[Questa è un'esperienza molto tragica e toccante che Cam mi ha dato il permesso di condividere. Viene dal testo di un'e-mail che mi ha inviato. - Meleti Vivlon]

Ho lasciato i Testimoni di Geova poco più di un anno fa, dopo aver visto la tragedia, e voglio solo ringraziarvi per i vostri articoli incoraggianti. Ho visto il tuo recente intervista a James Penton e sto lavorando alla serie che hai pubblicato.

Solo per farti sapere quanto significhi per me, posso mettere brevemente in relazione la mia situazione. Sono cresciuto come testimone. Mia madre ha visto scattare alcune verità mentre studiava. Mio padre se ne andò in questo periodo, in parte perché non voleva che lei studiasse la Bibbia. La congregazione era tutto ciò che avevamo e mi sono immerso nella congregazione. Ho sposato una sorella perché pensavo che fosse spirituale e ho pianificato una famiglia con lei. Dopo il nostro matrimonio, ho scoperto che dopo tutto non voleva bambini, che amava spettegolare, preferiva la compagnia femminile (lesbica) e quando mi ha lasciato qualche anno dopo, ho avuto un'idea di come quelli "spirituali" nel la congregazione la aiutò ad andarsene e causò una divisione nella congregazione. Quelli che pensavo fossero i miei amici hanno voltato le spalle e questo mi ha colpito duramente. Ma ero ancora dietro l'organizzazione.

Ho finito per incontrare una dolce sorella a Chicago di cui mi sono innamorata e sposata. Non poteva avere figli a causa di problemi di salute, eppure ho rinunciato alla mia seconda possibilità che i bambini potessero stare con qualcuno così gentile e straordinario. Ha tirato fuori il meglio di me. Dopo il nostro matrimonio, ho scoperto che aveva un problema con l'alcol e ha iniziato a peggiorare. Ho cercato aiuto attraverso molti canali, inclusi gli anziani. Sono stati effettivamente utili e hanno fatto quello che potevano con le loro limitate capacità, ma la dipendenza è una cosa difficile da rovesciare. Andò in riabilitazione e tornò ancora con la sua dipendenza non sotto controllo, quindi fu disassociata. Fu lasciata a gestirlo senza l'aiuto di nessuno, nemmeno della sua famiglia, perché erano Testimoni.

Aveva bisogno di vedere la luce alla fine del suo tunnel e ha chiesto un periodo di tempo per il ripristino. Le hanno detto che si sta solo facendo del male, quindi se potesse ottenere il controllo di questo per 6 mesi, allora le parlerebbero. Lo prese molto sul serio da quel momento. Per vari motivi personali, ci siamo trasferiti in quel periodo di tempo e ora avevamo nuovi anziani e una nuova congregazione. Mia moglie era così positiva, felice ed entusiasta di ricominciare da capo e fare nuove amicizie, ma dopo aver incontrato gli anziani, erano irremovibili che doveva restare fuori per Minimo 12 mesi. Ho combattuto e insistito su un motivo, ma si sono rifiutati di fornirne uno.

Ho visto mia moglie scivolare nella depressione più oscura, quindi il mio tempo è stato trascorso al lavoro o a prendermi cura di lei. Ho smesso di andare nella sala del regno. Molte volte le ho impedito di suicidarsi. Il suo dolore emotivo si manifestava nel sonnambulismo tutte le sere e ha iniziato ad auto-medicare con l'alcool mentre ero al lavoro. È finita una mattina quando ho trovato il suo corpo sul pavimento della cucina. Era morta nel sonno. Durante il sonnambulismo, si era sdraiata in un modo che le impediva di respirare. Ho combattuto per rianimarla usando la RCP e le compressioni toraciche fino all'arrivo dell'ambulanza, ma era stata privata dell'ossigeno per troppo tempo.

La prima telefonata che ho fatto è stata a lunga distanza da mia madre. Ha insistito sul fatto che chiamo supporto agli anziani, così ho fatto. Quando si presentarono, non erano comprensivi. Non mi hanno consolato. Dissero: "Se mai vuoi vederla di nuovo, dovrai tornare alle riunioni".

Fu in questo momento che ero completamente convinto che questo non era il posto dove trovare Dio. Tutto ciò in cui sono arrivato a credere nella mia vita era ora in discussione, e tutto ciò che sapevo era che non potevo abbandonare tutto ciò in cui ero arrivato a credere. Ero perso, ma sentivo che c'era qualcosa di vero a cui aggrapparsi. I Testimoni iniziarono con qualcosa di buono e lo trasformarono in qualcosa di disgustoso e malvagio.

Incolpo l'Organizzazione per la sua morte. Se l'avessero lasciata indietro, sarebbe stata su una strada diversa. E anche se si potrebbe sostenere che non sono da biasimare per la sua morte, hanno certamente reso infelice l'ultimo anno della sua vita.

Ora sto provando a ricominciare da capo a Seattle. Se sei mai nella zona, per favore fatemelo sapere! E continuate così. Più persone sono costruite dalle tue ricerche e dai video di quanto potresti sapere.

[Meleti scrive: non posso leggere esperienze strazianti come questa senza pensare all'avvertimento di Cristo ai suoi discepoli, in particolare a quelli in cui sono state investite maggiori responsabilità. “. . .Ma chiunque inciampa in uno di questi piccoli che credono, sarebbe più fine per lui se una mola come quella che viene fatta girare da un asino gli fosse messa al collo e se fosse effettivamente lanciato in mare. ”(Mr 9:42) di noi dovremmo essere consapevoli di queste parole di avvertimento ora e nel nostro futuro in modo che non permettiamo mai più il dominio dell'uomo e l'autorifficità farisaica di farci peccare facendo del male a uno dei piccoli.]

Meleti Vivlon

Articoli di Meleti Vivlon.