Gesù e la congregazione paleocristiana

Matteo 1: 18-20 riporta come Maria rimase incinta di Gesù. “Durante il periodo in cui sua madre Maria fu promessa in matrimonio con Giuseppe, fu trovata incinta dallo spirito santo prima che fossero uniti. 19 Comunque, suo marito Joseph, poiché era giusto e non voleva renderla uno spettacolo pubblico, intendeva divorziarla segretamente. 20 Ma dopo aver riflettuto su queste cose, guarda! L'angelo di Geova gli apparve in sogno, dicendo: "Giuseppe, figlio di Davide, non temere di portare a casa tua moglie Maria, poiché ciò che è stato generato in lei è dallo Spirito Santo". Ci identifica che la forza vitale di Gesù fu trasferita dal cielo nel grembo di Maria per mezzo dello Spirito Santo.

Matteo 3:16 registra il battesimo di Gesù e la manifestazione visibile dello Spirito Santo che viene su di lui, “Dopo essere stato battezzato, Gesù uscì immediatamente dall'acqua; e guarda! i cieli si aprirono e vide che scendeva come una colomba lo spirito di Dio che gli veniva addosso. " Questo è stato un chiaro riconoscimento insieme alla voce dal cielo che era il figlio di Dio.

Luca 11:13 è significativo in quanto ha segnato un cambiamento. Fino al tempo di Gesù, Dio aveva dato o posto il suo Spirito Santo su quelli scelti come un chiaro simbolo della sua scelta. Ora, nota ciò che Gesù disse "Pertanto, se TU, pur essendo malvagio, sai come fare buoni doni ai TUOI figli, quanto più lo farà il Padre celeste dà lo spirito santo a quelli che glielo chiedono!". Sì, ora quei cristiani sinceri di cuore potevano chiedere lo Spirito Santo! Ma per cosa? Il contesto di questo versetto, Luca 11: 6, indica che doveva fare qualcosa di buono agli altri con esso, nell'illustrazione di Gesù per mostrare ospitalità a un amico che arrivò inaspettatamente.

Luca 12: 10-12 è anche una scrittura molto importante da tenere a mente. Si afferma:E chiunque dica una parola contro il Figlio dell'uomo, gli sarà perdonato; ma chi bestemmia contro lo spirito santo non lo perdonerà. 11 Ma quando ti portano davanti alle assemblee pubbliche e ai funzionari e autorità del governo, non preoccuparti di come o di cosa parlerai in difesa o di ciò che dirai; 12 per lo spirito santo TI insegnerà proprio in quell'ora le cose che dovresti dire. "

In primo luogo, siamo avvertiti di non bestemmiare contro lo Spirito Santo, che è calunniare o parlare contro il male. In particolare, ciò significherebbe probabilmente negare il pulire campo manifestazione dello Spirito Santo o della sua fonte, come fecero i farisei sui miracoli di Gesù sostenendo che il suo potere proveniva da Belzebù (Matteo 12:24).

In secondo luogo, la parola greca tradotta "insegnare" è "didasko", E in questo contesto, significa"ti farà imparare dalle Scritture”. (Questa parola quasi senza eccezioni si riferisce all'insegnamento delle Scritture quando usato nelle Scritture Greche Cristiane). Il requisito ovvio è l'importanza di conoscere le Scritture rispetto a qualsiasi altro scritto. (Vedi l'account parallelo in Giovanni 14:26).

Gli apostoli hanno ricevuto lo Spirito Santo dopo la risurrezione di Gesù secondo Giovanni 20:22, “E dopo aver detto questo, soffiò su di loro e disse loro: "Ricevi lo Spirito Santo" ". Tuttavia, sembra che lo Spirito Santo dato qui fosse per aiutarli a rimanere fedeli e andare avanti per un breve periodo. Questo doveva cambiare a breve.

Lo Spirito Santo si manifesta come Doni

Ciò che accadde non molto tempo dopo fu diverso nell'applicazione e nell'uso di quei discepoli che ricevevano lo Spirito Santo a Pentecoste. Atti 1: 8 dice "Ma TU riceverai potere quando lo spirito santo arriverà su di TE, e sarai testimone di me ...". Ciò si è avverato non molti giorni dopo a Pentecoste, secondo Atti 2: 1-4 "mentre il giorno del [festival di] Pentecoste era in corso, erano tutti insieme nello stesso posto, 2 e all'improvviso si udì dal cielo un rumore simile a quello di una brezza rigida che correva, e riempì l'intera casa in cui erano seduta. 3 E le lingue come se del fuoco diventassero visibili a loro e si distribuissero, e una si sedette su ognuna di esse, 4 e si riempirono tutte di spirito santo e iniziarono a parlare in lingue diverse, proprio come lo spirito le concedeva fare enunciazione ”.

Questo racconto mostra che, piuttosto che solo potere e forza mentale per continuare, ai primi cristiani furono dati doni mediante lo Spirito Santo, come parlare in lingue, nelle lingue del loro pubblico. L'apostolo Pietro nel suo discorso a coloro che assistevano a questo evento (in adempimento di Gioele 2:28) disse ai suoi ascoltatori “Pentitevi e lasciate che ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei VOSTRI peccati e riceverete il dono gratuito dello spirito santo ”.

In che modo quei primi cristiani che non erano presenti alla riunione di Pentecoste hanno ricevuto lo Spirito Santo? Sembra che fosse solo attraverso gli Apostoli che pregavano e poi imponevano loro le mani. In effetti, fu questa limitata distribuzione dello Spirito Santo solo attraverso gli apostoli che probabilmente portò Simone a cercare di acquistare il privilegio di dare agli altri lo Spirito Santo. Atti 8: 14-20 ci dice "Quando gli apostoli di Gerusalemme vennero a sapere che Saaria aveva accettato la parola di Dio, mandarono da loro Pietro e Giovanni; 15 e questi sono andati giù e hanno pregato per loro di ottenere lo spirito santo. 16 Poiché non era ancora caduto su nessuno di loro, ma erano stati battezzati solo nel nome del Signore Gesù. 17 Quindi andarono ad imporre le mani su di loro e iniziarono a ricevere lo spirito santo. 18 Ora quando Simone vide che attraverso l'imposizione delle mani degli apostoli veniva dato lo spirito, egli offrì loro denaro, 19 dicendo: "Dammi anche questa autorità, affinché chiunque mi imponga le mani possa ricevere lo spirito santo". 20 Ma Pietro gli disse: "Possa il tuo argento perire con te, perché hai pensato ottenere il dono gratuito di Dio ”.

Atti 9:17 evidenzia una caratteristica comune dello Spirito Santo che viene riversata. Fu da qualcuno a cui era già stato dato lo Spirito Santo, imponendo le mani a coloro che erano degni di riceverlo. In questo caso, fu Saul, che presto divenne noto come l'apostolo Paolo. "Allora Anaima andò via ed entrò in casa, e gli mise le mani addosso e disse:" Saulo, fratello, il Signore, il Gesù che ti è apparso sulla strada su cui stavi venendo, ha inviato io avanti, affinché tu possa recuperare la vista ed essere riempito di spirito santo ”.

Un'importante pietra miliare nella prima Congregazione è riportata nel racconto in Atti 11: 15-17. Quella del versamento dello Spirito Santo su Cornelio e la sua famiglia. Ciò portò rapidamente all'accettazione dei primi Gentili nella Congregazione cristiana. Questa volta lo Spirito Santo venne direttamente dal cielo a causa dell'importanza di ciò che stava accadendo. “Ma quando ho iniziato a parlare, lo spirito santo è caduto su di loro proprio come ha fatto anche su di noi all'inizio. 16 A questo ho ricordato il detto del Signore, come era solito dire: "Giovanni, da parte sua, battezzò con acqua, ma TU sarai battezzato in spirito santo". 17 Se, quindi, Dio ha dato loro lo stesso dono gratuito che ha fatto anche a noi che abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per poter ostacolare Dio? ””.

Dono del pastore

Atti 20:28 menziona "Presta attenzione a te stesso e a tutto il gregge, tra i quali lo spirito santo ti ha nominato sorveglianti [letteralmente, da tenere d'occhio] al pastore la congregazione di Dio, che ha acquistato con il sangue del proprio [Figlio] ”. Questo deve essere compreso nel contesto di Efesini 4:11 che recita "E ne diede alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelizzatori, alcuni come pastori e insegnanti ”.

Sembra quindi ragionevole concludere che gli "appuntamenti" nel primo secolo facevano tutti parte dei doni dello Spirito Santo. Aggiungendo peso a questa comprensione, 1 Timoteo 4:14 ci dice che Timoteo fu istruito, “Non trascurare il dono in te che ti è stato dato attraverso una previsione e quando il corpo di uomini più anziani ti ha messo le mani addosso ”. Il dono particolare non fu specificato, ma poco dopo nella sua lettera a Timoteo, l'apostolo Paolo gli ricordò “Non mettere mai le mani in fretta su nessun uomo ”.

Spirito Santo e credenti non battezzati

Atti 18: 24-26 contiene un altro racconto affascinante, quello di Apollo. “Ora un certo ebreo di nome A · polos, nativo di Alessandria, un uomo eloquente, arrivò a Efeso; ed era ben versato nelle Scritture. 25 Questo [uomo] era stato istruito oralmente sulla via di Geova e, mentre era pieno di spirito, parlava e insegnava con correttezza le cose su Gesù, ma conosceva solo il battesimo di Giovanni. 26 E questo [uomo] ha iniziato a parlare audacemente nella sinagoga. Quando Prisililla e Aqui lo ascoltarono, lo presero in loro compagnia e gli spiegarono la via di Dio in modo più corretto ”.

Nota che qui Apollo non era ancora stato battezzato nel battesimo in acqua di Gesù, tuttavia aveva lo Spirito Santo e insegnava correttamente su Gesù. L'insegnamento di Apollo si basava su cosa? Erano le Scritture, che lui conosceva e gli era stato insegnato, non da alcuna pubblicazione cristiana che pretendesse di spiegare correttamente le Scritture. Inoltre, come è stato trattato da Priscilla e Aquila? Come compagno cristiano, non come apostata. Quest'ultimo, essendo trattato come un apostata e totalmente evitato, oggi è di solito il trattamento standard erogato a qualsiasi Testimone che si attiene alla Bibbia e non usa pubblicazioni dell'Organizzazione per insegnare agli altri.

Atti 19: 1-6 mostra che l'apostolo Paolo si imbatté in alcuni che erano stati insegnati da Apollo a Efeso. Nota cosa è successo: “Paolo attraversò le parti interne e scese a Efeso e trovò alcuni discepoli; 2 e disse loro: “Hai ricevuto lo spirito santo quando sei diventato credente?"Gli dissero:" Perché, non abbiamo mai sentito se esiste uno spirito santo ". 3 Ed egli disse:" In che cosa dunque eri battezzato? "Dissero:" Nel battesimo di Giovanni ". 4 Paolo disse: “Giovanni battezzò con il battesimo [in simbolo] del pentimento, dicendo alle persone di credere in quello che veniva dopo di lui, cioè in Gesù”. 5 All'ascolto di ciò, si battezzarono nel nome del Signore Gesù. 6 E quando Paolo impose le mani su di loro, lo spirito santo venne su di loro e iniziarono a parlare in lingue e profetizzando". Ancora una volta, l'imposizione delle mani da parte di uno che aveva già lo Spirito Santo sembra essere stata necessaria per gli altri per ricevere doni come lingue o profezie.

Come ha funzionato lo Spirito Santo nel primo secolo

Lo Spirito Santo su quei cristiani del I secolo portò alla dichiarazione di Paolo in 1 Corinzi 3:16 che dice "16 Non sai che TU sei il tempio di Dio e che lo spirito di Dio abita in TE? ”. Come erano la dimora di Dio (naos)? Risponde nella seconda parte della frase, perché avevano lo spirito di Dio che dimora in loro. (Vedi anche 1 Corinzi 6:19).

1 Corinzi 12: 1-31 è anche una sezione chiave per capire come lo Spirito Santo ha lavorato nei cristiani del I secolo. Aiutò entrambi nel primo secolo e ora a identificare se lo Spirito Santo non fosse su qualcuno. Innanzitutto, il versetto 3 ci avverte "Perciò vorrei che TU sapessi che nessuno, quando parla dallo spirito di Dio, dice: "Gesù è maledetto!" E nessuno può dire: "Gesù è il Signore!" Se non dallo Spirito Santo ".

Ciò solleva domande chiave.

  • Consideriamo e trattiamo Gesù come nostro Signore?
  • Riconosciamo Gesù come tale?
  • Riduciamo al minimo l'importanza di Gesù parlando raramente o menzionandolo?
  • Di solito rivolgiamo quasi tutta l'attenzione a suo padre, Geova?

Qualsiasi adulto sarebbe giustamente turbato se gli altri lo ignorassero continuamente e chiedessero sempre a suo padre, anche se il padre gli aveva dato tutta l'autorità di agire per suo conto. Gesù ha il diritto di essere infelice se dovessimo fare lo stesso. Salmo 2: 11-12 ci ricorda “Servi Geova con paura e sii gioioso con il tremore. Bacia il figlio, affinché non si arrabbi e TU non perisca [dalla] via ”.

Ti è mai stato chiesto nel servizio di campo da un capofamiglia religioso: Gesù è il tuo Signore?

Riesci a ricordare l'esitazione che probabilmente hai fatto prima di rispondere? Hai qualificato la tua risposta per garantire l'attenzione primaria a tutto ciò che è andato a Geova? Fa una pausa per il pensiero.

Per uno scopo benefico

1 Corinzi 12: 4-6 sono autoesplicativi, “Ora ci sono varietà di doni, ma c'è lo stesso spirito; 5 e ci sono varietà di ministeri, eppure c'è lo stesso Signore; 6 e ci sono varietà di operazioni, eppure è lo stesso Dio che esegue tutte le operazioni in tutte le persone ”.

Un verso chiave in tutto questo argomento è 1 Corinzi 12: 7 che afferma che “Ma la manifestazione dello spirito è data a ciascuno per uno scopo benefico". L'apostolo Paolo continua a menzionare lo scopo dei vari doni e che erano tutti destinati a essere usati per completarsi a vicenda. Questo passaggio porta alla sua discussione che l'amore non fallisce mai e che praticare l'amore era molto più importante del possesso di un dono. L'amore è una qualità su cui dobbiamo lavorare per manifestare. Inoltre, è interessante notare che non è un regalo che viene dato. Inoltre l'amore non mancherà mai di essere benefico, mentre molti di quei doni come le lingue o la profezia possono cessare di essere di beneficio.

Chiaramente, allora una domanda importante da porsi prima di pregare per lo Spirito Santo sarebbe: la nostra richiesta è stata fatta per uno scopo benefico come già definito nelle Scritture? Sarebbe sconsigliabile usare il ragionamento umano per andare oltre la parola di Dio e tentare di estrapolare se uno scopo particolare è benefico per Dio e Gesù, oppure no. Ad esempio, suggeriamo che è lo stesso "Scopo benefico" costruire o ottenere un luogo di culto per la nostra fede o religione? (Vedi Giovanni 4: 24-26). D'altra parte a "Prendersi cura degli orfani e delle vedove nella loro tribolazione" sarebbe probabilmente per a "Scopo benefico" poiché fa parte della nostra pura adorazione (Giacomo 1:27).

1 Corinzi 14: 3 conferma che lo Spirito Santo doveva essere usato solo per a "Scopo benefico" quando dice "colui che profetizza [dallo Spirito Santo] edifica e incoraggia e consola gli uomini con il suo discorso ”. 1 Corinzi 14:22 conferma anche questo detto: “Di conseguenza, le lingue sono un segno, non per i credenti, ma per i non credenti, mentre profetizzare non è per i non credenti, ma per i credenti ".

Efesini 1: 13-14 parla in anticipo dello Spirito Santo. “Per mezzo anche di lui [Cristo Gesù], dopo aver creduto, sei stato suggellato con lo Spirito Santo promesso che è un segno in anticipo della nostra eredità". Cos'era quell'eredità? Qualcosa che potevano capire, “una speranza di vita eterna ”.

Questo è ciò che l'apostolo Paolo spiegò e approfondì quando scrisse a Tito in Tito 3: 5-7 che Gesù “ci ha salvati ... rendendoci nuovi per mezzo dello spirito santo, questo spirito ci ha riversato abbondantemente su di noi attraverso Gesù Cristo nostro salvatore, che dopo essere stati dichiarati giusti in virtù della immeritata gentilezza di quello, potremmo diventare eredi secondo una speranza di vita eterna ”.

Ebrei 2: 4 ci ricorda ancora che lo scopo benefico del dono dello Spirito Santo deve essere conforme alla volontà di Dio. L'apostolo Paolo lo confermò quando scrisse: “Dio si è unito a testimoniare con segni, portenti e varie opere potenti e con distribuzioni di spirito santo secondo la sua volontà".

Concluderemo questa revisione dello Spirito Santo in azione con una breve occhiata a 1 Pietro 1: 1-2. Questo passaggio ci dice: "Pietro, un apostolo di Gesù Cristo, ai residenti temporanei sparsi in Ponʹtus, Ga · laʹti · a, Cap · pa · doʹci · a, Asia e Bi-thynʹi · a, a quelli scelti 2 secondo la preconoscenza di Dio Padre, con santificazione da parte dello spirito, allo scopo di essere ubbidienti e cosparsi del sangue di Gesù Cristo: ". Questa Scrittura conferma ancora una volta che il proposito di Dio deve essere coinvolto affinché lui possa dare lo Spirito Santo.

Conclusioni

  • In epoca cristiana,
    • lo Spirito Santo fu usato in una più ampia varietà di modi e per una varietà di ragioni.
      • Trasferisci la forza vitale di Gesù nel grembo di Maria
      • Identifica Gesù come il Messia
      • Identifica Gesù come figlio di Dio per miracoli
      • Riporta alla mente dei cristiani le verità della parola di Dio
      • Adempimento della profezia biblica
      • Doni di parlare in lingue
      • Doni di profezia
      • Doni del pastore e dell'insegnamento
      • Doni di evangelizzare
      • Istruzioni su dove concentrare gli sforzi di predicazione
      • Riconoscere Gesù come Signore
      • Sempre per uno scopo benefico
      • Un segno in anticipo della loro eredità
      • Donato direttamente a Pentecoste agli apostoli e ai primi discepoli, anche a Cornelio e alla Famiglia
      • Altrimenti trasmesso imponendo le mani a qualcuno che aveva già lo Spirito Santo
      • Come in epoca precristiana, fu dato secondo la volontà e lo scopo di Dio

  • Le domande che sorgono al di fuori dell'ambito di questa revisione includono
    • Qual è la volontà o lo scopo di Dio oggi?
    • Lo Spirito Santo viene oggi donato da Dio o da Gesù?
    • Lo Spirito Santo identifica oggi con i cristiani che sono figli di Dio?
    • Se sì, come?
    • Possiamo chiedere lo Spirito Santo e, se sì, cosa?

Tadua

Articoli di Tadua.