Ciao, mi chiamo Eric Wilson. Sono cresciuto come testimone di Geova e mi sono battezzato nel 1963 all'età di 14 anni. Ho servito come anziano per 40 anni nella religione dei testimoni di Geova. Con queste credenziali posso affermare senza timore di valide contraddizioni che le donne nell'Organizzazione sono trattate come cittadine di seconda classe. È mia convinzione che ciò non venga fatto con cattive intenzioni. Uomini e donne Testimoni credono di seguire semplicemente la direzione della Scrittura riguardo al ruolo di ciascun sesso. 

 All'interno della congregazione dei testimoni di Geova, la capacità di una donna di adorare Dio è gravemente limitata. Non può insegnare dal podio della piattaforma, ma può partecipare a interviste o dimostrazioni quando un fratello presiede la parte. Non può ricoprire alcuna posizione di responsabilità all'interno della congregazione, nemmeno qualcosa di così umile come gestire i microfoni usati per ricevere i commenti del pubblico durante le adunanze. L'unica eccezione a questa regola si verifica quando non sono disponibili maschi qualificati per svolgere l'attività. Pertanto, un ragazzo di 12 anni battezzato può svolgere il lavoro di maneggiare i microfoni mentre sua madre deve sedersi sottomessa. Immagina questo scenario, se vuoi: un gruppo di donne mature con anni di esperienza e capacità di insegnamento superiori deve rimanere in silenzio mentre un diciannovenne dal viso brufoloso e battezzato di recente presume di insegnare e pregare per loro conto prima di uscire l'opera di predicazione.

Non sto suggerendo che la situazione delle donne all'interno dell'organizzazione dei testimoni di Geova sia unica. Il ruolo delle donne in molte chiese della cristianità è stato motivo di contesa per centinaia di anni. 

La domanda che ci troviamo ad affrontare mentre ci sforziamo di tornare al modello di cristianesimo praticato dagli apostoli e dai cristiani del primo secolo è qual è il vero ruolo delle donne. I Testimoni hanno ragione nella loro linea dura?

Possiamo suddividerlo in tre domande principali:

  1. Le donne dovrebbero essere autorizzate a pregare per conto della congregazione?
  2. Le donne dovrebbero essere autorizzate a insegnare e istruire la congregazione?
  3. Alle donne dovrebbe essere consentito di ricoprire incarichi di supervisione all'interno della congregazione?

Queste sono domande importanti, perché se sbagliamo, potremmo ostacolare l'adorazione di metà del corpo di Cristo. Questa non è una discussione accademica. Non si tratta di "Accettiamo di non essere d'accordo". Se ostacoliamo il diritto di qualcuno di adorare Dio in spirito e verità e nel modo in cui Dio intendeva, allora ci troviamo tra il Padre ei suoi figli. Non è un buon posto dove essere nel giorno del giudizio, non sei d'accordo?

Al contrario, se stiamo stravolgendo la corretta adorazione di Dio introducendo pratiche proibite, potrebbero esserci anche conseguenze che influiscono sulla nostra salvezza.

Vorrei provare a mettere questo in un contesto che penso tutti saranno in grado di cogliere: io sono per metà irlandese e per metà scozzese. Sono bianco come loro. Immagina se dicessi a un altro cristiano maschio che non può insegnare né pregare nella congregazione perché la sua pelle era del colore sbagliato. E se affermassi che la Bibbia autorizza tale distinzione? Alcune denominazioni cristiane in passato hanno effettivamente fatto affermazioni così oltraggiose e antiscritturali. Non sarebbe questo un motivo di inciampo? Cosa dice la Bibbia riguardo a far inciampare il piccolo?

Potreste sostenere che questo non è un confronto equo; che la Bibbia non proibisce a uomini di razze diverse di insegnare e pregare; ma che proibisce alle donne di farlo. Bene, questo è il punto centrale della discussione, non è vero? La Bibbia proibisce effettivamente alle donne di pregare, insegnare e sorvegliare nella disposizione della congregazione? 

Non facciamo supposizioni, ok? So che qui sono in gioco forti pregiudizi sociali e religiosi, ed è molto difficile superare i pregiudizi radicati fin dall'infanzia, ma dobbiamo provarci.

Quindi, elimina tutto quel dogma religioso e pregiudizi culturali dal tuo cervello e iniziamo dal punto di partenza.

Pronto? Sì? No, non credo proprio.  La mia ipotesi è che non sei pronto anche se pensi di esserlo. Perché lo suggerisco? Perché sono disposto a scommettere che, come me, pensi che l'unica cosa che dobbiamo risolvere sia il ruolo delle donne. Potresti lavorare sotto la premessa - come ero inizialmente - che comprendiamo già il ruolo degli uomini. 

Se partiamo da una premessa errata, non raggiungeremo mai l'equilibrio che cerchiamo. Anche se comprendiamo correttamente il ruolo delle donne, questo è solo un lato dell'equilibrio. Se l'altra estremità della bilancia ha una visione distorta del ruolo degli uomini, allora saremo ancora sbilanciati.

Saresti sorpreso di apprendere che gli stessi discepoli del Signore, l'originale 12, avevano una visione distorta e sbilanciata del ruolo degli uomini nella congregazione. Gesù dovette fare ripetuti tentativi per correggere il loro pensiero. Mark racconta uno di questi tentativi:

“Così Gesù li chiamò insieme e disse:“ Sapete che i governanti di questo mondo signoreggiano sul loro popolo, e gli ufficiali ostentano la loro autorità su coloro che sono sotto di loro. Ma tra voi sarà diverso. Chi vuole essere un leader tra voi deve essere il vostro servitore, e chi vuole essere il primo tra voi deve essere schiavo di tutti gli altri. Anche il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire gli altri e per dare la sua vita come riscatto per molti ". (Marco 10: 42-45)

Tutti presumiamo che gli uomini abbiano il diritto di pregare per conto della congregazione, ma lo fanno? Lo esamineremo. Tutti presumiamo che gli uomini abbiano il diritto di insegnare nella congregazione ed esercitare la supervisione, ma fino a che punto? I discepoli avevano un'idea al riguardo, ma si sbagliavano. Gesù ha detto che chi vuole essere un leader deve servire, anzi, deve assumere il ruolo di uno schiavo. Il tuo presidente, primo ministro, re o qualsiasi altra cosa si comporta come uno schiavo del popolo?

Gesù si stava inventando un atteggiamento piuttosto radicale per governare, non è vero? Non vedo i leader di molte religioni oggi seguire la sua direzione, vero? Ma Gesù ha guidato con l'esempio.

“Conserva in te questo atteggiamento mentale che era anche in Cristo Gesù, il quale, sebbene esistesse nella forma di Dio, non tenne conto di un attacco, cioè che fosse uguale a Dio. No, ma si è svuotato e ha preso la forma di uno schiavo ed è diventato umano. Inoltre, quando è venuto come uomo, si è umiliato ed è diventato obbediente fino alla morte, sì, la morte su un palo di tortura. Proprio per questo motivo, Dio lo innalzò a una posizione superiore e gli diede gentilmente il nome che è al di sopra di ogni altro nome, in modo che nel nome di Gesù ogni ginocchio si piegasse: di quelli in cielo, di quelli sulla terra e di quelli sotto terra - e ogni lingua dovrebbe riconoscere apertamente che Gesù Cristo è il Signore alla gloria di Dio Padre ". (Filippesi 2: 5-11)

So che la Traduzione del Nuovo Mondo riceve molte critiche, alcune giustificate, altre no. Ma in questo caso, ha una delle migliori interpretazioni dei pensieri di Paolo su Gesù espressi qui. Gesù era nella forma di Dio. Giovanni 1: 1 lo chiama "un dio", e Giovanni 1:18 dice che è il "dio unigenito". Esiste nella natura di Dio, la natura divina, secondo solo all'onnipotente Padre di tutti, ma è disposto a rinunciare a tutto, a svuotarsi e ad assumere la forma di uno schiavo, un semplice umano, e poi morire come tale.

Non cercava di esaltarsi, ma solo di umiliarsi, di servire gli altri. Dio, è stato, che ha ricompensato tale servitù abnegante esaltandolo a una posizione superiore e concedendogli un nome sopra ogni altro nome.

Questo è l'esempio che sia gli uomini che le donne della congregazione cristiana devono sforzarsi di emulare. Quindi, pur concentrandoci sul ruolo delle donne, non trascureremo il ruolo degli uomini, né faremo ipotesi su quale dovrebbe essere quel ruolo. 

Cominciamo dall'inizio. Ho sentito che è un ottimo punto di partenza.

L'uomo è stato creato per primo. Quindi la donna è stata creata, ma non nello stesso modo del primo uomo. Lei è stata creata da lui.

Genesi 2:21 recita:

“Così Geova Dio fece cadere l'uomo in un sonno profondo, e mentre dormiva, prese una delle sue costole e poi richiuse la carne al suo posto. E Geova Dio costruì la costola che aveva preso dall'uomo in una donna, e la portò all'uomo ". (Traduzione del Nuovo Mondo)

Un tempo, questo è stato deriso come un racconto fantasioso, ma la scienza moderna ci ha mostrato che è possibile clonare un essere vivente da una singola cellula. Inoltre, gli scienziati stanno scoprendo che le cellule staminali del midollo osseo possono essere utilizzate per creare vari tipi di cellule presenti nel corpo. Quindi, usando il materiale genetico di Adam, il maestro designer avrebbe potuto facilmente modellare una donna umana da esso. Pertanto, la risposta poetica di Adamo al primo incontro con sua moglie non era solo una metafora. Egli ha detto:

“Questa è finalmente osso delle mie ossa e carne della mia carne. Questa si chiamerà Donna, perché dall'uomo è stata presa. " (Genesi 2:23 NWT)

In questo modo, tutti noi deriviamo veramente da un uomo. Siamo tutti da un'unica fonte. 

È anche fondamentale capire quanto siamo unici nella creazione fisica. Genesi 1:27 dice: “E Dio creava l'uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò ". 

Gli esseri umani sono fatti a immagine di Dio. Questo non si può dire di nessun animale. Facciamo parte della famiglia di Dio. In Luca 3:38 Adamo è chiamato figlio di Dio. Come figli di Dio, abbiamo il diritto di ereditare ciò che nostro Padre possiede, che include la vita eterna. Questo era il diritto di nascita della coppia originale. Tutto quello che dovevano fare era rimanere leali al loro Padre in modo da rimanere nella sua famiglia e ricevere la vita da lui.

(Per inciso, se tieni in mente il modello di famiglia durante lo studio delle Scritture, scoprirai che molte cose hanno senso).

Hai notato qualcosa nella formulazione del versetto 27. Diamo una seconda occhiata. “Dio creò l'uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò”. Se ci fermiamo qui, potremmo pensare che solo l'uomo è stato creato a immagine di Dio. Ma il verso continua: "maschio e femmina li creò". Sia l'uomo maschio che l'uomo femmina furono creati a immagine di Dio. In inglese, il termine "donna" significa letteralmente "uomo con un grembo" - grembo dell'uomo. Le nostre capacità riproduttive non hanno nulla a che fare con l'essere creati a immagine di Dio. Anche se la nostra struttura fisica e fisiologica è diversa, l'essenza unica dell'umanità è che noi, maschio e femmina, siamo figli di Dio creati a sua immagine.

Se dovessimo screditare entrambi i sessi come gruppo, stiamo denigrando il disegno di Dio. Ricorda, entrambi i sessi, maschio e femmina, furono creati a immagine di Dio. Come possiamo sminuire qualcuno fatto a immagine di Dio senza denigrare Dio stesso?

C'è qualcos'altro di interesse da raccogliere da questo racconto. La parola ebraica tradotta "costola" in Genesi è tsela. Delle 41 volte è usato nelle Scritture Ebraiche, solo qui lo troviamo tradotto come "costola". Altrove è un termine più generale che significa il lato di qualcosa. La donna non è stata fatta dal piede dell'uomo, né dalla sua testa, ma dal suo fianco. Cosa potrebbe implicare? Un indizio viene da Genesi 2:18. 

Ora, prima di leggerlo, potresti aver notato che ho citato la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture pubblicata dalla Watchtower Bible & Tract Society. Questa è una versione della Bibbia spesso criticata, ma ha i suoi lati positivi e il merito dovrebbe essere dato dove è dovuto. Devo ancora trovare una traduzione della Bibbia che sia priva di errori e pregiudizi. La venerata versione di King James non fa eccezione. Tuttavia, devo anche sottolineare che preferisco usare la versione del 1984 della Traduzione del Nuovo Mondo rispetto all'ultima edizione del 2013. Quest'ultima non è affatto una traduzione. È solo una versione rieditata dell'edizione del 1984. Sfortunatamente, nel tentativo di semplificare il linguaggio, il comitato editoriale ha anche introdotto un bel po 'di pregiudizi JW, quindi cerco di evitare questa edizione che ai Testimoni piace chiamare "The Silver Sword" a causa della sua copertina grigia.

Detto questo, il motivo per cui sto usando la Traduzione del Nuovo Mondo qui è che, tra le dozzine di versioni che ho recensito, credo che offra una delle migliori interpretazioni di Genesi 2:18, che recita: 

“E Geova Dio proseguì dicendo:“ Non è bene che l'uomo continui da solo. Gli farò un aiuto, come suo complemento. "" (Genesi 2:18 NWT 1984)

Qui ci si riferisce alla donna sia come aiutante dell'uomo che come suo complemento.

Questo potrebbe sembrare umiliante a prima vista, ma ricorda, questa è una traduzione di qualcosa registrato in ebraico più di 3,500 anni fa, quindi dobbiamo andare in ebraico per determinare il significato dello scrittore.

Cominciamo con "helper". La parola ebraica è mille. In inglese, si assegnerà immediatamente un ruolo subordinato a chiunque sia chiamato "un aiutante". Tuttavia, se analizziamo le 21 occorrenze di questa parola in ebraico, vedremo che è spesso usata con riferimento a Dio Onnipotente. Non avremmo mai affidato a Geova un ruolo subordinato, vero? È, infatti, una parola nobile, spesso usata per chi viene in aiuto di qualcuno nel bisogno, per dare soccorso, conforto e sollievo.

Ora diamo un'occhiata all'altra parola usata dalla NWT: "complemento".

Dictionary.com fornisce una definizione che credo si adatti qui. Un complemento è “una delle due parti o delle cose necessarie per completare il tutto; controparte."

Una delle due parti necessarie per completare il tutto; o una "controparte". Di interesse è la resa data da questo verso Traduzione letterale di Young:

E Geova Dio dice: 'Non è bene che l'uomo sia solo, gli faccio un aiuto, come sua controparte'.

Una controparte è una parte uguale ma opposta. Ricorda che la donna è stata creata dal lato dell'uomo. Fianco a fianco; parte e controparte.

Non c'è nulla qui che indichi una relazione tra capo e dipendente, re e suddito, sovrano e governato.

Questo è il motivo per cui preferisco la NWT rispetto alla maggior parte delle altre versioni quando si tratta di questo verso. Definire la donna "un'aiutante adatta", come fanno molte versioni, fa sembrare che sia davvero un'ottima assistente. Questo non è il sapore di questo verso dato tutto il contesto.

All'inizio c'era equilibrio nel rapporto tra l'uomo e le donne, parte e controparte. Come si sarebbe sviluppato con i bambini e la popolazione umana è cresciuta è una questione di congetture. Tutto andò a rotoli quando i due peccarono rifiutando l'amorevole svista di Dio.

Il risultato ha distrutto l'equilibrio tra i sessi. Il Signore disse a Eva: "La tua brama sarà per tuo marito, ed egli ti dominerà". (Genesi 3:16)

Dio non ha apportato questo cambiamento nella relazione maschio / femmina. È nato naturalmente dallo squilibrio all'interno di ogni sesso che risultava dall'influenza corruttrice del peccato. Alcuni tratti diventerebbero predominanti. Basta guardare a come le donne vengono trattate oggi nelle varie culture sulla terra per vedere l'accuratezza della predizione di Dio.

Detto questo, come cristiani, non cerchiamo scuse per comportamenti scorretti tra i sessi. Possiamo riconoscere che le tendenze peccaminose possono essere all'opera, ma ci sforziamo di imitare il Cristo e quindi resistiamo alla carne peccaminosa. Lavoriamo per soddisfare lo standard originale che Dio intendeva per guidare le relazioni tra i sessi. Pertanto, uomini e donne cristiani devono lavorare per trovare l'equilibrio che è stato perso a causa del peccato della coppia originale. Ma come si può ottenere questo risultato? Il peccato è un'influenza così potente, dopotutto. 

Possiamo farlo imitando il Cristo. Quando Gesù venne, non rafforzò i vecchi stereotipi, ma pose invece le basi affinché i figli di Dio vincessero la carne e rivestissero la nuova personalità modellata sul modello che aveva stabilito per noi.

Efesini 4: 20-24 recita:

“Ma non hai imparato che il Cristo è così, se, davvero, lo hai ascoltato e sei stato istruito per mezzo di lui, proprio come la verità è in Gesù. Ti è stato insegnato a mettere da parte la vecchia personalità che si conforma alla tua condotta precedente e che viene corrotta secondo i suoi desideri ingannevoli. E dovresti continuare a essere rinnovato nel tuo atteggiamento mentale dominante, e dovresti rivestire la nuova personalità che è stata creata secondo la volontà di Dio in vera giustizia e lealtà ".

Colossesi 3: 9-11 ci dice:

"Spogliatevi della vecchia personalità con le sue pratiche e rivestitevi della nuova personalità, che attraverso l'accurata conoscenza viene rinnovata secondo l'immagine di Colui che l'ha creata, dove non c'è né greco né giudeo, circoncisione né incirconcisione, straniero , Scita, schiavo o libero; ma Cristo è tutte le cose e in tutti ".

Abbiamo molto da imparare. Ma prima, abbiamo molto da disimparare. Inizieremo esaminando i ruoli che Dio ha assegnato alle donne come riportato nella Bibbia. Questo sarà l'argomento del nostro prossimo video.

 

Meleti Vivlon

Articoli di Meleti Vivlon.
    26
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x