[Tradotto dallo spagnolo da Vivi]

Di Felix del Sud America. (I nomi vengono cambiati per evitare ritorsioni.)

La mia famiglia e l'organizzazione

Sono cresciuto in quella che era conosciuta come "la verità" da quando i miei genitori hanno iniziato a studiare con i Testimoni di Geova quando avevo circa 4 anni alla fine degli anni '1980. All'epoca eravamo una famiglia di 6 persone, dato che eravamo rispettivamente 4 fratelli di 8, 6, 4 e 2 anni (alla fine siamo diventati 8 fratelli anche se uno è morto con due mesi di vita), e ricordo chiaramente che ci siamo incontrati in una Sala del Regno che si trovava a circa 20 isolati da casa mia. E poiché eravamo in condizioni economiche modeste ogni volta che partecipavamo alle riunioni, camminavamo tutti insieme. Ricordo che per arrivare ai nostri incontri dovevamo attraversare un quartiere molto pericoloso e una strada trafficata. Eppure, non abbiamo mai perso un incontro, camminando attraverso la pioggia torrenziale o soffocando il calore di 40 gradi in estate. Lo ricordo chiaramente. Arrivammo all'incontro inzuppati dal sudore per il caldo, ma eravamo sempre presenti agli incontri.

Mia madre progredì e fu battezzata rapidamente, e ben presto iniziò a servire come pioniera regolare quando avevano l'obbligo di soddisfare una media minima di 90 ore di attività segnalate al mese o 1,000 ore all'anno, il che significa che mia madre trascorreva molto tempo predicare lontano da casa. Quindi, ci sono state molte occasioni in cui ha lasciato i miei 3 fratelli e me rinchiusi da soli in uno spazio con 2 stanze, un corridoio e un bagno per molte ore perché doveva uscire per adempiere al suo impegno con Geova.

Ora, ritengo che fosse sbagliato per mia madre lasciare 4 minori soli rinchiusi, esposti a molti pericoli e senza poter uscire per chiedere aiuto. Capisco anche io. Ma questo era ciò che una persona indottrinata è guidata dall'organizzazione a fare a causa "dell'urgenza dei tempi in cui viviamo".

A proposito di mia madre, posso dire che per molti anni è stata una pioniera regolare molto attiva in tutti i modi: commentando, predicando e conducendo studi biblici. La mia famiglia era la tipica famiglia degli anni '1980, quando l'educazione e la formazione dei bambini venivano svolte dalla madre; e il mio ha sempre avuto un carattere molto forte per difendere ciò che sembrava giusto e seguiva con fervore ciò che la Bibbia insegna. Ed è stato ciò che, in molte, molte occasioni, l'ha portata a essere chiamata nella sala B della Sala del Regno per essere rimproverata dagli anziani.

Sebbene fossimo umili, mia madre mi aiutava sempre quando un membro della congregazione aveva bisogno di sostegno di qualsiasi tipo e questo era anche un motivo per essere chiamata nella stanza B, per non rispettare l'ordine di comando e non aspettare che gli anziani prendessero il controllo . Ricordo una volta che un fratello stava attraversando una situazione grave e mia madre stava predicando molto vicino alla casa di un anziano, e le venne in mente di andare a casa dell'anziano per fargli conoscere la situazione. Ricordo che erano le due circa quando bussò alla porta di casa sua e la moglie dell'anziano rispose alla porta. Quando mia madre chiese alla moglie di avere il permesso di parlare con suo marito a causa della grave situazione di un altro fratello, la risposta della moglie dell'anziano fu: “Torna più tardi sorella, perché mio marito sta facendo un pisolino in questo momento e non vuole nessuno per disturbarlo. "Non credo che i veri pastori, che devono prendersi cura del gregge, mostrerebbero così poco interesse per le loro pecore, questo è certo.

Mia mamma è diventata una grande fanatica dell'organizzazione. A quei tempi, il punto di vista della disciplina attraverso la correzione fisica non era disapprovato dall'organizzazione, ma era considerato naturale e in una certa misura necessario. Quindi, era molto comune che mia madre ci battesse. Se qualche fratello o sorella le avesse detto che stavamo correndo nella Sala, o che eravamo fuori dalla Sala al momento della riunione, o che abbiamo spinto inavvertitamente qualcuno, o se ci siamo semplicemente avvicinati a uno dei miei fratelli per dire qualcosa, o ridevamo durante l'incontro, ci pizzicava le orecchie o ci dava un taglio di capelli o ci portava nel bagno della Sala del Regno per sculacciarci. Non importava se eravamo di fronte ad amici, fratelli o chiunque. Ricordo che quando studiavamo "Il mio libro di racconti biblici", mia madre ci sedeva attorno al tavolo, mostrando le sue mani sul tavolo e anche mettendo una cintura accanto a lei sul tavolo. Se abbiamo risposto male o abbiamo riso o non abbiamo prestato attenzione, ci ha colpito sulle nostre mani con la cintura. Follia.

Non posso dire che la colpa di tutto ciò fosse interamente nell'organizzazione, ma di volta in volta gli articoli uscirono nella Torre di Guardia, Svegliati! o temi tratti dai discorsi del fratello che incoraggiavano l'uso della "verga" della disciplina, che colui che non disciplina suo figlio non lo ama, ecc ... ma quel genere di cose erano ciò che l'organizzazione insegnava ai genitori allora.

In molte occasioni gli anziani hanno abusato della loro autorità. Ricordo che quando avevo circa 12 anni, mia madre mi mandò a tagliarmi i capelli in un modo che, a quel tempo, era chiamato "taglio a conchiglia" o "taglio a fungo". Bene, nel primo incontro a cui abbiamo partecipato, gli anziani hanno portato mia madre nella stanza B per dirle che se non avesse cambiato il mio taglio di capelli, avrei potuto perdere il privilegio di essere un gestore di microfono, perché tagliare i capelli in quel modo era di moda, secondo l'anziano, e che non dovevamo far parte del mondo acquisendo le mode del mondo. Sebbene mia madre non pensasse che fosse ragionevole perché non c'erano prove di quella affermazione, era stanca di essere rimproverata più e più volte, quindi mi ha tagliato i capelli molto corti. Nemmeno io ero d'accordo, ma avevo 12 anni. Cosa potrei fare di più che lamentarmi e arrabbiarmi? Quale mia colpa fu che gli anziani rimproverarono mia madre?

Bene, la cosa più umiliante di tutte è stata che una settimana dopo questo stesso figlio anziano, che aveva la mia età, è venuto nella Sala con lo stesso taglio di capelli che avrebbe potuto farmi perdere i miei privilegi. Evidentemente, il taglio di capelli non era più di moda, perché poteva usare il taglio desiderabile. Non è successo nulla a lui o al suo privilegio di microfono. È evidente che l'anziano ha abusato della sua autorità. Questo tipo di cose è successo in molte occasioni. Sembra che ciò che ho detto finora siano cose insignificanti, ma mostrano il grado di controllo che gli anziani esercitano nella vita privata e le decisioni dei fratelli.

La mia infanzia e quella dei miei fratelli ruotavano attorno a quelle che i testimoni chiamano "attività spirituali" come incontri e predicazione. (Nel corso del tempo, quando i nostri amici sono cresciuti, uno per uno, sono stati disassociati o dissociati.) Tutta la nostra vita ruotava attorno all'organizzazione. Siamo cresciuti sentendo che la fine era dietro l'angolo; che aveva già girato l'angolo; che aveva già raggiunto la porta; che stava già bussando alla porta: la fine stava sempre arrivando, quindi perché dovremmo studiare secolarmente se la fine stava arrivando? Questo è ciò che credeva mia madre.

I miei due fratelli maggiori hanno finito solo la scuola elementare. Quando mia sorella ha finito, è diventata una pioniera regolare. E mio fratello di 13 anni ha iniziato a lavorare per aiutare la famiglia. Quando è arrivato il momento di finire la scuola elementare, mia madre non era più così sicura di vivere in tempi così urgenti, quindi sono stata la prima a studiare la scuola secondaria. (Allo stesso tempo, i miei due fratelli maggiori hanno deciso di iniziare gli studi secondari anche se gli è costato molto più sforzo per completarlo.) Nel tempo, mia madre ha avuto altri 4 figli e hanno avuto un'educazione diversa, senza dover passare attraverso così tante penalità, ma con le stesse pressioni dell'organizzazione. Potrei raccontare molte cose che sono successe nella congregazione - ingiustizie e abusi di potere - ma voglio raccontarne solo un'altra.

Mio fratello minore è sempre stato un Testimone di Geova molto spirituale nella sua condotta e nei suoi modi. Ciò lo ha portato fin dalla tenera età a partecipare alle assemblee, condividere esperienze, dare dimostrazioni e interviste. Così, divenne giovane servitore di ministero alla giovane età di 18 anni (una cosa straordinaria, dal momento che dovevi essere molto esemplare in una congregazione per essere nominato a 19 anni) e continuò ad assumersi le responsabilità nella congregazione e ad adempierle completamente.

Mio fratello divenne responsabile dell'area contabilità della congregazione e sapeva che in questo dipartimento doveva stare molto attento, perché qualsiasi errore poteva avere conseguenze e interpretazioni errate. Bene, le istruzioni che aveva erano che ogni 2 mesi un anziano diverso doveva rivedere i conti; cioè, gli anziani dovevano andare a controllare che tutto fosse svolto in maniera ordinata e se c'erano cose da migliorare, il feedback veniva dato alla persona responsabile in forma scritta.

Passarono i primi due mesi e nessun anziano chiese di rivedere i conti. Quando ha raggiunto i 4 mesi, nessuno è venuto nemmeno a rivedere i conti. Quindi, mio ​​fratello ha chiesto a un anziano se stavano per rivedere i conti e l'anziano ha detto: "Sì". Ma il tempo passò e nessuno esaminò i conti, fino al giorno in cui fu annunciata l'arrivo della visita del sorvegliante di circoscrizione.

Il giorno prima della visita a mio fratello fu chiesto di rivedere i conti. Mio fratello disse loro che non era un problema e diede loro una cartella in cui riportava tutto ciò che riguardava i conti degli ultimi sei mesi. Il primo giorno della visita, il sorvegliante di circoscrizione ha chiesto di parlare con mio fratello in privato e gli ha detto che il lavoro che stava facendo era molto buono, ma che quando gli anziani hanno dato consigli su come migliorare le cose, ha dovuto attenersi umilmente. Mio fratello non capiva a cosa si stesse riferendo, quindi gli chiese a quale suggerimento si stesse riferendo. E il sorvegliante di circoscrizione rispose che mio fratello non aveva apportato le modifiche che gli anziani suggerivano per iscritto nelle tre recensioni che avevano fatto (gli anziani non mentivano solo nelle date in cui avevano fatto gli interventi, ma avevano anche osato dare false raccomandazioni che il mio fratello non lo sapeva, perché non erano stati fatti quando appropriato, cercando di incolpare mio fratello per qualsiasi errore si fosse verificato).

Mio fratello spiegò al sorvegliante di circoscrizione che gli anziani gli avevano chiesto di rivedere i conti il ​​giorno prima della sua visita e che, se le recensioni fossero state fatte quando avrebbero dovuto essere fatte, avrebbe apportato le modifiche suggerite, ma non è stato così il caso. Il sorvegliante di circoscrizione gli disse che lo avrebbe detto agli anziani e chiese a mio fratello se avesse avuto problemi a confrontarsi con gli anziani sulle presunte recensioni. Mio fratello ha risposto che non ha avuto problemi con questo. Dopo alcuni giorni, il sorvegliante viaggiante disse a mio fratello che aveva parlato con gli anziani e loro confessarono che non avevano tempo di rivedere i conti e che ciò che diceva mio fratello era vero. Quindi, non era necessario che mio fratello si confrontasse con gli anziani.

Un mese dopo, nella congregazione fu fatta una ristrutturazione e mio fratello improvvisamente passò dall'avere molti privilegi simultanei come gli account, programmare la predicazione, gestire le apparecchiature audio e parlare molto spesso sulla piattaforma, alla semplice gestione del microfono. A quel tempo, ci chiedevamo tutti cosa fosse successo.

Un giorno andammo con mio fratello a mangiare a casa di alcuni amici. E poi gli dissero che dovevano parlargli e non sapevamo di cosa si trattasse. Ma ricordo molto bene quel discorso.

Dissero: “Sai che ti amiamo molto e quindi siamo costretti a dirtelo. Un mese fa con mia moglie, eravamo all'ingresso della Sala del Regno e abbiamo ascoltato due anziani (ci ha detto i nomi, per coincidenza erano gli anziani che sono apparsi nei rapporti di revisione sui conti non realizzati) che stavano parlando su ciò che hanno avuto a che fare con te. Non sappiamo per quale motivo, ma dissero che dovevano iniziare, a poco a poco, a rimuoverti dai privilegi della congregazione, in modo che iniziassi a sentirti sfollato e solo, e in seguito a toglierti dai doveri ministeriali . Non sappiamo perché abbiano detto questo, ma ci sembra che questo non sia il modo di trattare con nessuno. Se hai fatto qualcosa di sbagliato, dovrebbero chiamarti e dirti perché ti porteranno via i tuoi privilegi. Questo non ci sembra il modo cristiano di fare le cose ”.

Quindi mio fratello parlò loro della situazione che era accaduta con i conti.

Personalmente, ho capito che non gli piaceva che mio fratello si difendesse dal cattivo comportamento degli anziani. L'errore era loro e, invece di riconoscere umilmente l'errore, hanno cospirato per eliminare la persona che ha fatto quello che doveva fare. Gli anziani hanno seguito l'esempio del Signore Gesù? Purtroppo, no.

Ho suggerito a mio fratello di parlare con il sorvegliante di circoscrizione, poiché era a conoscenza della situazione e che, quando sarebbe arrivato il momento, mio ​​fratello avrebbe saputo il motivo per cui era stata proposta la sua rimozione come servitore di ministero. Mio fratello parlò al Soprintendente e gli raccontò della conversazione che avevano avuto quegli anziani e i fratelli che l'avevano ascoltata. Il sorvegliante gli disse che non credeva che gli anziani agissero in quel modo, ma che sarebbe stato attento a vedere cosa sarebbe successo durante la prossima visita alla congregazione. Sollevato dall'aver riferito al sorvegliante della situazione, mio ​​fratello continuò a rispettare i pochi incarichi che gli avevano affidato.

Col passare del tempo, gli assegnarono di tenere meno discorsi; lo chiamavano meno frequentemente per fare commenti durante le riunioni; e più pressione fu esercitata su di lui. Ad esempio, lo hanno criticato perché gli anziani non lo hanno visto nell'opera di predicazione di sabato. (Mio fratello ha lavorato con me, ma è uscito a predicare molti pomeriggi durante la settimana. Ma il sabato era impossibile uscire a predicare, perché la maggior parte dei nostri clienti erano a casa il sabato e hanno detto che potevano assumerci solo il sabato.) Gli anziani andavano a predicare sul territorio il sabato e la domenica, ma durante la settimana erano evidenti per la loro assenza. Quindi, dal momento che non vedevano mio fratello il sabato nell'opera di predicazione, e nonostante il suo rapporto mensile fosse sempre al di sopra delle doppie cifre, e nonostante spiegasse loro la situazione, erano irragionevoli.

Infatti, due mesi prima della visita del Soprintendente, mio ​​fratello ebbe un incidente mentre giocava a calcio, colpì la testa contro un muro e si spezzò il cranio. Inoltre, ha avuto un ictus che ha causato perdita temporanea della memoria, fotofobia ed emicrania. Per un mese non è andato alle riunioni, ... un mese in cui gli anziani erano a conoscenza della situazione (perché mia madre si è assicurata di dire agli anziani, uno per uno, cosa è successo), ma nessuno di loro si è fermato a visitarlo, né in ospedale né a casa. Non lo chiamarono al telefono o scrissero un biglietto o una lettera di incoraggiamento. Non erano mai interessati a lui. Quando fu di nuovo in grado di partecipare alle riunioni, il mal di testa e la fotofobia gli fecero abbandonare le riunioni prima che finissero.

È arrivata la visita del sorvegliante di circoscrizione e gli anziani hanno chiesto la rimozione come servitore di ministero di mio fratello. Due anziani (lo stesso che cospirò contro di lui) e il Sorvegliante si incontrarono per dirgli che non sarebbe più diventato un servitore di ministero. Mio fratello non capiva il perché. Gli hanno solo spiegato che era perché non aveva "franchezza espressiva", perché non andava a predicare il sabato e perché non frequentava frequentemente le riunioni. Quale esempio avrebbe dovuto salire sulla piattaforma e dire ai fratelli di uscire e predicare e di partecipare alle riunioni se non lo avesse fatto? Gli chiesero franchezza d'espressione quando né erano sinceri né potevano essere sinceri. Con quale franchezza potevano dire dalla piattaforma che avrebbero dovuto essere umili e riconoscere i loro errori se non lo avessero fatto da soli? Come potrebbero parlare d'amore verso i fratelli se non lo mostrassero? Come potrebbero incoraggiare la congregazione ad essere onesta se non lo fossero? Come potrebbero dire agli altri che dobbiamo essere ragionevoli se non lo fossero? Sembrava uno scherzo.

Spiegò loro di nuovo che se non lo vedevano nell'opera di predicazione il sabato, era perché lavorava, ma predicava durante la settimana nel pomeriggio. E che non poteva partecipare regolarmente alle riunioni a causa dell'incidente di cui loro stessi erano a conoscenza. Qualsiasi persona ragionevole comprenderebbe la situazione. Oltre a ciò, il sorvegliante di circoscrizione, che era presente e con loro, sapeva perfettamente che questa non era la vera ragione per cui veniva rimosso. Con mia grande sorpresa, il CO ha sostenuto gli anziani e ha raccomandato la rimozione. Il giorno successivo, il CO ha chiesto di uscire a predicare con mio fratello e mi ha spiegato che conosceva il vero motivo per cui gli anziani raccomandavano la rimozione, che era quello che era successo nella visita precedente, ma che non poteva andare contro gli anziani. (Personalmente penso che non abbia fatto nulla perché non voleva. Aveva l'autorità.) Ha detto a mio fratello di prenderla come esperienza, e che in futuro, quando sarà vecchio, ricorderà ciò che gli anziani hanno fatto lui e che riderà, e come diciamo sempre, di "Lasciare le cose nelle mani di Geova".

Il giorno dell'annuncio, tutti i fratelli (l'intera congregazione eccetto gli anziani) che sapevano benissimo quanto fosse ingiusta la situazione, vennero da mio fratello per dirgli di mantenere la calma, di sapere cosa era realmente accaduto. Quell'atto d'amore dei fratelli lo lasciò con una chiara coscienza che tutto ciò che era accaduto era dovuto al suo fare ciò che era giusto agli occhi di Geova.

Personalmente, sono stato indignato quando ho scoperto questo: come gli anziani, "amorevoli pastori che vogliono sempre il meglio per il gregge", potrebbero fare queste cose e rimanere impuniti? In che modo il sorvegliante viaggiante, che ha la responsabilità di vedere che gli anziani fanno la cosa giusta, ed essendo consapevoli della situazione, non possono fare nulla per difendere il giusto, per far prevalere la giustizia di Geova, per mostrare a tutti che nessuno è al di sopra di Dio standard giusti? Come è potuto accadere all'interno del "popolo di Dio"? La cosa peggiore di tutte era che quando altre persone di altre congregazioni scoprirono che mio fratello non era più un servitore di ministero e chiesero agli anziani, dissero ad alcuni che era perché giocava a videogiochi violenti, altri dissero che era perché mio fratello era dipendente dalla pornografia e che mio fratello aveva respinto l '"aiuto che gli avevano offerto". Vili bugie inventate dagli anziani! Quando sappiamo che una rimozione dovrebbe essere gestita in modo confidenziale. Che dire dell'amore e dell'adesione alle procedure dell'organizzazione che gli anziani avrebbero dovuto dimostrare? Questo è stato qualcosa che ha influenzato notevolmente il mio punto di vista sull'organizzazione.