15 come esempi dello stesso uso di 'apantesin'.] Quindi, la comprensione di questi versetti sarebbe che vanno incontro a Gesù nell'aria e ritornano sulla terra con lui.

     

    1. Ebrei 11: 39,40

    "Eppure tutti questi, sebbene avessero testimoniato loro attraverso la loro fede, non ottennero la [realizzazione della promessa],40 poiché Dio prevedeva qualcosa di meglio per noi, affinché non potessero essere resi perfetti a parte noi ”.

    Dopo aver discusso di molti fedeli israeliti, come Giosuè, Jepthah, David, ecc., Paolo afferma che Geova non ha mantenuto la promessa di una risurrezione lì e poi, perché stava aspettando (per il sacrificio di riscatto di Gesù) di poter rendere perfetti tutti gli umani ancora, contemporaneamente 'l'ultimo giorno'. Pertanto, i fedeli israeliti che erano morti tra cui Giovanni Battista sarebbero stati resi perfetti allo stesso tempo dell'Israele di Dio, alla fine di Armaghedon.

     

    1. 1 Peter 2: 9

    "Ma TU sei “una razza eletta, un sacerdozio reale, una nazione santa, un popolo per un possesso speciale, che dovresti dichiarare all'estero le eccellenze” di quello che TI chiamò dalle tenebre nella sua meravigliosa luce. Perché una volta non eri un popolo, ma ora sei il popolo di Dio; TU eravate quelli a cui non era stata mostrata misericordia, ma ora siete quelli a cui è stata mostrata misericordia. "

    Ancora una volta, i cristiani sarebbero stati una nazione scelta come in precedenza erano gli israeliti, ma non si discute di nessun cambiamento di dimora dalla terra al cielo.

     

    1. 2 Peter 1: 10,11

    "Per questo, fratelli, tanto più fate del VOSTRO per rendere sicuri di voi stessi la chiamata e la scelta di voi; poiché se continui a fare queste cose, non fallirai mai. In effetti, così vi sarà riccamente fornito ingresso nel regno eterno di nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo ”.

    Qui Pietro parlò di come ottenere l'ingresso nel regno eterno, ma specificò dove sarebbe stato questo regno. In assenza di una chiara direzione scritturale, al contrario, per impostazione predefinita questo sarebbe inteso come sulla terra.

     

    1. 1 John 2: 20,27

    “E tu hai un'unzione dal santo; tutti voi avete conoscenza. Ti scrivo non perché non conosci la verità, ma perché la conosci e perché nessuna menzogna ha origine nella verità. Chi è il bugiardo se non è quello che nega che Gesù è il Cristo? Questo è l'anticristo, quello che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio non ha neanche il Padre. Chi confessa il Figlio ha anche il Padre. Quanto a te, lascia che ciò che hai ascoltato [dall'inizio] rimanga in te. Se ciò che hai ascoltato [dall'inizio] rimane in TE, rimarrai anche in unione con il Figlio e in unione con il Padre. Inoltre, questa è la cosa promessa che lui stesso ci ha promesso, la vita eterna. "

    La vita eterna è la promessa tenuta a tutti i cristiani. Quindi, la vita eterna sarebbe nella stessa posizione sia per i re / sacerdoti che per gli altri giusti.

     

    1. 1 John 3: 2

    "Diletti, ora siamo figli di Dio, ma ancora non è stato reso manifesto ciò che saremo. Sappiamo che ogni volta che si manifesta saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è. "

    C'è un'informazione molto importante in questo verso, "ciò che saremo non è stato ancora rivelato." Il punto è che gli eletti / scelti non sanno cosa saranno.

    • Sapranno solo quando Cristo verrà rivelato / ritornerà.
    • Ora sappiamo che gli esseri umani e le creature spirituali sono stati rivelati.
    • Al contrario, sappiamo ben poco della "nuova creazione", non è stata ancora rivelata.

    Ti preghiamo di seguire il ragionamento: poiché le creature spirituali sono state rivelate (sappiamo molto su di esse, come e dove risiedono e operano ecc.), Quindi la nuova creazione non può essere creature spirituali, poiché stiamo ancora aspettando la rivelazione di ciò che un nuovo la creazione è. Semplicemente, una nuova creazione non è un essere spirituale, poiché gli esseri spirituali sono stati rivelati, mentre una nuova creazione per definizione no.

    Conclusione

    1. I Patriarchi credevano nella risurrezione sulla terra e nella vita eterna. Non avevano il concetto di resurrezione in cielo.
    2. I salmisti e Salomone credevano nella risurrezione sulla terra e nella vita eterna. Non avevano il concetto di resurrezione in cielo.
    3. il 1st Gli ebrei del secolo credevano nella risurrezione sulla terra e nella vita eterna. Non avevano il concetto di resurrezione in cielo.
    4. Gesù non disse nulla per cambiare l'opinione prevalente; piuttosto ha aggiunto la conferma che anche lui credeva che la risurrezione sarebbe tornata sulla terra con la vita eterna. Non ha dato alcun concetto di resurrezione in paradiso.
    5. Gli Apostoli non scrissero nulla che contraddicesse la comprensione di 1st Secondi ebrei e insegnamenti di Gesù. Piuttosto hanno confermato questa comprensione.
    6. L'Insegnamento della Risurrezione non fa nulla per cambiare le precedenti comprensioni.
    7. L'implicazione della valutazione dei parallelismi biblici tra l'antico Israele e l'Israele spirituale è che non esiste risurrezione in cielo per gli umani, ma solo sulla terra.

Quindi, dopo aver considerato le prove di ciascun gruppo (1-7) le risposte alle domande sollevate all'inizio sono:

È stata mai insegnata una speranza celeste?

Risposta: Dalle prove esaminate, non è mai stato insegnato nelle Scritture (anche se molte religioni lo insegnano o varianti di esso).

Andranno tutti in paradiso?

Risposta: No, non ci sono prove chiare per questo. Se così fosse, ci aspetteremmo che Geova avrebbe chiarito questo insegnamento nelle Scritture, come ha fatto per esempio la risurrezione e il riscatto.

Qualcuno andrà in paradiso (se sì, quanti)?

Risposta: Non esiste un chiaro insegnamento scritturale secondo cui ci saranno umani che andranno in paradiso. Gesù è l'unico che è disceso dal cielo ed è già salito in cielo.

Rimarranno tutti sulla terra?

Risposta: La conclusione, sebbene forse sorprendente per la maggior parte di noi abituata ad aspettarsi che almeno alcuni andrebbero in paradiso, deve essere: .

La Bibbia insegna qualcos'altro?

Risposta: Nessuna prova trovata di nessun altro insegnamento.

Pertanto, l'unica conclusione possibile è che la speranza dell'umanità per il futuro è quella di vivere per sempre sulla terra sia come Re e Sacerdoti che come sudditi del Regno di Cristo.

[I] Vedere la serie aggiuntiva di articoli intitolata “La speranza della risurrezione: il dono di Dio all'umanità” per ulteriori dettagli scritturali su quando e dove sarebbe avvenuta la risurrezione nell'ultimo giorno.

[Ii] Vedi le serie aggiuntive intitolate "La speranza della risurrezione - Il dono di Dio all'umanità"

Tadua

Articoli di Tadua.
    14
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x