Ciao. Il mio nome è Eric Wilson. E oggi ti insegnerò a pescare. Ora potresti pensare che sia strano perché probabilmente hai iniziato questo video pensando che sia sulla Bibbia. Ebbene lo è. C'è un'espressione: dai un pesce a un uomo e dagli da mangiare per un giorno; ma insegnagli a pescare, nutrilo per tutta la vita. L'altro aspetto è: cosa succede se dai un pesce a un uomo, non solo una volta, ma ogni giorno? Ogni settimana, ogni mese, ogni anno, anno dopo anno? Cosa succede allora? Quindi, l'uomo diventa totalmente dipendente da te. Diventi colui che gli fornisce tutto ciò di cui ha bisogno da mangiare. Ed è quello che la maggior parte di noi ha vissuto nella vita.

Ci siamo uniti a una religione o all'altra e abbiamo mangiato nel ristorante della religione organizzata. E ogni religione ha il suo menu, ma essenzialmente è lo stesso. Ti viene nutrita la comprensione, le dottrine e le interpretazioni degli uomini, come se provenissero da Dio; dipende da questi per la tua salvezza. Va tutto bene, se davvero il cibo è buono, nutriente, benefico. Ma, come molti di noi sono venuti a vedere - purtroppo non abbastanza di noi - il cibo non è nutriente.

Oh, ha un certo valore, non c'è dubbio su questo. Ma abbiamo bisogno di tutto questo, e tutto deve essere nutriente per poterci beneficiare veramente; per noi per ottenere la salvezza. Se un po 'di esso è velenoso, non importa che il resto sia nutriente. Il veleno ci ucciderà.

Quindi, quando arriviamo a quella realizzazione, ci rendiamo conto anche che dobbiamo pescare per noi stessi. Dobbiamo nutrirci; dobbiamo cucinare i vostri pasti; non possiamo dipendere da quei pasti preparati dai religiosi. E questo è il problema, perché non sappiamo come farlo.

Ricevo regolarmente email o commenti sul canale YouTube in cui le persone mi chiedono: "Cosa ne pensi di questo? Cosa ne pensi di questo?" Va tutto bene, ma tutto quello che chiedono è la mia interpretazione, la mia opinione. E non è quello che ci stiamo lasciando alle spalle? Le opinioni degli uomini?

Non dovremmo chiederci: "Cosa dice Dio?" Ma come comprendiamo ciò che Dio dice? Vedi, quando iniziamo a imparare a pescare, costruiamo su ciò che sappiamo. E quello che sappiamo sono gli errori del passato. Vedi, la religione usa l'eisegesi per arrivare alle sue dottrine. E questo è tutto ciò che abbiamo conosciuto, eisegesi, che è fondamentalmente mettere i tuoi pensieri nella Bibbia. Ottenere un'idea e poi cercare qualcosa per dimostrarlo. E così, quello che è successo a volte è che ci sono persone che lasciano una religione e iniziano a inventare teorie folli, perché stanno usando le stesse tecniche che si sono lasciate alle spalle.

La domanda diventa: che cosa guida l'eisegesi o il pensiero eisegetico?

Ebbene, 2 Pietro 3: 5 riporta l'apostolo che dice: (parlando di altri) "secondo il loro desiderio, questo fatto sfugge alla loro attenzione". "Secondo il loro desiderio, questo fatto sfugge alla loro attenzione" - così possiamo avere un fatto e ignorarlo, perché vogliamo ignorarlo; perché vogliamo credere a qualcosa che il fatto non supporta.

Cosa ci spinge? Può essere paura, orgoglio, desiderio di preminenza, lealtà fuorviata, tutte emozioni negative.

L'altro modo di studiare la Bibbia è però con esegesi. È qui che lasci che la Bibbia parli da sola. Ciò è guidato dall'amore nello Spirito di Dio, e vedremo perché possiamo dirlo, in questo video.

Prima di tutto, lascia che ti dia un esempio di eisegesi. Quando ho pubblicato un video Gesù è l'arcangelo Michele?, Ho avuto molte persone che discutono contro questo. Stavano sostenendo che Gesù fosse Michele Arcangelo e lo stavano facendo a causa delle loro precedenti credenze religiose.

I testimoni di Geova, per esempio, credono che Gesù fosse Michele nella sua esistenza preumana. E avrebbero preso tutte le informazioni dal video, tutte le prove scritturali, tutti i ragionamenti - le avrebbero messe da parte; l'hanno ignorato. Mi hanno dato un verso, e questa era una "prova". Questo verso. Galati 4:14, e si legge: “E sebbene la mia condizione fisica fosse una prova per te, non mi hai trattato con disprezzo o disgusto; ma mi hai ricevuto come un angelo di Dio, come Cristo Gesù ".

Ora, se non hai un'ascia da macinare, allora dovresti leggere questo per quello che dice, e dire, "questo non prova che Gesù è un angelo". E se ne dubiti, lascia che ti faccia un esempio. Diciamo che sono andato in un paese straniero e sono stato aggredito e non avevo soldi. Ero indigente senza un posto dove stare. E una coppia gentile mi ha visto e mi hanno accolto. Mi hanno dato da mangiare, mi hanno dato un posto dove stare, mi hanno messo su un aereo per tornare a casa. E potrei dire di quella coppia: “Sono stati così meravigliosi. Mi hanno trattato come un amico perduto da tempo, come suo figlio ".

Nessuno mi sente dire che direbbe: "Oh, un figlio e un amico sono termini equivalenti". Capirebbero che sto iniziando con un amico e sto crescendo verso qualcosa di più valore. Ed è quello che sta facendo Paolo qui. Dice: "come un angelo di Dio", e poi si intensifica fino a "come lo stesso Cristo Gesù".

È vero, potrebbe essere l'altra cosa, ma allora cosa hai lì? Hai ambiguità. E cosa succede? Bene, se vuoi davvero credere a qualcosa, ignorerai l'ambiguità. Sceglierai l'unica interpretazione che supporta la tua convinzione e ignorerai l'altra. Non dargli alcun merito e non guardare a nient'altro che possa contraddirlo. Pensiero eisegetico.

E in questo caso, anche se probabilmente fatto per lealtà fuorviata, è fatto con paura. Paura, dico, perché se Gesù non è Michele Arcangelo, allora l'intera base della religione dei Testimoni di Geova scompare.

Vedi, senza che non ci sia 1914 e senza 1914, non ci sono gli ultimi giorni; e quindi nessuna generazione per misurare la lunghezza degli ultimi giorni. E poi, nessun 1919 che è, presumibilmente, quando l'organo di governo è stato nominato schiavo fedele e discreto. Tutto se ne va se Gesù non è Michele Arcangelo. Ricorderai anche che l'attuale spiegazione dello schiavo fedele e discreto è che è stato nominato in 1919, ma prima di ciò, fino al tempo di Gesù, non esisteva uno schiavo fedele e discreto. Ancora una volta, tutto ciò si basa sull'interpretazione del capitolo 4 di Daniele che li conduce a 1914 e che richiede loro di accettare Gesù è Michele Arcangelo.

Perché? Ebbene, seguiamo la logica e ci mostrerà quanto distruttivo possa essere il ragionamento eisegetico nella ricerca biblica. Inizieremo con Atti 1: 6, 7.

"Così, quando si furono riuniti, gli chiesero:" Signore, stai restaurando il regno di Israele in questo momento? " Disse loro: "non vi appartiene conoscere i tempi o le stagioni che il Padre ha posto nella sua giurisdizione".

Essenzialmente sta dicendo: "Non sono affari tuoi. Sta a Dio saperlo, non a te ". Perché non ha detto: “Guarda a Daniel; lascia che il lettore usi discernimento ”: perché secondo i testimoni di Geova, tutto è lì in Daniele?

È solo un calcolo che chiunque potrebbe eseguire. Avrebbero potuto gestirlo meglio di noi, perché sarebbero potuti andare al tempio e ottenere la data esatta in cui è successo tutto. Allora perché non glielo ha detto? Era falso, ingannevole? Stava cercando di nascondere loro qualcosa che era lì per chiedere?

Vedi, il problema con questo è che, secondo i testimoni di Geova, ci è stato permesso di saperlo. La Torre di Guardia del 1989, 15 marzo, pagina 15, paragrafo 17 dice:

“Per mezzo dello“ schiavo fedele e discreto ”, Geova aiutò anche i suoi servitori a rendersi conto, decenni prima, che l'anno 1914 avrebbe segnato la fine dei tempi dei Gentili”.

Hmm, con "decenni di anticipo". Quindi ci fu permesso di conoscere le cose, “i tempi e le stagioni”, che erano sotto la giurisdizione di Geova ... ma non lo erano.

(Ora, a proposito, non so se l'hai notato, ma diceva che lo schiavo fedele e discreto ha rivelato questi decenni in anticipo. Ma ora diciamo che non c'era nessuno schiavo fedele e discreto fino al 1919. Questa è un'altra questione, anche se.)

Ok, come risolviamo Atti 1: 7 se siamo Testimoni; se vogliamo sostenere il 1914? Bene, il libro Ragionando dalle Scritture, pagina 205 dice:

“Gli apostoli di Gesù Cristo si resero conto che c'erano molte cose che non capivano ai loro tempi. La Bibbia mostra che ci sarebbe stato un grande aumento della conoscenza della verità durante “il tempo della fine”. Daniele 12: 4 ".

È vero, lo dimostra. Ma qual è il tempo della fine? Questa è la cosa che ci resta da supporre che sia la nostra giornata. (A proposito, penso che un titolo migliore per Ragionando dalle Scritture, sarebbe Ragionando sulle Scritture, poiché qui non stiamo effettivamente ragionando da loro, stiamo imponendo loro la nostra idea. E vedremo come accadrà.)

Torniamo ora indietro e leggiamo Daniele 12: 4.

“Quanto a te, Daniel, mantieni segrete le parole e chiudi il libro fino al tempo della fine. Molti vagheranno e la vera conoscenza diventerà abbondante ".

Va bene, vedi subito il problema? Affinché ciò si applichi, affinché ciò contravvenga a ciò che è detto in Atti 1: 7, dobbiamo prima presumere che si tratti del tempo della fine come adesso. Ciò significa che dobbiamo presumere che questo sia il momento della fine. E poi dobbiamo spiegare cosa significa "rove about". Dobbiamo spiegare come testimoni - mi metto il cappello da testimone anche se non lo sono più - spieghiamo che vagabondare significa vagare nella Bibbia. Non in realtà fisicamente in giro. E la vera conoscenza è tutto, comprese le cose che Geova ha posto sotto la sua giurisdizione.

Ma non lo dice. Non dice fino a che punto questa conoscenza viene rivelata. Quanto di esso viene rivelato. Quindi c'è l'interpretazione coinvolta. C'è ambiguità qui. Ma, affinché funzioni, dobbiamo ignorare l'ambiguità, dobbiamo prosperare sull'interpretazione umana che supporta la nostra idea.

Ora il versetto 4 è solo un verso in una profezia più ampia. Il capitolo 11 di Daniele fa parte di questa profezia e parla di una stirpe di re. Un lignaggio diventa il Re del Nord e un altro il Re del Sud. Inoltre, devi accettare che questa profezia riguarda gli ultimi giorni, perché questo è affermato in questo verso così come nel 40 ° versetto del capitolo 11. E devi applicarlo al 1914. Ora, se applichi questo al 1914 - cosa che devi fare, perché è allora che sono iniziati gli ultimi giorni, allora cosa fai con Daniele 12: 1? Leggiamolo.

“Durante quel periodo (tempo con una spinta tra il re del nord e il re del sud) si alzerà Michele, il grande principe che sta a favore del tuo popolo. E ci sarà un periodo di angoscia come non si è verificato da quando è nata una nazione fino a quel momento. E durante quel periodo il tuo popolo scapperà, tutti quelli che si troveranno scritti nel libro ".

Va bene, se questo è accaduto nel 1914, Michael deve essere Gesù. E il “tuo popolo”, perché dice che questo sarà qualcosa che influirà sul “tuo popolo”, il “tuo popolo” deve essere testimoni di Geova. È tutta una profezia. Non ci sono divisioni in capitoli, né divisioni in versi. È una scrittura continua. Una continua rivelazione da quell'angelo a Daniele. Ma diceva "durante quel periodo", quindi se torni a Daniele 11:40 per scoprire qual è il momento in cui "Michele si alza", dice:

“Nel tempo della fine il Re del Sud si impegnerà con lui (il Re del Nord) in una spinta, e contro di lui il Re del Nord si scatenerà con carri, cavalieri e molte navi; ed entrerà nelle terre e spazzerà via come un diluvio ".

Adesso iniziano ad apparire i problemi. Perché se leggi quella profezia, non puoi farla allungare in una successione continua per 2,500 anni, dal giorno di Daniele fino ad oggi. Quindi devi spiegare: 'Beh, a volte il Re del Nord e il Re del Sud falliscono, in un certo senso scompaiono. e poi, secoli dopo, riappariranno '.

Ma il capitolo 11 di Daniele non dice nulla riguardo alla loro scomparsa e ricomparsa. Quindi ora stiamo inventando delle cose. Più interpretazione umana.

Che dire di Daniele 12:11, 12? Leggiamolo:

“E dal momento in cui la caratteristica costante è stata rimossa e la cosa disgustosa che causa la desolazione è stata messa in atto, ci saranno 1,290 giorni. "Felice è colui che mantiene le aspettative e arriva ai 1335 giorni!" "

Ok, ora sei bloccato anche con questo, perché se inizia nel 1914, inizi a contare dal 1914, i 1,290 giorni e poi aggiungi i 1,335 giorni. Quali eventi significativi si verificarono in quegli anni?

Ricorda, in Daniele 12: 6 l'angelo descrive tutto questo come "cose ​​meravigliose". E cosa veniamo in mente come testimoni, o cosa ne siamo usciti?

Nel 1922 a Cedar Point, Ohio, ci fu un discorso all'assemblea che segnò i 1,290 giorni. E poi, nel 1926, ci fu un'altra serie di discorsi al congresso e una serie di libri che furono pubblicati. E questo segna colui che "continua ad aspettarsi di arrivare a 1,335 giorni".

Parla di un meraviglioso eufemismo! È solo stupido. Ed è stato sciocco all'epoca, anche quando ero pienamente coinvolto e creduto. Mi grattavo la testa a queste cose e dicevo: "Beh, non abbiamo capito bene". E vorrei solo aspettare.

Ora capisco perché non avevamo ragione. Quindi lo esamineremo di nuovo. Lo guarderemo, esegeticamente. Permetteremo a Geova di dirci cosa intende. E come lo facciamo?

Bene, prima abbandoniamo i vecchi metodi. Sappiamo che crederemo a ciò che vogliamo credere. L'abbiamo appena visto in Peter, giusto? È così che funzionano le menti umane. Crederemo a ciò che vogliamo credere. La domanda è: "Se crediamo solo a ciò che vogliamo credere, come possiamo assicurarci di credere nella verità e non in qualche inganno?

Bene, 2 Tessalonicesi 2: 9, 10 dice:

"Ma il empio presenza è per l'operazione di Satana, con ogni opera potente, che giace segni e prodigi e ogni inganno ingiusti per quelli che si perdono, come punizione, perché non hanno accettato l'amore della verità, in modo che essi possano essere salvato."

Quindi, se vuoi evitare di essere ingannato, devi amare la verità. E questa è la prima regola. Dobbiamo amare la verità. Non è sempre così facile. Vedi, questa è una cosa binaria. Notate, coloro che non accettano l'amore della verità, periscono. Quindi o è vita o morte. È l'amore la verità, o muori. Ora spesso la verità è scomoda. Anche doloroso. E se ti mostrasse che hai sprecato la tua vita? Certo che no. Hai la prospettiva della vita infinita, della vita eterna. Quindi sì, forse hai passato gli ultimi 40 o 50 o 60 anni a credere a cose che non erano vere. Che potresti usare in modo molto più vantaggioso. Quindi, hai usato gran parte della tua vita. Quel tanto, di una vita infinita. In realtà non è nemmeno esatto, perché ciò implica che ci sia una misura. Ma con l'infinito, non c'è. Quindi ciò che abbiamo sprecato è irrilevante rispetto a ciò che abbiamo guadagnato. Abbiamo guadagnato una presa migliore sulla vita eterna.

Gesù disse: "la verità ti renderà libero"; perché quelle parole sono assolutamente garantite per essere vere. Ma quando ha detto questo, ha parlato delle sue parole. Rimanendo nella sua parola, saremo liberati.

Va bene, quindi la prima cosa è amare la verità. La seconda regola è pensare in modo critico. Giusto? 1 John 4: 1 dice:

"Diletti, non credono ad ogni espressione ispirata, ma provate le espressioni ispirate per vedere se hanno origine da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti nel mondo".

Questo non è un suggerimento. Questo è un comando di Dio. Dio ci sta dicendo di testare qualsiasi espressione che sia ispirata. Questo non significa che solo le espressioni ispirate debbano essere messe alla prova. In realtà, se vengo da te e ti dico: "Questo è ciò che significa questo versetto biblico". Parlo con un'espressione ispirata. L'ispirazione proviene dallo spirito di Dio o dallo spirito del mondo? O lo spirito di Satana? O il mio spirito?

Devi testare l'espressione ispirata. Altrimenti crederai falsi profeti. Ora, un falso profeta ti sfiderà per questo. Dirà: "NO! NO! NO! Pensiero indipendente, cattivo, cattivo! Pensiero indipendente. " E lo equiparerà a Geova. Cerchiamo i nostri pensieri sulle cose e siamo indipendenti da Dio.

Ma non è così. Il pensiero indipendente è davvero un pensiero critico e ci viene ordinato di impegnarci in esso. Geova dice: 'pensa in modo critico' - "prova l'espressione ispirata".

Ok, regola numero 3. Se impareremo davvero cosa ha da dire la Bibbia, abbiamo per schiarirci le idee.

Ora questo è impegnativo. Vedete, siamo pieni di preconcetti e pregiudizi e di interpretazioni precedenti che riteniamo siano verità. E così andiamo a studiare spesso pensando "Va bene, ora c'è una verità, ma dove si dice?" Oppure, "Come lo provo?"

Dobbiamo fermarlo. Dobbiamo rimuovere dalla nostra mente tutti i pensieri di precedenti "verità". Entreremo nella Bibbia, puliti. Una lavagna pulita. E lasceremo che ci dica qual è la verità. In questo modo non veniamo deviati.

Bene, abbiamo abbastanza per cominciare, quindi sei pronto? Ok, eccoci.

Guarderemo la profezia dell'angelo a Daniele, che abbiamo appena analizzato eisegeticamente. Lo esamineremo esegeticamente.

Daniele 12: 4 annulla le parole rivolte da Gesù agli apostoli in Atti 1: 7?

Va bene, il primo strumento che abbiamo nel nostro toolkit è armonia contestuale. Quindi il contesto deve sempre armonizzarsi. Quindi, quando leggiamo in Daniele 12: 4: “Quanto a te, Daniele, e sigilla il libro fino al tempo della fine. Molti vagheranno e la vera conoscenza diventerà abbondante. ”, Troviamo ambiguità. Non sappiamo cosa significhi. Potrebbe significare una o più cose. Quindi, per arrivare a una comprensione dobbiamo interpretare. No, nessuna interpretazione umana! L'ambiguità non è una prova. Una Scrittura ambigua può servire a chiarire qualcosa una volta che abbiamo stabilito la verità. Potrebbe aggiungere significato a qualcosa, una volta che hai stabilito la verità altrove e risolto l'ambiguità

Geremia 17: 9 ci dice: “Il cuore è più sleale di ogni altra cosa ed è disperato. Chi può saperlo? "

Va bene, come si applica? Ebbene, se hai un amico che si rivela un traditore, ma non riesci a liberartene, forse è un membro della famiglia, cosa fai? Stai sempre attento al fatto che possa tradirti. cosa fai? Non riesco a sbarazzarmi di lui. Non posso strapparci il cuore dal petto.

Lo guardi come un falco! Quindi, quando si tratta del nostro cuore, lo guardiamo come un falco. Ogni volta che leggiamo un versetto, se iniziamo ad inclinarci all'interpretazione umana, il nostro cuore agisce in modo infido. Dobbiamo combattere contro questo.

Guardiamo al contesto. Daniele 12: 1: iniziamo con quello.

“Durante quel periodo si alzerà Michele, il grande principe che è a favore del tuo popolo. E ci sarà un periodo di angoscia come non si è verificato da quando è nata una nazione fino a quel momento. E durante quel periodo il tuo popolo scapperà, tutti quelli che si troveranno scritti nel libro ".

Ok, "la tua gente". Chi è il "tuo popolo"? Ora arriviamo al nostro secondo strumento: Prospettiva storica.

Mettiti nella mente di Daniel. Daniel è lì, l'angelo gli sta parlando. E l'angelo sta dicendo che: "Michele il grande principe si alzerà in piedi a favore del" tuo popolo "" "Oh sì, devono essere i testimoni di Geova", dice Daniel. Non credo proprio. Pensa: “Gli ebrei, il mio popolo, gli ebrei. Ora so che Michele Arcangelo è il principe che sta a favore degli ebrei. E rimarrà in un tempo futuro, ma ci sarà un terribile momento di angoscia ".

Puoi immaginare come questo avrebbe potuto influenzarlo, perché aveva appena visto la peggiore tribolazione che avessero mai sofferto. Gerusalemme è stata distrutta; il tempio è stato distrutto; l'intera nazione fu spopolata, ridotta in schiavitù a Babilonia. Come potrebbe esserci qualcosa di peggio di quello? Eppure, l'angelo sta dicendo: "Sì, saranno qualcosa di peggio di quello".

Quindi era qualcosa che veniva applicato a Israele. Quindi stiamo cercando un momento della fine che influenzi Israele. Va bene, quando è successo? Ebbene, questa profezia non dice quando ciò accadrà. Ma arriviamo allo strumento numero 3: Armonia scritturale.

Dobbiamo cercare altrove nella Bibbia per scoprire cosa pensa Daniel o cosa viene detto a Daniel. Se andiamo a Matthew 24: 21, 22 leggiamo parole molto simili a ciò che abbiamo appena letto. Questo è Gesù che sta parlando ora:

“Poiché allora ci sarà una grande tribolazione (grande afflizione) come non è avvenuta dall'inizio del mondo (poiché c'era una nazione) fino ad ora, no, né accadrà più. Infatti, a meno che quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne sarebbe salvata; ma a causa degli eletti Quei giorni saranno abbreviati ".

Alcuni del tuo popolo scapperanno, quelli che sono scritti nel libro. Vedi la somiglianza? Hai dei dubbi?

Matteo 24:15. Qui troviamo effettivamente Gesù che ci dice: "Pertanto, quando scorgi la cosa disgustosa che causa desolazione, come ha detto il profeta Daniele, in piedi in un luogo santo (lascia che il lettore usi discernimento)". Quanto più chiaro deve essere per noi per vedere che questi due sono conti paralleli? Gesù sta parlando della distruzione di Gerusalemme. La stessa cosa che ha detto l'angelo a Daniele.

L'angelo non ha detto nulla su un compimento secondario. E Gesù non dice nulla su un adempimento secondario. Ora veniamo al prossimo strumento nel nostro arsenale, Materiale di riferimento.

Non sto parlando di guide interpretative come le pubblicazioni dell'organizzazione. Non vogliamo seguire gli uomini. Non vogliamo le opinioni degli uomini. Vogliamo fatti. Una delle cose che uso è BibleHub.com. Uso anche la Watchtower Library. È molto utile e ti mostrerò perché.

Vediamo come possiamo usare sussidi biblici come la 'Watchtower Library e BibleHub e altri che sono disponibili su Internet, come BibleGateway per capire cosa ci dice veramente la Bibbia su qualsiasi argomento. In questo caso, continueremo la nostra discussione su ciò che dice la Bibbia in Daniele capitolo 12. Passeremo al secondo versetto, e questo dice:

"E molti di coloro che dormono nella polvere della terra si sveglieranno, alcuni alla vita eterna e altri al biasimo e al disprezzo eterno."

Quindi potremmo pensare, 'beh, questo sta parlando di una risurrezione, non è vero?'

Ma se è così, poiché abbiamo già deciso in base al versetto 1 e al versetto 4 che questi sono gli ultimi giorni del sistema di cose giudaico, dobbiamo cercare una risurrezione in quel tempo. Non solo dei giusti alla vita eterna, ma una risurrezione degli altri al biasimo e al disprezzo eterno. E storicamente, poiché ricorderai quella prospettiva storica come una delle cose che stiamo cercando, storicamente non ci sono prove che una cosa del genere sia avvenuta.

Quindi, con questo in mente, ancora una volta vogliamo ottenere il punto di vista della Bibbia. Come scopriamo cosa si intende qui?

Ebbene, la parola usata è "svegliati". Quindi forse potremmo trovare qualcosa lì. Se digitiamo "risveglio" e mettiamo un asterisco davanti e dietro, e questo otterrà ogni occorrenza di "sveglia", "risveglio", "risveglio", ecc. Bibbia di riferimento più dell'altro, quindi andremo con il Riferimento. E cerchiamo di esaminare e vedere cosa troviamo. (Sto saltando avanti. Non mi fermo a ogni occorrenza a causa di vincoli di tempo.) Ma ovviamente, faresti scorrere ogni verso.

Romani 13:11 qui dice: "Fate anche questo, perché conoscete la stagione, che è già l'ora per voi di svegliarvi dal sonno, perché ora la nostra salvezza è più vicina rispetto al momento in cui siamo diventati credenti".

Quindi ovviamente questo è un senso di "svegliarsi" dal sonno. Non sta parlando di sonno letterale, ovviamente, ma di sonno in senso spirituale. E questo, in realtà, è eccellente. Efesini 5:14: "Pertanto egli dice:" Svegliati, o dormiente, e risorgi dai morti, e il Cristo splenderà su di te "".

Ovviamente non sta parlando della resurrezione letterale qui. Ma, morto in senso spirituale o addormentato in senso spirituale e ora sveglio, in senso spirituale. Un'altra cosa che possiamo fare è provare la parola "morto". E qui ci sono molti riferimenti ad esso. Di nuovo, se vogliamo veramente capire la Bibbia, dobbiamo dedicare del tempo a guardare. E immediatamente ci imbattiamo in questo in Matteo 8:22. Gesù gli disse: "Continua a seguirmi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti".

Ovviamente, un uomo morto non può seppellire un uomo morto in senso letterale. Ma uno che è spiritualmente morto potrebbe davvero seppellire una persona morta letteralmente. E Gesù sta dicendo: "Seguimi ... mostra interesse per lo spirito e non preoccuparti per le cose di cui possono prendersi cura i morti, coloro che non sono interessati allo spirito".

Quindi, con questo in mente, possiamo tornare a Daniel 12: 2, e se ci pensate, nel momento in cui questa distruzione ebbe luogo nel primo secolo, che cosa è successo? Le persone si sono svegliate. Alcuni alla vita eterna. Gli apostoli e i cristiani, ad esempio, si svegliarono alla vita eterna. Ma altri che pensavano di essere stati scelti da Dio, si svegliarono, ma non alla vita ma al disprezzo eterno e al rimprovero perché si opponevano a Gesù. Si voltarono contro di lui.

Passiamo al verso successivo, 3: Ed eccolo qui.

"E quelli che hanno perspicacia risplenderanno così intensamente come la distesa del cielo, e quelli che portano i molti alla giustizia come le stelle, nei secoli dei secoli".

Di nuovo, quando è successo? È successo davvero nel 19 ° secolo? Con uomini come Nelson Barbour e CT Russell? O all'inizio del XX secolo, con uomini come Rutherford? Ci interessa il tempo che coincide con la distruzione di Gerusalemme, perché questa è tutta una profezia. Cosa accadde prima del tempo di angoscia di cui parlava l'angelo? Ebbene, se guardi Giovanni 20: 1, sta parlando di Gesù Cristo, e dice: "Per mezzo di lui era la vita, e la vita era la luce degli uomini". E andiamo avanti, "e la luce risplende nell'oscurità, ma l'oscurità non l'ha sopraffatta". Il verso 4 dice: “la vera luce che dà luce a ogni sorta di uomo stava per venire nel mondo. Quindi quella luce era ovviamente Gesù Cristo.

Possiamo vedere un parallelo di questo se ci rivolgiamo a BibleHub, e poi andiamo a Giovanni 1: 9. Vediamo le versioni parallele qui. Fammi fare questo un po 'più grande. "Uno che è la vera luce che dà luce a tutti coloro che vengono nel mondo"? Dalla Bibbia di studio bereana, "La vera luce che dà luce a ogni uomo stava venendo nel mondo".

Noterai che all'organizzazione piace limitare le cose, quindi dicono "ogni sorta di uomo". Ma diamo un'occhiata a cosa dice l'interlineare, qui. Dice semplicemente "ogni uomo". Quindi "ogni tipo di uomo" è una versione parziale. E questo fa venire in mente qualcos'altro: mentre la biblioteca biblica, la biblioteca della Watchtower, è molto utile per trovare le cose, è sempre bene poi, una volta trovato un versetto, controllarlo in altre traduzioni e specialmente in BibleHub.

Va bene, quindi di Gesù con la luce del mondo, se ne andò. C'erano luci aggiuntive? Bene, mi sono ricordato qualcosa, e non riuscivo a ricordare esattamente l'intera frase, o il verso, né potevo ricordare dove fosse, ma ricordavo che aveva le parole "opere" e "maggiore", quindi le ho inserite, e io ho trovato questo riferimento qui in Giovanni 14:12. Ora ricorda, tra le cose che usiamo, una delle nostre regole è trovare sempre l'armonia scritturale. Quindi ecco un versetto che dice: “In verità, in verità ti dico, colui che esercita fede in me, anche quello farà le opere che io faccio; e farà opere più grandi di queste, perché vado al Padre ".

Quindi, mentre Gesù era la luce, i suoi discepoli fecero opere più grandi di lui perché andò dal Padre e mandò loro lo Spirito Santo e quindi non un uomo ma molti uomini si stavano diffondendo intorno alla luce che era splendente. Quindi, se torniamo a Daniele alla luce di ciò che abbiamo appena letto e ricordiamo che tutto questo è accaduto nel periodo di tempo considerato gli ultimi giorni, coloro che hanno intuizione, sarebbero i cristiani, brilleranno come la distesa di Paradiso. Ebbene, risplendevano così intensamente che oggi un terzo del mondo è cristiano.

Quindi sembra adattarsi abbastanza bene. Andiamo al verso successivo, 4:

“Quanto a te, Daniele, mantieni segreta la parola e chiudi il libro fino al tempo della fine. Molti vagheranno e la vera conoscenza diventerà abbondante ".

Ok, quindi piuttosto che interpretare, cosa si adatta al periodo di tempo che abbiamo già stabilito è in gioco? Ebbene, molti girovagavano? Ebbene, i cristiani giravano dappertutto. Diffondono la buona notizia in tutto il mondo. Ad esempio, Gesù nella profezia di cui abbiamo appena parlato in cui predice la distruzione di Gerusalemme, nel versetto appena prima di predire quella distruzione, dice: "E questa buona notizia del regno sarà predicata a tutti gli abitati terra per una testimonianza a tutte le nazioni e poi verrà la fine ".

Ora nel contesto di questo, di che fine sta parlando? Sta per parlare della fine del sistema di cose giudaico, quindi ne seguirebbe che la buona notizia sarebbe stata predicata in tutta la terra abitata prima che venisse quella fine. È successo?

Ebbene, il libro di Colossesi che fu scritto prima che Gerusalemme fosse distrutta ha questa piccola rivelazione dell'apostolo Paolo. Dice nel versetto 21 del capitolo 1:

"In verità voi che una volta eravate alienati e nemici perché le vostre menti erano sulle opere di un malvagio, egli si è ora riconciliato per mezzo di quel corpo carnale attraverso la sua morte, per presentarvi santo e senza macchia e aperto a nessuna accusa davanti a lui - 23 a patto, naturalmente, che tu continui nella fede, stabilita sul fondamento e salda, non allontanandoti dalla speranza di quella buona notizia che hai udito e che è stata predicata in tutta la creazione sotto il cielo. Di questa buona notizia io, Paolo, sono diventato un ministro ".

Naturalmente, a quel punto in Cina non era stato predicato. Non è stato predicato agli Aztechi. Ma Paolo sta parlando del mondo come lo conosceva e quindi questo è vero in quel contesto ed è stato predicato in tutta la creazione che è sotto il cielo e quindi Matteo 24:14 si è adempiuto.

Dato che, se torniamo a Daniele 12: 4, "si dice che molti vagheranno", e i cristiani lo fecero; e la vera conoscenza diventerà abbondante. Ok, cosa intende con "la vera conoscenza diventerà abbondante".

Ancora una volta, stiamo cercando l'armonia scritturale. Cosa è successo nel I secolo?

Quindi non abbiamo nemmeno bisogno di uscire dal libro di Colossesi per quella risposta. Dice:

“Il sacro segreto che era nascosto ai sistemi di cose del passato e alle generazioni passate. Ma ora è stato rivelato ai suoi santi, ai quali Dio si è compiaciuto di far conoscere tra le nazioni le gloriose ricchezze di questo sacro segreto, che è Cristo in unione con voi, la speranza della sua gloria ". (Col 1:26, 27)

Quindi c'era un sacro segreto - era la vera conoscenza, ma era un segreto - ed era nascosto alle generazioni passate e ai sistemi di cose del passato, ma ora nell'era cristiana, è stato reso manifesto ed è stato reso manifesto tra i nazioni. Quindi, di nuovo, abbiamo un adempimento molto facile da stabilire di Daniele 12: 4. È molto più credibile credere che il vagabondaggio stesse letteralmente vagando con l'opera di predicazione e la vera conoscenza che divenne abbondante era quella rivelata dai cristiani al mondo, piuttosto che pensare che questo riguardi i testimoni di Geova che vagano nella Bibbia e inventando la dottrina del 1914.

Ok, ora, allora arriviamo alle scritture problematiche; ma sono davvero problematici ora che abbiamo usato l'esegesi e lasciato che la Bibbia parli da sola?

Ad esempio, andiamo a 11 e 12. Quindi andiamo prima a 11. Questo è quello che pensavamo si fosse adempiuto nelle assemblee del 1922 a Cedar Point, Ohio. Dice:

“E dal momento in cui la caratteristica costante è stata rimossa e la cosa disgustosa che causa la desolazione è stata messa in atto, ci saranno 1290 giorni. Felice è colui che tiene in attesa e che arriva a 1,335 giorni ".

Prima di addentrarci in questo, stabiliamo ancora una volta che stiamo parlando di eventi accaduti nel I secolo e che avevano a che fare con la distruzione di Gerusalemme, il tempo della fine del sistema di cose giudaico. Pertanto, l'esatto adempimento di questo è di interesse accademico per noi, ma era di vitale interesse per loro. Che lo capissero correttamente, era ciò che contava. Che lo comprendiamo correttamente, guardando indietro di 2000 anni e cercando di capire quali eventi storici hanno avuto luogo, quando e per quanto tempo, è meno critico.

Tuttavia, possiamo stabilire che la cosa disgustosa aveva a che fare con i romani che attaccarono Gerusalemme nel 66. Sappiamo che accadde perché Gesù ne parlò in Matteo 24:15 che abbiamo già letto. Una volta che hanno visto la cosa disgustosa, è stato detto loro di fuggire. E nel 66, la cosa disgustosa assediò il tempio, preparò le porte del tempio, il luogo santo, per invadere la città santa, e poi i romani fuggirono dando ai cristiani l'opportunità di andarsene. Poi nel 70 tornò Tito, generale Tito, e distrusse la città e tutta la Giudea e uccise tutti tranne un piccolo numero; se la memoria serve qualcosa come 70 o 80mila sono stati ridotti in schiavitù a morire a Roma. E se andate a Roma vedrete l'arco di Tito raffigurante quella vittoria e credono che il Colosseo romano sia stato costruito da questi. Così sono morti in cattività.

Essenzialmente la nazione di Israele è stata cancellata. L'unico motivo per cui ci sono ancora ebrei è perché molti ebrei vivevano al di fuori della nazione in luoghi come Babilonia e Corinto, eccetera, ma la nazione stessa era scomparsa. Il peggior disastro mai accaduto a loro. Tuttavia, non era tutto finito nel 70 perché la fortezza di Masada era un ostacolo. Gli storici ritengono che l'assedio di Masada sia avvenuto nel 73 o 74 d.C. Ancora, non possiamo essere precisi perché è passato molto tempo. L'importante è che quei cristiani ai loro tempi sapessero esattamente cosa stava succedendo, perché lo vivevano. Quindi se prendi, ah, se fai un calcolo degli anni lunari dal 66 al 73 d.C., stai considerando circa 7 anni lunari. Se fai un calcolo di 1,290 giorni e 1,335, ottieni un conteggio di poco più di sette anni. Quindi i 1,290 potrebbero essere da questo primo assedio Cestio Gallo all'assedio di Tito. E poi da Tito fino alla distruzione di Masada potrebbero essere i 1,335 giorni. Non sto dicendo che questo sia accurato. Questa non è un'interpretazione. Questa è una possibilità, una speculazione. Ancora una volta, è importante per noi? No, perché questo non si applica a noi, ma è interessante che se lo guardi dalla loro prospettiva, si adatta. Ma ciò che è importante per noi capire si trova dai versetti 5 a 7 dello stesso capitolo.

“Poi io, Daniel, ho guardato e ho visto altri due lì, uno su questa sponda del torrente e uno sull'altra sponda del torrente. Quindi uno disse all'uomo vestito di lino, che era in alto sopra le acque del torrente: "Quanto tempo ci vorrà alla fine di queste cose meravigliose?" Poi ho sentito l'uomo vestito di lino, che era sopra le acque del torrente, mentre alzava la mano destra e la mano sinistra verso il cielo e imprecava contro Colui che è vivo per sempre: “Sarà per un tempo fissato, per un tempo stabilito e per mezza volta. Non appena il frantumarsi del potere del popolo santo finirà, tutte queste cose giungeranno al loro termine. ”” (Da 12: 5-7)

Ora, come affermano i testimoni di Geova e altre religioni - anzi alcuni lo sostengono - c'è un'applicazione secondaria di queste parole al tempo della fine del sistema di cose cristiano o del sistema di cose mondiale.

Ma notate, qui si dice che le persone sante sono "fatte a pezzi". Se prendi un vaso, lo butti giù e lo fai a pezzi, lo spezzi in così tanti frammenti che non può essere rimontato. Questo è l'intero significato della frase "precipitare a pezzi".

Il popolo santo, cioè gli eletti, gli unti di Cristo, non sono fatti a pezzi. Infatti, Matteo 24:31 dice che sono presi, raccolti dagli angeli. Quindi, prima che venga Armaghedon, prima che venga la grande battaglia di Dio Onnipotente, gli eletti vengono portati via. Allora, cosa potrebbe significare questo? Ebbene, torniamo di nuovo alla prospettiva storica. Daniele sta ascoltando questi angeli che parlano e poi quest'uomo sopra il torrente alza la mano sinistra e la mano destra e giura per il cielo; dicendo che sarà un tempo stabilito, tempi fissati e metà tempo. Ok, beh, anche questo potrebbe essere applicato da 66 a 70, ovvero un periodo di circa tre anni e mezzo. Questa potrebbe essere l'applicazione.

Ma ciò che è importante per noi capire è che erano un popolo santo. Per Daniele, non c'era altra nazione sulla terra che fosse stata scelta da Dio; salvato da Dio; salvato dall'Egitto; erano i santi o eletti o chiamati fuori, separati - che è ciò che significa santo - di Dio. Anche quando erano apostati, anche quando agivano male, erano ancora il popolo di Dio, e lui li trattava come il suo popolo, e li puniva come il suo popolo, e come suo popolo santo arrivò un momento in cui alla fine ne ebbe abbastanza e fece a pezzi il loro potere. Era andato. La nazione è stata sradicata. E cosa dice l'uomo che sta sopra le acque?

Dice che quando ciò accadrà “tutte queste cose arriveranno alla loro fine”. Tutte le cose di cui abbiamo appena letto ... l'intera profezia ... il re del nord ... il re del sud, tutto ciò di cui abbiamo appena letto, giunge alla sua fine quando il potere del popolo santo viene fatto a pezzi. Non ci può quindi essere un'applicazione secondaria. È abbastanza chiaro, ed è qui che arriviamo con l'esegesi. Otteniamo chiarezza. Rimuoviamo l'ambiguità. Evitiamo che interpretazioni sciocche come l'assemblea di Cedar Point del 1922, Ohio, siano un adempimento di ciò che l'uomo dice qui sono cose meravigliose.

Va bene, riassumiamo. Sappiamo dai nostri video e ricerche precedenti che Gesù non è un angelo e soprattutto non Michele Arcangelo. Niente in ciò che abbiamo appena studiato supporta questa idea, quindi non c'è motivo di cambiare il nostro punto di vista su questo. Sappiamo che Michele Arcangelo è stato assegnato a Israele. Sappiamo anche che nel I secolo Israele fu colpito da un periodo di angoscia. Ci sono ricerche storiche che lo confermano ed è esattamente ciò di cui parlava anche Gesù. Sappiamo che il popolo santo è stato fatto a pezzi e tutte queste cose si sono adempiute. E sappiamo che si sono adempiuti completamente in quel momento. L'angelo non consente eventi successivi, alcuna applicazione o adempimento secondario.

Pertanto, la linea dei re del nord e dei re del sud finì nel I secolo. Almeno, l'applicazione data loro dalla profezia di Daniele terminò nel I secolo. E per quanto riguarda noi? Siamo nel tempo della fine? Che dire di Matteo 24, le guerre, le carestie, le pestilenze, la generazione, la presenza di Cristo. Lo vedremo nel nostro prossimo video. Ma ancora una volta, usando l'esegesi. Nessun preconcetto. Lasceremo che la Bibbia ci parli. Grazie per aver guardato. Non dimenticare di iscriverti.

Meleti Vivlon

Articoli di Meleti Vivlon.
    17
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x