In un video recente Ho prodotto, uno dei commentatori ha fatto eccezione alla mia affermazione che Gesù non è Michele Arcangelo. La convinzione che Michele sia il Gesù preumano è sostenuta dai testimoni di Geova e dagli avventisti del settimo giorno, tra gli altri.

Chiedi ai testimoni di scoprire qualche segreto che per secoli è stato ben nascosto nella parola di Dio, qualcosa che tutti gli altri studenti e studiosi della Bibbia hanno perso nel corso dei secoli. O stanno saltando a conclusioni basate su una premessa errata? Da dove viene questa idea? Come vedremo, la risposta a questa domanda è una lezione pratica sui pericoli dello studio biblico eisegetico.

L'insegnamento ufficiale JW

Ma prima di salire su quel giro piuttosto tortuoso, comprendiamo innanzitutto la posizione ufficiale di JW:

Noterai da questo che l'intera dottrina è basata su inferenza e implicazione, non su qualcosa che è esplicitamente dichiarato nella Scrittura. Infatti, nell'8 febbraio 2002 Sveglio! arrivano fino a riconoscere questo:

"Mentre non vi è alcuna dichiarazione nella Bibbia che identifichi categoricamente Michele l'arcangelo come Gesù, esiste una scrittura che collega Gesù all'ufficio dell'arcangelo". (G02 2 / 8 p. 17)

Stiamo parlando della natura stessa di Gesù, colui che fu mandato per spiegarci Dio, colui che dovremmo imitare in tutte le cose. Dio ci darebbe davvero solo una scrittura, e quella, solo un'inferenza, per spiegare la natura del suo unigenito Figlio?

Uno sguardo esegetico alla domanda

Affrontiamolo senza preconcetti. Cosa ci insegna la Bibbia su Michele?

Daniel rivela che Michael è uno dei principali principi tra gli angeli. Citando da Daniel:

“Ma il principe del regno reale della Persia si è opposto a me per i giorni di 21. Ma poi Michele, uno dei principali principi, venne ad aiutarmi; e sono rimasto lì accanto ai re di Persia. "(Da 10: 13)

Ciò che possiamo ricavare da questo è che mentre Michael era molto più anziano, non era senza pari. C'erano altri angeli come lui, altri principi.

Altre versioni lo rendono così:

"Uno dei principi principali" - NIV

"Uno degli arcangeli" - NLT

"Uno dei principi principali" - NET

Il rendering di gran lunga più comune è "uno dei principi principali".

Cos'altro impariamo su Michael. Apprendiamo che era il principe o l'angelo assegnato alla nazione di Israele. Daniel dice:

“Tuttavia, ti dirò le cose registrate negli scritti della verità. Non c'è nessuno che mi sostenga fortemente in queste cose tranne Michael, il tuo principe. ”(Da 10: 21)

“Durante quel periodo Michael si alzerà, il grande principe che sta in piedi a favore della tua gente. E si verificherà un momento di angoscia come non si è verificato da quando vi è stata una nazione fino a quel momento. E durante quel periodo la tua gente scapperà, tutti quelli che verranno trovati scritti nel libro. ”(Da 12: 1)

Apprendiamo che Michael è un angelo guerriero. In Daniele, ha combattuto con il principe di Persia, a quanto pare l'angelo caduto che ora era sul regno di Persia. In Rivelazione, lui e altri angeli sotto la sua guida combattono contro Satana ei suoi angeli. Lettura dall'Apocalisse:

"E la guerra è scoppiata in cielo: Michael e i suoi angeli hanno combattuto con il drago e il drago e i suoi angeli hanno combattuto" (Re 12: 7)

Ma è in Jude che apprendiamo del suo titolo.

"Ma quando Michele Arcangelo ebbe una differenza con il Diavolo e contestò il corpo di Mosè, non osò esprimere un giudizio contro di lui in termini offensivi, ma disse:" Possa Geova rimproverarti "." (Jude 9)

La parola greca qui è Archaggelos che secondo Strong's Concordance significa "un capo angelo". La stessa concordanza dà come suo uso: "un governatore di angeli, un angelo superiore, un arcangelo". Notare l'articolo indefinito. Ciò che apprendiamo in Giuda non contraddice ciò che già sappiamo da Daniele, che Michele era un capo angelo, ma che c'erano altri capi angelici. Ad esempio, se leggi che Harry, il principe, ha sposato Meghan Markle, non presumi che ci sia un solo principe. Sai che ce ne sono di più, ma capisci anche che Harry è uno di loro. È lo stesso con Michele, l'arcangelo.

Chi sono gli anziani della rivelazione di 24?

Le illustrazioni sono tutte buone e buone, ma non servono come prova. Le illustrazioni hanno lo scopo di spiegare una verità già stabilita. Quindi, nel caso in cui ci sia ancora dubbio che Michele non sia l'unico arcangelo, considera questo:

Paolo disse agli Efesini:

"A cui ogni famiglia in cielo e sulla terra deve il suo nome." (Eph 3: 15)

La natura delle famiglie in cielo deve essere diversa da quelle sulla terra dato che gli angeli non procreano, ma sembra che sia in atto una qualche forma di organizzazione o raggruppamento. Queste famiglie hanno capi?

Che ci siano più capi o principi o arcangeli può essere dedotto da una delle visioni di Daniele. Egli ha detto :

“Ho continuato a guardare fino a quando i troni sono stati messi in atto e l'Antico dei Giorni si è seduto ... . ”(Da 7: 9)

“Continuavo a guardare nelle visioni della notte e guarda! con le nuvole dei cieli, stava arrivando qualcuno come un figlio dell'uomo; e ottenne l'accesso all'Antico dei Giorni, e lo avvicinarono a quello precedente. . . . ”(Da 7: 13, 14)

Evidentemente ci sono troni in cielo, oltre a quello principale su cui siede Geova. Questi troni aggiuntivi non sono dove Gesù siede in questa visione, perché è stato generato prima dell'Antico dei Giorni. In un racconto simile, Giovanni parla di 24 troni. Andando alla Rivelazione:

"Tutto intorno al trono c'erano troni 24, e su questi troni vidi anziani 24 seduti vestiti in abiti bianchi e sulla testa corone d'oro." (Re 4: 4)

Chi altro potrebbe sedersi su questi troni se non i principali principi angelici, i capi angeli o gli arcangeli? I testimoni insegnano che questi troni sono per i fratelli unti risorti di Cristo, ma come potrebbe essere quando sono risorti solo alla seconda venuta di Gesù, ma nella visione uno di loro è visto parlare con Giovanni, circa 1,900 anni fa. Inoltre, una rappresentazione simile a quella appena descritta da Daniele può essere vista in Apocalisse 5: 6

“. . .E vidi in piedi in mezzo al trono e delle quattro creature viventi e in mezzo agli anziani un agnello che sembrava essere stato macellato,. . . ”(Re 5: 6)

Infine, Apocalisse 7 parla di 144,000 proveniente da ogni tribù dei figli d'Israele in piedi davanti al trono. Parla anche di una grande folla in cielo in piedi nel tempio o santuario davanti al trono di Dio. Pertanto, Gesù, l'Agnello di Dio, lo 144,000 e la Grande Folla sono tutti raffigurati in piedi davanti al trono di Dio e ai troni degli anziani di 24.

Se consideriamo tutti questi versetti insieme, l'unica cosa che si adatta è che ci sono troni angelici in cielo su cui siedono i principali angeli o arcangeli che comprendono i principali principi angelici, e Michael è uno di loro, ma davanti a loro sta l'Agnello che è Gesù insieme ai figli di Dio presi dalla terra per governare con Cristo.

Da tutto quanto precede, è ormai sicuro affermare che nella Scrittura non c'è nulla che indichi che esiste un solo angelo capo, un solo arcangelo, come sostiene l'Organizzazione.

Si può essere un capo o un sovrano degli angeli senza essere un angelo? Naturalmente, Dio è il capo o il sovrano definitivo degli angeli, ma questo non lo rende un angelo o un arcangelo. Allo stesso modo, quando a Gesù fu concessa "ogni autorità in cielo e in terra", divenne il capo di tutti gli angeli, ma ancora una volta, essere il capo degli angeli non gli richiede di essere un angelo più di quanto richiede che Dio sia uno . (Matteo 28:18)

E la Scrittura che implica che Gesù sia l'arcangelo? Non ce n'è uno. C'è una scrittura che potrebbe implicare che Gesù sia un arcangelo, come in una delle tante, ma nulla implica che sia l'unico arcangelo, e quindi Michele. Leggiamolo di nuovo, questa volta dalla versione inglese standard:

“Poiché il Signore stesso discenderà dal cielo con un grido di comando, con la voce di un arcangelo e con il suono della tromba di Dio. E i morti in Cristo risorgeranno per primi. ”(1 Th 4: 16 ESV)

"La voce di un arcangelo" e "la voce della tromba di Dio". Cosa potrebbe significare? L'uso dell'articolo indefinito significa che non si tratta di un individuo unico, come Michael. Tuttavia, significa che Gesù è almeno uno degli arcangeli? Oppure la frase si riferisce alla natura del "grido di comando". Se parla con la voce della tromba di Dio, diventa la tromba di Dio? Allo stesso modo, se parla con la voce di un arcangelo, è necessario che sia un arcangelo? Vediamo come viene usata la "voce" nella Bibbia.

"Una voce forte come quella di una tromba" - Re 1: 10

"La sua voce era come il suono di molte acque" - Re 1: 15

“Una voce dal tuono” - Re 6: 1

"Una voce forte proprio come quando un leone ruggisce" - Re 10: 3

In un'occasione il re Erode parlò scioccamente con “la voce di un dio, e non di un uomo” (Atti 12:22) per cui fu colpito da Geova. Da questo, possiamo capire che 1 Tessalonicesi 4:16 non sta facendo un commento sulla natura di Gesù, cioè che è un angelo; ma piuttosto attribuisce una qualità di comando al suo grido, poiché parla con una voce come quella di chi comanda gli angeli.

Tuttavia, questo non è sufficiente per rimuovere ogni dubbio. Ciò di cui abbiamo bisogno sono scritture che eliminino categoricamente la possibilità che Michele e Gesù siano la stessa cosa. Ricorda, sappiamo con certezza che Michael è un angelo. Quindi, anche Gesù è un angelo?

Paolo ne parla ai Galati:

“Perché allora la Legge? Fu aggiunto per rendere manifeste le trasgressioni, finché non arrivasse la progenie a cui era stata fatta la promessa; ed è stato trasmesso attraverso gli angeli dalla mano di un mediatore. ”(Ga 3: 19)

Ora dice: "trasmesso per mezzo degli angeli dalla mano di un mediatore". Quel mediatore era Mosè tramite il quale gli israeliti stipularono una relazione di patto con Geova. La legge è stata trasmessa dagli angeli. Gesù era incluso in quel gruppo, forse come loro leader?

Non secondo lo scrittore di ebrei:

“Perché se la parola pronunciata attraverso gli angeli si dimostrasse sicura e ogni trasgressione e atto disobbediente ricevessero una punizione in armonia con la giustizia, come potremo scappare se abbiamo trascurato una così grande salvezza? Perché cominciò a essere parlato attraverso il nostro Signore e fu verificato per noi da coloro che lo ascoltarono ”(Eb 2: 2, 3)

Questa è un'affermazione contrastante, un argomento molto di più. Se fossero puniti per aver ignorato la legge che venne tramite gli angeli, quanto più saremo puniti per aver trascurato la salvezza che viene tramite Gesù? Sta mettendo in contrasto Gesù con gli angeli, il che non ha senso se è lui stesso un angelo.

Ma c'è di più. Il Libro degli Ebrei si apre con questa linea di ragionamento:

“Ad esempio, a quale degli angeli Dio ha mai detto:“ Sei mio figlio; oggi sono diventato tuo padre ”? E ancora: "Diventerò suo padre e diventerà mio figlio"? "(Heb 1: 5)

E…

"Ma su quale degli angeli abbia mai detto:" Siedi alla mia mano destra finché non posiziono i tuoi nemici come uno sgabello per i tuoi piedi "?" (Eb 1: 13)

Ancora una volta, niente di tutto questo ha senso se Gesù è un angelo. Se Gesù è l'arcangelo Michele, allora quando lo scrittore chiede: "A quale degli angeli Dio ha mai detto ...?", Possiamo rispondere: "A quale angelo? Perché a Gesù sciocco! Dopotutto, non è l'arcangelo Michele? "

Vedi che sciocchezza è sostenere che Gesù è Michele? In effetti, l'insegnamento dell'Organizzazione dei Testimoni di Geova si prende gioco dell'intero ragionamento di Paolo?

Pulizia delle estremità allentate

Qualcuno potrebbe far notare che Ebrei 1: 4 supporta l'idea che Gesù e gli angeli fossero pari. Si legge:

"Quindi è diventato migliore degli angeli nella misura in cui ha ereditato un nome più eccellente del loro." (Heb 1: 4)

Suggerirebbero che per essere migliore, significa che doveva iniziare come un uguale o un locatore. Questo potrebbe sembrare un punto valido, ma nessuna nostra interpretazione dovrebbe mai mettere in discussione l'armonia biblica. "Che Dio sia trovato vero, anche se ogni uomo è un bugiardo". (Romani 3: 4) Pertanto, vogliamo considerare questo versetto nel contesto per risolvere questo conflitto. Ad esempio, leggiamo due versetti indietro:

"Ora alla fine di questi giorni ci ha parlato per mezzo di un Figlio, che ha nominato erede di tutte le cose e attraverso il quale ha creato i sistemi di cose". (Eb 1: 2)

La frase "alla fine di questi giorni" è critica. Ebrei furono scritti solo pochi anni prima della fine del sistema di cose giudaico. In quel tempo della fine, era Gesù, come uomo, che aveva parlato loro. Hanno ricevuto la parola di Dio, non tramite gli angeli, ma tramite il Figlio dell'uomo. Eppure non era un semplice uomo. Era quello "per mezzo del quale [Dio] ha creato i sistemi di cose". Nessun angelo può rivendicare un tale pedigree.

Quella comunicazione da parte di Dio è avvenuta mentre Gesù era un uomo, inferiore agli angeli. La Bibbia dice di Gesù che "non si fece alcuna reputazione, e prese su di lui la forma di un servo, e fu fatto a somiglianza di uomini". (Filippesi 2: 7 KJV)

Fu da quello stato umile che Gesù fu risuscitato e divenne migliore degli angeli.

Da tutto ciò che abbiamo appena visto, sembra che la Bibbia ci stia dicendo che Gesù non è un angelo. Pertanto, non poteva essere Michele Arcangelo. Questo ci porta a chiederci, qual è la vera natura del nostro Signore Gesù? Questa è una domanda a cui faremo del nostro meglio per rispondere in un video futuro. Tuttavia, prima di poter andare avanti, non abbiamo ancora risposto alla domanda sollevata all'inizio di questo video. Perché i testimoni di Geova credono e insegnano che Michele Arcangelo è Gesù nella sua esistenza preumana?

C'è molto da imparare dalla risposta a questa domanda e lo approfondiremo nel nostro prossimo video.

 

Meleti Vivlon

Articoli di Meleti Vivlon.
    65
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x