“Anche il battesimo ... ora ti sta salvando”. - 1 Pietro 3:21

[Da ws 03/20 p.8, 11 maggio - 17 maggio]

"Battesimo, che corrisponde a questo, è anche ora risparmiare (non dalla rimozione della sporcizia del corpo, ma dalla richiesta a Dio di una buona coscienza), attraverso la risurrezione di Gesù Cristo."

Quello che facciamo apprendiamo sul battesimo dalle Scritture tematiche di questa settimana.

I lavaggi cerimoniali ebraici simboleggiavano la purificazione dal peccato ma ottenevano solo pulizie esterne.

Il battesimo raggiunge molto più di quei lavaggi cerimoniali; il battesimo porta a una coscienza pulita quando esercitiamo fede nel sacrificio di riscatto. Sebbene l'arca ai tempi di Noè salvò 8 vite (versetto 20), non ricevettero la salvezza eterna. La risurrezione di Cristo ci fornisce la salvezza eterna.

Lo scopo di questo articolo è di aiutare il lettore a discernere se sono pronti o meno per il battesimo. Rivediamo l'articolo e vediamo cosa possiamo imparare dallo scrittore e dalle Scritture citate.

COSA DEVI SAPERE SULLA DEDICAZIONE E SUL BATTESIMO

Che cos'è la dedizione?

Secondo il paragrafo 4 quando fai una dedica ti avvicini a Geova in preghiera e gli dici che userai la tua vita per servirlo per sempre. Matteo 16:24 è citato come la scrittura di supporto per questa affermazione.

Matteo 16:24 recita:

Quindi Gesù disse ai suoi discepoli: "Se qualcuno vuole venire dopo di me, lascia che si rinneghi e raccolga il suo palo di tortura e continui a seguirmi."

È importante notare che Gesù non ha detto che quelli che lo sono battezzati dovrebbero raccogliere il loro palo di tortura e seguirlo, ha detto "Chiunque".

Inoltre, non vi è alcuna menzione del fatto che gli apostoli siano battezzati ovunque nelle Scritture. Anche se è possibile che Gesù possa averli battezzati lui stesso se si considerano le istruzioni che ha dato loro per battezzare le persone di tutte le nazioni riportate in Matteo 28: 19,20.

In Matteo 4: 18-22 Gesù invitò semplicemente i fratelli Pietro e Andrea e altri due fratelli, Giacomo e Giovanni, che erano tutti pescatori a seguirlo. Non menziona il fatto che ha richiesto che si battezzassero per primi o si dedicassero.

La Bibbia non menziona l'obbligo di dedicarsi prima del battesimo.

Anche se cerchi la parola "dedica" nella maggior parte delle traduzioni, non troverai la parola in relazione al battesimo.

La dedizione e la devozione sono generalmente usate in modo intercambiabile. Ad esempio, nel New International Version 1 Timoteo 5:11 dice:

“Quanto alle vedove più giovani, non inserirle in tale elenco. Perché quando i loro desideri sensuali superano la loro dedizione a Cristo, vogliono sposarsi ”.

Nel Nuova traduzione vivente, la Scrittura recita:

“Le vedove più giovani non dovrebbero essere nella lista, perché i loro desideri fisici sopraffanno la loro devozione a Cristo e vorranno risposarsi. "

Ciò che è importante è la dedizione o la devozione a Cristo sia prima che dopo il battesimo. La Bibbia non dice se questo è un requisito prima del battesimo.

Considera anche l'esempio dell'Eunuco etiope di cui abbiamo discusso nella recensione della scorsa settimana in Atti 8: 26-40: https://beroeans.net/2020/05/03/love-and-appreciation-for-jehovah-lead-to-baptism/

Il paragrafo 5

“In che modo la dedicazione è legata al battesimo? La tua dedizione è personale e privata; è tra te e Geova. Il battesimo è pubblico; si svolge di fronte ad altri, di solito in un'assemblea o una convention. Quando vieni battezzato, mostri agli altri che ti sei già dedicato a Geova. * Quindi il tuo battesimo fa sapere agli altri che ami Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore, anima, mente e forza e che sei determinato a servirlo per sempre ”.

Il paragrafo è corretto quando si afferma che la dedizione è personale e privata. Tuttavia, il battesimo deve essere pubblico e in un'assemblea? Esiste l'obbligo di far sapere agli altri che amiamo Geova attraverso il battesimo?

In Atti 8: 36 l'Eunuco esclama semplicemente a Filippo: “Vedi, ecco l'acqua! Cosa mi impedisce di essere battezzato? ” Non c'era nessun evento formale o forum che gli fosse richiesto per essere battezzato.

Gesù ha anche fornito una misura molto più significativa di come vedremmo se qualcuno adora veramente o ama Geova. Luca 6: 43-45

43"Nessun albero buono porta frutti cattivi, né un albero cattivo porta frutti buoni. 44Ogni albero è riconosciuto dal suo frutto. La gente non raccoglie i fichi dai germogli, né le uve dai frutti. 45Un uomo buono porta le cose buone dal bene immagazzinato nel suo cuore, e un uomo cattivo porta le cose cattive dal male immagazzinato nel suo cuore. Perché la bocca parla di cosa è pieno il cuore. ” la nuova versione internazionale

Una persona che ama veramente Geova e le sue vie mostrerebbe il frutto dello spirito (Galati 5: 22-23)

Non è necessario mostrare agli altri che siamo dedicati a Geova se non attraverso la nostra condotta. La scrittura in 1 Pietro 3:21 dice che il battesimo è "La richiesta a Dio di una buona coscienza" non una dichiarazione pubblica della nostra fede.

La scatola:

“Due domande a cui rispondere nel giorno del tuo battesimo

Ti sei pentito dei tuoi peccati, ti sei dedicato a Geova e hai accettato la sua via di salvezza attraverso Gesù Cristo?

Capisci che il tuo battesimo ti identifica come testimone di Geova in associazione con l'organizzazione di Geova? ”

Non è necessario rispondere a nessuna di queste domande. Non ci sono prove che a nessuno dei seguaci di Cristo nel primo secolo siano state poste queste domande e tanto meno prove dell'esistenza dei testimoni di Geova. Esercitare la fede nel riscatto di Gesù è l'unico vero requisito per essere battezzati e anche allora nessun essere umano dovrebbe avere l'autorità per decidere se puoi essere battezzato o meno in base alla risposta che dai loro.

I paragrafi 6 e 7 forniscono motivi plausibili per cui è necessario il battesimo, che sono supportati dal testo in 1 Pietro 3:21

Paragrafo 8 “Il tuo amore per Geova deve essere la base principale per la tua decisione di battezzarsi ”

Questo è molto importante. Il tuo amore per Geova ti aiuterà a rimanere fedele a Geova anche dopo il tuo battesimo. Proprio come l'amore per un coniuge ti farà rimanere fedele a loro dopo il giorno del tuo matrimonio.

I paragrafi 10 - 16 parlano delle verità di base che si possono imparare prima di prendere una decisione di battezzarsi come il nome di Geova, Gesù, il sacrificio di riscatto e lo Spirito Santo.

COSA DEVI FARE PRIMA DEL BATTESIMO

La maggior parte dei pensieri nel paragrafo 17 riguardanti i passi da compiere prima del battesimo riguardano la relazione personale con Geova e sono per lo più in linea con le Scritture. Ciò che non è scritturale è l'affermazione: "Ti sei qualificato per diventare un editore non battezzato e hai iniziato a predicare con la congregazione." Come abbiamo affermato nella recensione della scorsa settimana, basata sul battesimo dell'Eunuco, non esiste un processo di qualificazione formale per il battesimo. In effetti, l'Eunuco iniziò a predicare solo dopo essere stato battezzato. Questo criterio qualificante è semplicemente lì per garantire che tutti i testimoni rispettino la direttiva dell'Organizzazione per predicare di porta in porta anche prima di essere battezzati.

Le domande per qualificarsi come editore non battezzato e per essere battezzato sono pensate per dare conforto agli anziani che hai accettato la dottrina dell'Organizzazione su alcune questioni chiave che considerano fondamentali per essere Testimoni di Geova.

Il paragrafo 20 sintetizza veramente ciò che il processo del battesimo riguarda l'organizzazione; "Come cristiano battezzato, ora fai parte di una" associazione di fratelli "." Sì, in effetti ciò che il battesimo fa per te come testimone di Geova è guadagnarti un posto nell'Organizzazione piuttosto che in una relazione personale con Cristo.

Conclusione

L'articolo è progettato per far credere ai testimoni che c'è un processo scritturale da seguire quando ci si battezza. C'è anche l'idea non scritturale che il battesimo sia una dichiarazione pubblica ad altri della tua dedicazione. Questi insegnamenti non sono supportati dalle Scritture. Poiché le Scritture tacciono sulla dedizione e sul processo che porta al battesimo, il battesimo rimane una decisione personale e nessuno dovrebbe imporre le proprie idee su quando o come dovrebbe essere fatto.