Gli articoli “Salvare l'umanità” e quelli recenti sulla speranza della risurrezione hanno coperto una parte di una discussione continua: i cristiani che hanno sopportato andranno in cielo, o saranno collegati con la terra come la conosciamo ora. Ho fatto questa ricerca quando mi sono reso conto di quanto alcuni dei miei (allora) compagni Testimoni di Geova sembrano amare l'idea di dare indicazioni. Spero che questo aiuti i cristiani ad acquisire una prospettiva più ampia della speranza che abbiamo e della speranza che c'è per l'umanità nel suo insieme in un futuro non lontano. Tutti i testi/riferimenti sono stati presi dalla Traduzione del Nuovo Mondo, salvo diversa indicazione.

 

Domineranno come re: cos'è un re?

“Regneranno con lui per 1000 anni” (Apocalisse 20:6)

Cos'è un re? Una domanda strana, penserete. Chiaramente, un re è qualcuno che stabilisce la legge e dice alle persone cosa fare. Molti paesi hanno o avevano re e regine, che rappresentano lo stato e la nazione a livello internazionale. Ma questo non è il tipo di re di cui scriveva Giovanni. Per comprendere il ruolo previsto di un re, dovremo tornare al tempo dell'antico Israele.

Quando Geova condusse gli israeliti fuori dall'Egitto, nominò Mosè e Aaronne come suoi rappresentanti. Questa disposizione sarebbe continuata attraverso la linea di discendenza di Aaronne (Esodo 3:10; Esodo 40:13-15; Num. 17:8). Oltre al sacerdozio di Aaronne, i leviti furono incaricati di ministrare sotto la sua direzione per una varietà di compiti come insegnare, come possesso personale di Geova (Num. 3:5-13). Mosè giudicava in quel momento, e aveva delegato parte di questo ruolo ad altri su consiglio del suocero (Es 18-14). Quando fu data la Legge mosaica, essa non conteneva istruzioni o regolamenti per l'aggiunta o la rimozione di parti di essa. In effetti, Gesù ha chiarito che non ne sarebbe stata rimossa la più piccola parte prima di essere adempiuta (Matteo 26:5-17). Quindi sembra che non ci fosse un governo umano, poiché Geova stesso era il Re e Legislatore (Giacomo 20:4a).

Dopo la morte di Mosè, il sommo sacerdote ei leviti divennero responsabili di giudicare la nazione durante la loro residenza nella terra promessa (Dt 17:8-12). Samuele era uno dei giudici più famosi ed evidentemente un discendente di Aaronne, poiché svolgeva compiti a cui solo i sacerdoti erano autorizzati (1 Sam. 7:6-9,15-17). Poiché i figli di Samuele si rivelarono corrotti, gli israeliti chiesero a un re di tenerli uniti e di occuparsi delle loro questioni legali. Geova aveva già preso una disposizione secondo la Legge mosaica per accogliere tale richiesta, sebbene questa disposizione non sembri la sua intenzione originale (Deut. 17:14-20; 1 Sam. 8:18-22).

Possiamo concludere che giudicare su questioni legali era il ruolo principale del re sotto la Legge mosaica. Absalom iniziò la sua rivolta contro suo padre, il re Davide, cercando di sostituirlo come giudice (2 Sam. 15:2-6). Il re Salomone ricevette la sapienza da Geova per poter giudicare la nazione e divenne famoso per essa (1 Re 3:8-9,28). I re ai loro tempi si comportavano come una Corte Suprema.

Quando la Giudea fu catturata e il popolo portato a Babilonia, la stirpe dei re finì e le autorità delle nazioni fecero giustizia. Ciò continuò dopo il loro ritorno, poiché i re occupanti avevano ancora l'ultima parola sul modo in cui le cose erano disposte (Ezequiel 5:14-16, 7:25-26; Aggeo 1:1). Gli israeliti godettero di una certa autonomia fino ai giorni di Gesù e oltre, anche se erano ancora sotto un governo secolare. Possiamo vedere questo fatto al momento dell'esecuzione di Gesù. Secondo la Legge mosaica, alcuni torti dovevano essere puniti con la lapidazione. Tuttavia, a causa della legge romana a cui erano soggetti, gli israeliti non potevano ordinare o applicare tali esecuzioni da soli. Per questo motivo, gli ebrei non potevano evitare di chiedere l'approvazione del governatore Pilato quando cercavano di far giustiziare Gesù. Anche questa esecuzione non è stata eseguita dagli ebrei, ma dai romani in quanto aventi l'autorità per farlo (Giovanni 18:28-31; 19:10-11).

La disposizione non cambiò quando la Legge mosaica fu sostituita con la Legge del Cristo. Questa nuova legge non include alcun riferimento al giudizio su chiunque altro (Matteo 5:44-45; Giovanni 13:34; Galati 6:2; 1 Giovanni 4:21), e così arriviamo alle indicazioni dell'apostolo Paolo nella sua lettera ai Romani. Ci istruisce a sottometterci alle autorità superiori come "ministri di Dio" per premiare il bene e punire il male (Romance 13: 1-4). Tuttavia, ha dato questa spiegazione a sostegno di un'altra istruzione: dobbiamo farlo per obbedire al comando di "non restituire male per male" ma per essere "pacifici con tutti gli uomini" e anche per cercare di soddisfare i bisogni dei nostri nemici (Romance 12: 17-21). Ci aiutiamo a fare queste cose lasciando la vendetta nelle mani di Geova, che l'ha “delegata” agli ordinamenti legali delle autorità secolari fino ad oggi.

Questa disposizione continuerà fino al ritorno di Gesù. Chiamerà le autorità secolari a rendere conto delle loro mancanze e della perversione della giustizia di cui molti sono venuti a conoscenza personalmente, seguite da un nuovo accordo. Paolo notò che la Legge ha un'ombra delle cose a venire, ma non è la sostanza (o: immagine) di quelle cose (Ebrei 10:1). Troviamo una formulazione simile in Colossesi 2:16,17. Può significare che, in base a questa nuova disposizione, i cristiani riceveranno una parte nel sistemare le cose tra molte nazioni e popoli (Michea 4:3). Così sono costituiti su «tutti i suoi averi»: l'intera umanità, che ha acquistato con il proprio sangue (Mt 24-45; Rm 47; Apocalisse 5-17). Fino a che punto questo include anche gli angeli, potremmo dover aspettare per scoprirlo (20 Cor 4-6). Gesù ha fornito un dettaglio rilevante nella parabola del Minas in Luca 1:6-2. Nota che la ricompensa per la fedeltà su questioni relativamente piccole è “autorità su... città“. In Apocalisse 20:6 troviamo che coloro che partecipano alla prima risurrezione sono sacerdoti e governano, ma che cos'è un sacerdote senza persone da rappresentare? O cos'è un re senza un popolo da governare? Parlando inoltre della città santa di Gerusalemme, Apocalisse 21:23 e oltre nel capitolo 22 dice che le nazioni trarranno beneficio da queste nuove disposizioni.

Chi sono quelli qualificati per tale governo? Quelli sono quelli che sono stati “comprati” tra gli uomini come “primizie” e “seguite l'Agnello dovunque vada” (Apocalisse 14:1-5). A loro può essere delegato il giudizio su certe cose, proprio come Mosè delegava le cose minori a vari capi, come abbiamo visto in Esodo 18-25. C'è anche una somiglianza con la nomina dei leviti in Numeri 26: questa tribù rappresentava la presa da parte di Geova di tutti i primogeniti (primizie umane viventi) della Casa di Giacobbe (Numeri 3:3-11; Malachia 13:3-1) . Acquistati come figli, i cristiani fedeli diventano una nuova creazione proprio come Gesù. Saranno pienamente preparati per la loro partecipazione alla guarigione delle nazioni e all'insegnamento della nuova Legge, affinché anche tutti i preziosi delle nazioni possano raggiungere a tempo debito una giusta condizione presso il vero Dio (4,17 Corinzi 2 :5-17; Galati 19:4-4).

Ad_Lang

Sono nato e cresciuto in una chiesa riformata olandese, fondata nel 1945. A causa di alcune ipocrisie, me ne sono andato verso i miei 18 anni, giurando di non essere più cristiano. Quando i Testimoni di Geova mi hanno parlato per la prima volta nell'agosto 2011, ci sono voluti alcuni mesi prima che accettassi anche solo di possedere una Bibbia, e poi altri 4 anni di studio e di essere critico, dopodiché mi sono battezzata. Pur avendo la sensazione che qualcosa non andasse bene per anni, ho mantenuto la mia attenzione sul quadro generale. Si è scoperto che ero stato eccessivamente positivo in alcune aree. In diversi punti, la questione degli abusi sessuali su minori è venuta alla mia attenzione e, all'inizio del 2020, ho finito per leggere un articolo di notizie su una ricerca ordinata dal governo olandese. È stato in qualche modo scioccante per me e ho deciso di scavare più a fondo. La questione riguardava un procedimento giudiziario nei Paesi Bassi, dove i Testimoni si erano recati in tribunale per bloccare il rapporto, sulla gestione degli abusi sessuali su minori tra i Testimoni di Geova, ordinato dal ministro della Protezione legale che il parlamento olandese aveva chiesto all'unanimità. I fratelli avevano perso la causa e io ho scaricato e letto il rapporto completo. Come Testimone, non riuscivo a immaginare perché si dovrebbe considerare questo documento un'espressione di persecuzione. Mi sono messo in contatto con Reclaimed Voices, un ente di beneficenza olandese in particolare per JW che hanno subito abusi sessuali nell'organizzazione. Inviai alla filiale olandese una lettera di 16 pagine, spiegando accuratamente cosa dice la Bibbia su queste cose. Una traduzione in inglese è andata al Corpo Direttivo negli Stati Uniti. Ho ricevuto una risposta dalla filiale britannica, che mi elogiava per aver incluso Geova nelle mie decisioni. La mia lettera non è stata molto apprezzata, ma non ci sono state conseguenze evidenti. Alla fine sono stato evitato in modo informale quando ho fatto notare, durante un'adunanza di congregazione, come Giovanni 13:34 si collega al nostro ministero. Se trascorriamo più tempo nel ministero pubblico che insieme, allora stiamo indirizzando male il nostro amore. Ho scoperto che l'anziano ospitante ha cercato di disattivare il mio microfono, non ha mai avuto la possibilità di commentare di nuovo ed è stato isolato dal resto della congregazione. Essendo diretto e appassionato, ho continuato a essere critico fino a quando non ho avuto il mio incontro con JC nel 2021 e sono stato disassociato, per non tornare mai più. Avevo parlato di quella decisione venuta con un certo numero di fratelli, e sono felice di vedere che un buon numero ancora mi saluta e parla anche (brevemente), nonostante l'ansia di essere visto. Continuo molto felicemente a salutarli e salutarli per strada, sperando che il disagio che tutti stanno dalla loro parte li aiuti a ripensare a ciò che stanno facendo.
    2
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x