[W21 / 03 p. 2]

Stanno arrivando rapporti secondo cui sempre meno giovani cercano “privilegi” nella congregazione. Credo che in gran parte ciò sia dovuto al fatto che i giovani sono attivi su Internet e quindi sono consapevoli della grossolana ipocrisia dell'organizzazione e vogliono farne parte; ma a causa della minaccia di essere evitati e tagliati fuori dalla famiglia e dagli amici, continuano ad associarsi evitando di raggiungere qualsiasi cosa oltre il minimo indispensabile.

Nel paragrafo 2 apprendiamo che gli esempi da cui impareremo provengono tutti dai tempi degli israeliti. Questo fa parte della strategia dell'organizzazione di focalizzare l'attenzione sui tempi della legge invece che sui tempi di Cristo. Concentrarsi su Cristo solleverà molte domande che è meglio non affrontare da coloro che desiderano esercitare regole e leggi.

Paragrafo 3 parla di non spirituale modi in cui i giovani possono aiutare nella congregazione. Il paragrafo 4 contiene la promessa di una visione più spirituale parlando di prendersi cura del gregge, ma quando si tratta di qualsiasi applicazione pratica, fallisce applicando ciò che dice di "adempiere diligentemente qualsiasi incarico che gli viene dato". Sì, è bene prendersi cura del gregge, ma questo significa obbedire agli anziani, non prendersi veramente cura del gregge. Com'è raro in questi giorni sentire di anziani che lasciano i 99 per prendersi cura di quella pecora smarrita.

Il paragrafo 5 ci offre un momento da grattacapi quando parla di Davide che coltiva un'amicizia con Dio, chiamandolo "amico intimo" di Davide, citando Salmo 25:14 che non dice nulla sul fatto che Dio sia amico di Davide. Quello che dice è che Dio fa un'alleanza con coloro che gli sono noti. Poiché non esiste alcuna alleanza fatta con le altre pecore "amiche di Dio" basata sulla teologia di JW, questo testo non ha alcuna applicazione. Se ai JW venisse insegnato che tutti i cristiani sono figli di Dio in una relazione di alleanza con il loro Padre celeste, allora Salmo 25:14 sarebbe più rilevante. Tuttavia, parlano invece di Davide come amico di Dio e allo stesso tempo chiamano Geova il nostro padre celeste. Perché non parlare di essere figli non amici?

Il paragrafo 6 afferma: "E confidando nel suo Amico, Geova, per avere forza, Davide abbatté Golia". Ancora una volta suonarono il tamburo dell '“amicizia con Geova”. Questo è uno sforzo intenzionale per distrarre i cristiani dalla loro vera chiamata di figli di Dio. Non c'è nulla nel racconto che menzioni Geova come amico di Davide. Ho molti amici, ma ho un solo padre. Si riferiscono a Geova come al padre di tutti i testimoni di Geova, ma non si riferiscono mai ai testimoni di Geova come ai suoi figli. Che strana famiglia hanno creato dove c'è un solo padre su tutti i testimoni di Geova, eppure tutti gli 8 milioni di loro non sono suoi figli.

Il paragrafo 11 parla degli anziani come di 'doni' che Geova dà alla congregazione. Citano Efesini 4: 8 che è mal tradotto nella TNM come "doni negli uomini". Una traduzione corretta dovrebbe essere "doni agli uomini", il che significa che tutti i membri della congregazione ricevono vari doni da Dio da usare a beneficio di tutti.

I paragrafi 12 e 13 rappresentano un punto eccellente. Quando Asa si affidò a Geova, tutto andò bene. Quando si affidava agli uomini, le cose andavano male. Purtroppo, pochi Testimoni vedranno il parallelo. Faranno affidamento sulla guida degli uomini del Corpo Direttivo anche quando la loro guida è in conflitto con quella della Bibbia. I testimoni ubbidiranno al Corpo Direttivo prima di ubbidire a Geova Dio.

Il paragrafo 16 dice ai giovani di ascoltare il consiglio degli anziani. Ma non sono gli anziani che spesso danno il consiglio non scritturale di evitare l'istruzione superiore e chi punirà un fratello o una sorella per aver frequentato l'università per migliorare se stessi?

L'ultima frase afferma: "E soprattutto, in tutto ciò che fai, rendi il tuo Padre celeste orgoglioso di te. - Leggi Proverbi 27:11".

Trovo incredibile come i Testimoni leggeranno questo e mancheranno completamente l'ironia. Proverbi 27:11 dice: “Sii saggio, figlio mio, e reca gioia al mio cuore; allora posso rispondere a chiunque mi tratti con disprezzo. " Secondo la teologia di JW, dovrebbe leggere: "Sii saggio, mio Amicoe porta gioia al mio cuore; allora posso rispondere a chiunque mi tratti con disprezzo. "

Solo gli unti sono chiamati figli di Dio.

Meleti Vivlon

Articoli di Meleti Vivlon.
    24
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x