A poche ore dalla chiusura dell'Incontro annuale 2021 della Watch Tower Bible and Tract Society, un gentile spettatore mi ha inoltrato l'intera registrazione. So che altri canali YouTube hanno ottenuto la stessa registrazione e prodotto recensioni esaurienti dell'incontro, che sono sicuro che molti di voi hanno visto. Finora ho trattenuto la mia recensione perché avevo solo la registrazione in inglese e poiché produco questi video in inglese e spagnolo, ho dovuto aspettare che la Società producesse la sua traduzione in spagnolo, cosa che ora ha fatto, almeno per il primo parte.

Il mio scopo nel produrre recensioni come questa non è quello di ridicolizzare gli uomini del Corpo Direttivo, per quanto allettanti possano essere date le cose assurde che dicono e fanno a volte. Invece, il mio scopo è esporre i loro falsi insegnamenti e aiutare i figli di Dio, tutti i veri cristiani, a vedere cosa insegna veramente la Bibbia.

Gesù disse: “Poiché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi segni e prodigi per sviare, se possibile, anche gli eletti. Guarda! Ti ho avvertito. (Matteo 24:24, 25 Traduzione del Nuovo Mondo)

Confesso che è noioso guardare i video dell'Organizzazione. Nella mia giovinezza, avrei mangiato questa roba, assaporando tutta la "nuova luce" rivelata dalla piattaforma. Ora, lo vedo per quello che è: speculazione infondata intesa a promuovere falsi insegnamenti che impediscono ai cristiani sinceri di apprendere la vera natura della nostra salvezza.

Come ho detto in una precedente recensione di un discorso di un membro del Corpo Direttivo alcuni mesi fa, è un fatto scientifico documentato che quando a una persona viene mentito e lo sa, l'area del cervello che si illumina sotto le scansioni MRI è la stessa area che diventa attivo quando stanno guardando qualcosa di disgustoso o ripugnante. Siamo progettati per trovare le bugie disgustose. È come se ci venisse presentato un pasto fatto di carne in putrefazione. Quindi, ascoltare e analizzare questi discorsi non è un compito facile, ve lo assicuro.

È il caso di un discorso tenuto da Geoffrey Jackson all'incontro annuale del 2021 in cui introduce ciò che l'organizzazione ama chiamare "nuova luce", sull'interpretazione di Giovanni 5:28, 29 di JW che parla di due resurrezioni e di Daniele capitolo 12 che, avviso spoiler, pensa si riferisca al 1914 e oltre nel Nuovo Mondo.

C'è così tanto materiale nel discorso di Jackson su New Light che ho deciso di dividerlo in due video. (A proposito, ogni volta che dico "nuova luce" in questo video si presume che le citazioni aeree, poiché uso il termine in modo derisorio perché merita di essere usato da seri studenti biblici.)

In questo primo video affronteremo il tema della salvezza dell'umanità. Esamineremo tutto ciò che Jackson dice alla luce delle Scritture, inclusa la sua nuova luce sulle due risurrezioni in Giovanni 5:28, 29. Nel secondo video, che uscirà una o due settimane dopo il primo, mostrerò come il Governo Il corpo, nel dispensare più luce nuova sul Libro di Daniele, ha inconsapevolmente minato ancora una volta la loro stessa dottrina fondamentale della Presenza di Cristo del 1914. David Splane l'ha fatto per la prima volta nel 2014 quando ha annullato l'uso degli antitipi, ma ora hanno trovato un altro modo per minare i propri insegnamenti. Stanno veramente adempiendo le parole di Proverbi 4:19. “La via degli empi è come le tenebre; Non sanno cosa li fa inciampare”. (Proverbi 4:19)

A proposito, metterò un link a quella revisione di David Splane di "nuova luce" nella descrizione di questo video.

Quindi riproduciamo la prima clip del discorso di Jackson.

Geoffrey: Di chi sono i nomi in questo libro della vita? Considereremo insieme cinque diversi gruppi di persone, alcune delle quali hanno i loro nomi nel libro della vita e altre no. Quindi, guardiamo questa presentazione che discute questi cinque gruppi. Il primo gruppo, quelli che sono stati scelti per regnare con Gesù in cielo. I loro nomi sono scritti in questo libro della vita? Secondo Filippesi 4:3, la risposta è "sì", ma anche se sono stati unti con lo Spirito Santo, hanno comunque bisogno di rimanere fedeli affinché i loro nomi siano scritti permanentemente in questo libro.

 Eric: Quindi, il primo gruppo sono i figli di Dio unti di cui leggiamo in Apocalisse 5:4-6. Nessun problema. Ovviamente, se Fred Franz, Nathan Knorr, JF Rutherford e CT Russell sono in quel gruppo non sta a noi dirlo, ma qualunque cosa... non impantanarci a questo punto.

Geoffrey: Il secondo gruppo, la grande folla di sopravvissuti all'Armageddon; sono i nomi di questi fedeli, ora scritti nel libro della vita? Sì. E dopo che saranno sopravvissuti ad Armaghedon, i loro nomi saranno ancora nel libro della vita? Sì, come lo sappiamo? In Matteo 25:46, Gesù dice che queste persone simili a pecore se ne vanno verso la vita eterna, ma questo significa che gli viene concessa la vita eterna all'inizio del regno millenario? No. Apocalisse 7:17 ci dice che Gesù li guiderà alle sorgenti delle acque della vita, in modo che non ricevano immediatamente la vita eterna. Tuttavia, i loro nomi sono scritti a matita nel libro della vita, per così dire.

Eric Geoffrey, dove la Bibbia parla di una grande folla di sopravvissuti ad Armaghedon? Devi mostrarci un riferimento scritturale. Apocalisse 7:9 parla di una grande folla, ma essi escono dalla grande tribolazione NON da Armaghedon, e fanno parte del primo gruppo che hai menzionato, gli unti, membri della prima risurrezione. Come facciamo a saperlo, Geoffrey? Perché la grande folla sta in cielo davanti al trono di Dio e adora Dio giorno e notte nel suo santuario, la parte più interna del tempio, il santo dei santi, che in greco è chiamato il naos, il luogo dove si dice risieda Dio. Questo difficilmente si adatta a una classe terrena di peccatori che non fanno parte della risurrezione dei giusti.

Se ti chiedi perché Geoffrey Jackson non condivida questo piccolo bocconcino rivelatore della lingua greca con il suo pubblico, penso che sia perché dipende dall'ingenuità fiduciosa del suo pubblico. Man mano che procediamo in questo discorso, lo vedrai fare molte affermazioni senza sostenerle con la Scrittura. Geova ci avverte:

“L'ingenuo crede ad ogni parola, ma l'astuto medita ogni passo”. (Proverbi 14:15)

Non siamo più ingenui come una volta, Geoffrey, quindi dovrai fare di meglio.

Ecco un altro fatto che il signor Jackson vuole che ignoriamo: Armaghedon è menzionato solo una volta nelle Scritture in Apocalisse 16:16 e in nessun luogo è collegato alla grande folla. Si dice che provengano dalla grande tribolazione, menzionata solo una volta nell'Apocalisse in questo contesto, e che la tribolazione non sia mai collegata ad Armaghedon. Abbiamo a che fare con una marea di speculazioni qui, come diventerà ancora più evidente man mano che questo discorso continuerà.

Geoffrey: Il terzo gruppo, i capri che saranno distrutti ad Armaghedon. I loro nomi non sono nel libro della vita. 2 Tessalonicesi 1:9 ci dice: “Questi stessi subiranno la punizione giudiziaria di distruzione eterna”. Lo stesso si potrebbe dire di coloro che hanno deliberatamente peccato contro lo Spirito Santo. Anche loro ricevono distruzione eterna, non vita eterna.

Eric: Jackson sta dicendo che Matteo 25:46 non significa quello che dice. Leggiamo quel versetto per noi stessi.

“Questi andranno allo sterminio eterno, ma i giusti alla vita eterna”. (Matteo 25:46 NWT)

Questo è il versetto che conclude la parabola di Gesù delle pecore e dei capri. Gesù ci dice che se non agiamo misericordiosamente verso i suoi fratelli, nutrendo e vestendo i poveri, assistendo i malati, consolando coloro che soffrono in carcere, allora si finisce per “essere stroncati per sempre”. Ciò significa che moriremo per sempre. Se lo leggi, penseresti che non significhi quello che dice? Credi che significhi che le capre non muoiono per sempre, ma continuano a vivere per 1,000 anni e solo se continui a comportarti allo stesso modo, alla fine, alla fine di 1,000 anni, finiranno per morire eternamente? No certo che no. Capiresti giustamente che Gesù intende quello che dice; che quando Gesù siede sul suo seggio del giudizio - ogni volta che è - che il suo giudizio è definitivo, non condizionale. In effetti, come vedremo tra poco, questo è anche ciò che Geoffrey Jackson crede delle capre, ma solo delle capre. Pensa che l'altra metà della sentenza sia condizionale. Pensa che le pecore non ottengano la vita eterna, ma abbiano invece una possibilità di 1000 anni per raggiungerla.

Gesù giudica le pecore e dice loro che sono giuste e devono partire per la vita eterna. Non dice che sono stati provvisoriamente dichiarati giusti, ma non è ancora troppo sicuro di loro, quindi hanno bisogno di altri 1,000 anni prima che possa essere sicuro di dare loro la vita eterna, quindi scriverà i loro nomi nel libro solo provvisoriamente in matita, e se continueranno a comportarsi bene per un millennio, allora e solo allora estrarrà la penna a sfera e scriverà i loro nomi con l'inchiostro in modo che possano vivere per sempre. Perché Gesù può giudicare i cuori degli unti in una sola vita umana e concedere loro la vita immortale, ma ha bisogno di altri 1,000 anni per essere sicuro di questo cosiddetto gruppo retto di sopravvissuti ad Armaghedon?

A parte, ricordiamo che questa è una parabola e, come tutte le parabole, non ha lo scopo di insegnare un'intera teologia, o di creare una piattaforma teologica per qualche dottrina artificiale, ma piuttosto di fare un punto specifico. Il punto qui è che coloro che agiscono verso gli altri senza pietà saranno giudicati senza pietà. In che modo i testimoni di Geova sono equi se confrontati con questo standard di giudizio? Abbondano in atti di misericordia? Le opere di beneficenza fanno parte visibile della fede dei testimoni di Geova? Se sei un testimone di Geova, puoi indicare esempi della tua congregazione, non di singoli individui... la tua congregazione nutre gli affamati, veste coloro che sono indigenti, fornisce riparo ai senzatetto, ospitalità allo straniero, assistenza ai malati e conforto per chi soffre la tribolazione?

Disse Nuf.

Tornando al discorso di Jackson.

Geoffrey: Ora parliamo di altri due gruppi, quelli che risorgeranno nel Nuovo Mondo. Prima, però, leggiamo insieme Atti 24:15; lì l'apostolo Paolo dice: "Ho speranza in Dio, speranza che anche questi uomini attendono con impazienza, che ci sarà una risurrezione sia dei giusti che degli ingiusti". Quindi, il quarto gruppo sono i giusti che sono morti. Questi includono alcuni dei nostri cari.

Eric: “A matita, per così dire”.

Questo è un ottimo esempio di come eisegesis può sviarci dalla verità di Dio negli insegnamenti degli uomini. Jackson deve sostenere una dottrina che insegna che la vasta, vasta maggioranza dei cristiani non è unta con lo spirito santo, non ha Gesù come mediatore, deve astenersi dal prendere il pane e il vino che simboleggiano la carne e il sangue salvavita di nostro Signore, e devono rassegnarsi a lottare per altri 1,000 anni per essere all'altezza in modo da poter finalmente ottenere la vita eterna dopo aver affrontato l'ennesima prova finale, come se Armaghedon non fosse abbastanza. Naturalmente, non c'è posto nella Scrittura, vorrei essere chiaro, non c'è posto nella Scrittura in cui sia descritta una tale classe secondaria o un gruppo di cristiani fedeli. Questo gruppo esiste solo all'interno delle pubblicazioni della Watch Tower Corporation. Si tratta di un'invenzione completa che risale ai numeri del 1 e 15 agosto 1934 di la Torre di Guardia, e si basa su una montagna di applicazioni antitipiche profetiche create dall'uomo e inventate e ridicolmente estese. Devi leggerlo per te stesso per credermi. I paragrafi conclusivi di quella serie di studi chiariscono chiaramente che si trattava di creare una distinzione tra clero e laicato. Questi problemi sono stati rimossi dalla libreria Watchtower, ma puoi ancora trovarli online. Consiglierei il sito web, AvoidJW.org, se sei interessato a trovare vecchie pubblicazioni della Watch Tower.

Quindi, gravato dalla necessità di sostenere un'ideologia non scritturale adatta alla sua teologia, Jackson afferra un singolo versetto, Apocalisse 7:17, come prova "perché l'Agnello, che è in mezzo al trono, li pascerà e li guiderà loro alle sorgenti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi.”” (Apocalisse 7:17, NWT)

Ma è una prova? Questo non potrebbe applicarsi ai cristiani unti? Giovanni scrisse questo alla fine del I secolo e da allora i cristiani unti lo hanno letto. Durante tutti quei secoli, Gesù, l'Agnello di Dio, non li ha guidati alle acque della vita?

Diamo un'occhiata esegeticamente, lasciando che la Bibbia si spieghi piuttosto che imporre eisegeticamente la visione teologica preconcetta di un'organizzazione sulla Scrittura.

Vedete, Jackson ha bisogno che noi crediamo che la Grande Tribolazione sia collegata ad Armaghedon - un collegamento non stabilito da nessuna parte nella Scrittura - e che la Grande Folla dell'Apocalisse si riferisca alle altre pecore di Giovanni 10:16 - un altro collegamento non stabilito da nessuna parte nella Scrittura.

Jackson crede che la Grande Folla sia sopravvissuta all'Armageddon. Ok, leggiamo il resoconto in Apocalisse 7:9-17 dalla Traduzione del Nuovo Mondo con questo in mente.

“Dopo queste cose ho visto, e guarda! una grande folla [di sopravvissuti ad Armaghedon], che nessun uomo poteva contare, di tutte le nazioni e tribù e popoli e lingue”. (Apocalisse 7:9a)

Va bene, logicamente parlando la grande folla menzionata qui non può essere i Testimoni di Geova perché l'Organizzazione li conta ogni anno e pubblica il numero. È un numero che si può contare. I Testimoni di Geova non costituiscono una grande folla che nessun uomo può contare.

…in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, vestito di bianche vesti; (Apocalisse 7:9b)

Aspetta, secondo Apocalisse 6:11, gli unici cristiani a cui sono date le vesti bianche sono cristiani unti, non è vero? Leggiamo un po' di più.

"Questi sono quelli che sono usciti dalla grande tribolazione, e hanno lavato le loro vesti e le hanno rese bianche nel sangue dell'Agnello". (Apocalisse 6:11)

Ciò non sembra adattarsi alle altre pecore dei Testimoni di Geova a cui non è permesso prendere il vino che rappresenta il sangue salvifico di Gesù. Devono rifiutarlo quando gli viene passato davanti, vero?

Ecco perché sono davanti al trono di Dio; e gli rendono sacro servizio giorno e notte nel suo tempio; e Colui che siede sul trono stenderà su di loro la sua tenda. (Apocalisse 7:15)

Apetta un minuto. Come potrebbe corrispondere questo agli esseri umani sulla terra che sono ancora peccatori durante i 1000 anni di regno di Cristo? Come ho detto all'inizio di questo video, la parola per "tempio" qui è naos che si riferisce al santuario interiore, il luogo in cui si diceva risiedesse Geova. Quindi questo significa che la grande folla è in cielo, davanti al trono di Dio, nel suo tempio, circondata dai santi angeli di Dio. Ciò non si adatta a una classe terrena di cristiani che sono ancora peccatori e quindi negano l'ingresso nei luoghi santi dove risiede Dio. Ora arriviamo al versetto 17.

«perché l'Agnello, che è in mezzo al trono, li pascerà e li guiderà alle sorgenti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi». (Apocalisse 7:17)

Bene! Dal momento che Jackson ama fare affermazioni, lasciate che ne faccia una, ma sostengo la mia con alcune scritture. Il versetto 17 si riferisce ai cristiani unti. Questa è la mia affermazione. Più tardi, nell'Apocalisse, Giovanni scrive:

E Colui che sedeva sul trono disse: “Guarda! Sto facendo nuove tutte le cose". Inoltre dice: “Scrivi, perché queste parole sono fedeli e vere”. E lui mi ha detto: “Sono avvenuti! Io sono l'Alfa e l'Omega, il principio e la fine. A chi ha sete darò gratuitamente alla fonte dell'acqua della vita. Chi vince erediterà queste cose, e io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio. (Apocalisse 21:5-7)

Questo è ovviamente parlare ai figli di Dio, gli unti. Bere acqua. Poi Giovanni scrive:

16 “'Io, Gesù, ho mandato il mio angelo per testimoniarvi di queste cose per le congregazioni. Io sono la radice e la progenie di Davide, e la luminosa stella del mattino.'”

17 E lo spirito e la sposa continuano a dire: «Vieni!» E chi lo sente dica: "Vieni!" E venga chi ha sete; lascia che chiunque lo desideri prenda l'acqua della vita gratuitamente. (Rivelazione (Rivelazione 22:16, 17)

Giovanni scrive alle congregazioni dei cristiani unti. Notate ancora lo stesso linguaggio che vediamo in Apocalisse 7:17 “perché l'Agnello, che è in mezzo al trono, li pascerà e li guiderà alle sorgenti delle acque della vita. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi»» (Apocalisse 7:17). Dobbiamo credere che con tutte queste prove che indicano i cristiani unti con una speranza celeste, che la Grande Folla sia umana peccaminosa sopravvissuta all'Armageddon?

Continuiamo:

Geoffrey: Quindi il quarto gruppo sono i giusti che sono morti. Questi includono alcuni dei nostri cari. I loro nomi sono scritti nel libro della vita? Sì. Apocalisse 17:8 ci dice che questo libro esiste sin dalla fondazione del mondo. Gesù si riferiva ad Able come vivente dalla fondazione del mondo. Quindi possiamo presumere che il suo nome fosse il primo nome scritto in quel libro. Da allora, milioni di altri giusti hanno avuto il loro nome aggiunto a questo libro. Ora ecco una domanda importante. Quando questi giusti morirono, i loro nomi furono tolti dal libro della vita? No, vivono ancora nella memoria di Geova. Ricorda che Gesù disse che Geova è un Dio non dei morti, ma dei vivi, poiché tutti vivono per lui. I giusti saranno riportati in vita qui sulla terra con i loro nomi ancora scritti nel libro della vita. Hanno fatto cose buone prima di morire, ecco perché faranno parte della risurrezione dei giusti.

Eric: Non dedicherò molto tempo a questo dato che ho già fatto un ampio video sull'applicazione della parabola di pecore e capre. Ecco un link ad esso, e ne metterò un altro nella descrizione di questo video. Ai testimoni viene insegnato che questa parabola non è solo una parabola, ma una profezia che dimostra che tutti sulla terra moriranno eternamente. Ma Dio promise a Noè che non avrebbe mai più distrutto tutti gli esseri umani come fece nel diluvio. Alcuni potrebbero pensare che questo significhi solo che Dio non userà un diluvio per spazzare via tutta l'umanità, ma che è comunque libero di usare altri mezzi. Non lo so, lo guardo come se dicessi che ti prometto che non ti ucciderò con un coltello, ma sono comunque libero di usare una pistola o una lancia, o del veleno. È questa la rassicurazione che Dio stava cercando di darci? Non credo. Ma la mia opinione non ha molta importanza. Ciò che conta è ciò che dice la Bibbia, quindi vediamo cosa dice la Bibbia quando usa la parola "diluvio". Ancora una volta, dobbiamo considerare il linguaggio del tempo. Nel predire la totale distruzione di Gerusalemme, Daniele scrive:

“E dopo le sessantadue settimane il Messia sarà stroncato, senza nulla per sé. “E la città e il luogo santo il popolo di un capo che viene porterà alla sua rovina. E la fine sarà entro il alluvione. E fino [alla] fine ci sarà la guerra; ciò su cui si decide sono le desolazioni. (Daniele 9:26)

Non c'era diluvio, ma c'era una desolazione come un diluvio, non essendo rimasta pietra su pietra a Gerusalemme. Ha spazzato via tutto prima. Quindi queste erano le immagini che usa Daniel.

Ricorda, l'Armageddon viene menzionato solo una volta e non viene mai descritto come una cancellazione di tutta la vita umana per tutta l'eternità. È una guerra tra Dio ei re della terra.

Il tempismo della parabola delle pecore e delle capre non è legato in modo specifico alla Rivelazione. Non c'è alcuna connessione scritturale, dobbiamo fare di nuovo un'ipotesi. Ma il problema più grande con l'applicazione JW è che credono che le pecore siano esseri umani che continuano a essere peccatori e che diventano sudditi del regno, ma secondo la parabola, “il re dirà a quelli alla sua destra: 'Vieni, tu che sono stati benedetti dal Padre mio, eredita il regno preparato per TE dalla fondazione del mondo.” (Matteo 25:34)

I figli del re ereditano il regno, non i sudditi. La frase "preparato per te dalla fondazione del mondo" mostra che sta parlando di cristiani unti, non di un gruppo di sopravvissuti ad Armaghedon.

Ora, prima di arrivare al quarto gruppo, che è dove le cose vanno davvero fuori dai binari, esaminiamo i tre gruppi di Jackson finora:

1) Il primo gruppo sono i giusti unti risorti in cielo.

2) Il secondo gruppo è una grande folla di sopravvissuti ad Armaghedon che in qualche modo rimane sulla terra nonostante sia scritturalmente identificata in cielo con il trono di Dio e non viene mai menzionata nel contesto di Armaghedon.

3) Il terzo gruppo proviene da una parabola di insegnamento, diventata profetica, che presumibilmente prova che i capri sono tutte le persone non testimoni che moriranno eternamente ad Armaghedon.

Va bene, vediamo come Geoffrey classificherà il quarto gruppo.

Geoffrey: Quindi i giusti sono resuscitati nel Nuovo Mondo ei loro nomi sono ancora nel libro della vita. Naturalmente, devono rimanere fedeli durante i mille anni per mantenere i loro nomi in quel libro della vita.

Eric: capisci il problema?

Paolo parla di due risurrezioni. Uno dei giusti e un altro degli ingiusti. Atti 24:15 è uno dei SOLI luoghi nella Scrittura in cui le due risurrezioni sono menzionate nello stesso versetto.

“E ho speranza verso Dio, speranza che anche questi uomini attendono con impazienza, che ci sarà una risurrezione sia dei giusti che degli ingiusti”. (Atti 24:15)

L'altro versetto è Giovanni 5:28, 29, che recita:

"Non stupitevi di questo, poiché viene l'ora in cui tutti quelli che sono nelle tombe commemorative udranno la sua voce e ne verranno fuori, quelli che hanno fatto cose buone a una risurrezione di vita, e quelli che hanno praticato cose vili a una risurrezione di giudizio." (Giovanni 5:28, 29)

Va bene, colleghi pensatori critici, mettiamo alla prova la logica di Geoffrey Jackson.

Ci sta dicendo che il quarto gruppo che comprende una risurrezione terrena dei giusti, sì, i giusti, torneranno come peccatori e dovranno mantenere il loro corso di lealtà per mille anni per ottenere la vita eterna. Quindi, quando Paolo parla di una risurrezione dei giusti negli Atti e Gesù dice che coloro che hanno fatto cose buone ritorneranno in una risurrezione di vita, come riportato da Giovanni, di chi stanno parlando?

Le Scritture Cristiane rispondono a questa domanda:

1 Corinzi 15:42-49 parla di una risurrezione a "incorruttibilità, gloria, potenza, in un corpo spirituale". Romani 6:5 parla della risurrezione a somiglianza di Gesù che era nello spirito. 1 Giovanni 3:2 dice: "Sappiamo che quando lui (Gesù) sarà manifestato, saremo come lui, perché lo vedremo così com'è". (1 Giovanni 3:2) Filippesi 3:21 ripete questo tema: «Ma la nostra cittadinanza esiste nei cieli, e di là attendiamo ansiosamente un salvatore, il Signore Gesù Cristo, 21 che trasformi il nostro umile corpo in il suo corpo glorioso per la sua grande potenza che gli permette di assoggettare tutte le cose a se stesso”. (Filippesi 3:20, 21) In tutto il libro degli Atti si trovano molteplici riferimenti alla buona novella relativa alla risurrezione dei morti, ma sempre nel contesto della speranza dei figli di Dio, della speranza di essere nel primo risurrezione alla vita celeste immortale. Forse la migliore definizione di quella risurrezione si trova in Apocalisse 20:4-6:

“E vidi dei troni, e a coloro che vi sedevano fu data autorità di giudicare. Sì, ho visto le anime dei giustiziati per la testimonianza che hanno dato di Gesù e per parlare di Dio, e quelli che non avevano adorato la bestia selvaggia o la sua immagine e non avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. E presero vita e governarono come re con il Cristo per 1,000 anni. (Il resto dei morti non tornò in vita fino alla fine dei 1,000 anni.) Questa è la prima risurrezione. Felice e santo è chi partecipa alla prima risurrezione; su questi non ha autorità la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per 1,000 anni». (Apocalisse 20:4-6 NWT)

Ora, notate che ne parla come della prima risurrezione, che corrisponderebbe naturalmente alla prima risurrezione di cui parlano sia Paolo che Gesù.

Se non avessi mai ascoltato l'interpretazione che i Testimoni di Geova danno di questi versetti, non concluderesti semplicemente che la prima risurrezione menzionata da Gesù, la risurrezione della vita, sarebbe quella di cui abbiamo appena letto in Apocalisse 20:4-6 ? O concluderesti che Gesù sta semplicemente ignorando completamente qualsiasi menzione della prima risurrezione e sta parlando invece di una risurrezione completamente diversa di persone rette? Una risurrezione non descritta da nessuna parte nella Scrittura?

È logico che, senza alcun preambolo né ulteriore spiegazione, Gesù ci parli qui non della risurrezione che ha sempre predicato, dei giusti nel regno di Dio, ma di tutta un'altra risurrezione alla vita sulla terra ancora come peccatori, con solo la speranza della vita eterna che viene offerta alla fine di un periodo di giudizio millenario?

Lo chiedo perché è esattamente ciò che Geoffrey Jackson e il Corpo Direttivo vogliono che tu creda. Perché lui e il Corpo Direttivo dovrebbero volerti ingannare?

Con questo in mente, ascoltiamo ciò che l'uomo ha da dire a milioni di testimoni di Geova in tutto il mondo.

Geoffrey: Infine, parliamo della risurrezione degli ingiusti. Per la maggior parte, gli ingiusti non avevano l'opportunità di sviluppare una relazione con Geova. Non hanno vissuto vite rette, ecco perché sono chiamati ingiusti. Quando questi ingiusti risuscitano, i loro nomi sono scritti nel libro della vita? No. Ma la loro resurrezione dà loro l'opportunità di avere i loro nomi scritti alla fine nel libro della vita. Questi ingiusti avranno bisogno di molto aiuto. Nella loro vita precedente alcuni di loro praticavano cose orribili e vili, quindi dovranno imparare a vivere secondo le norme di Geova. A tal fine, il regno di Dio sponsorizzerà il più grande programma educativo di tutta la storia umana. Chi insegnerà a queste persone ingiuste? Quelli che hanno i loro nomi scritti a matita nel libro della vita. La grande folla e i giusti risorti.

Eric: Quindi, secondo Jackson e il Corpo Direttivo, sia Gesù che Paolo stanno ignorando completamente i figli giusti di Dio che sono risorti come re e sacerdoti, la prima risurrezione. Sì, sia Gesù che Paolo non fanno menzione di quella risurrezione, ma parlano invece di una risurrezione diversa in cui le persone tornano ancora in uno stato peccaminoso e hanno ancora bisogno di comportarsi per un millennio prima di poter ottenere una crepa nella vita eterna. Il Corpo Direttivo fornisce qualche prova di questa speculazione selvaggia? Anche un solo versetto che fornisce questi dettagli? Lo farebbero... se potessero... ma non possono, perché non ce n'è uno. È tutto inventato.

Geoffrey: Ora, per alcuni istanti, pensiamo a quei versetti in Giovanni capitoli 5, 28 e 29. Finora abbiamo inteso che le parole di Gesù significano che i risuscitati faranno cose buone e alcuni faranno cose vili dopo la loro risurrezione.

Eric: Sono d'accordo che ci sarà una risurrezione degli ingiusti perché la Bibbia lo afferma chiaramente. Tuttavia, non c'è risurrezione terrena dei giusti. Lo so perché la Bibbia non ne fa menzione. Quindi, l'idea che questo gruppo i cui nomi sono scritti a matita nel libro della vita sarà impegnato in un lavoro di insegnamento mondiale è solo una fantasiosa speculazione. Tutti coloro che sono risuscitati alla vita terrena nel nuovo mondo saranno ingiusti. Se fossero stati giudicati giusti da Dio alla morte, sarebbero tornati nella prima risurrezione. Quelli della prima risurrezione sono re e sacerdoti, e come tali avranno il compito di lavorare con gli ingiusti risorti per riconciliarli con Dio. Loro, quella Grande Folla di cristiani unti che servono Dio nel suo tempio giorno e notte, lo serviranno educando gli ingiusti sul modo in cui possono rientrare nella famiglia di Dio.

Geoffrey: Ma nota lì nel versetto 29: Gesù non disse "faranno queste cose buone, o praticheranno cose vili". Ha usato il passato, vero? perché ha detto “hanno fatto cose buone e hanno praticato cose vili, quindi questo ci indicherebbe che queste azioni o azioni sono state commesse da questi prima della loro morte e prima che sarebbero risuscitati. Quindi ha senso non è vero? perché a nessuno sarà permesso praticare cose vili nel Nuovo Mondo.

Eric: Nel caso in cui non ti sia chiaro quale fosse la "vecchia luce", ecco un riepilogo.

Le parole di Gesù in Giovanni capitolo cinque devono essere intese alla luce della sua successiva rivelazione a Giovanni. (Rivelazione 1:1) Sia “coloro che hanno fatto cose buone” sia “coloro che hanno praticato cose vili” saranno tra i “morti” che saranno “giudicati individualmente secondo le loro opere” compiute dopo la loro risurrezione. (Rivelazione 20:13) (w82 4/1 p. 25 par. 18)

Quindi, secondo la “vecchia luce”, coloro che hanno fatto cose buone, hanno fatto cose buone dopo la loro risurrezione e così hanno ottenuto la vita, e coloro che hanno fatto cose cattive, hanno fatto cose cattive dopo la loro risurrezione e così hanno ottenuto la morte.

Geoffrey: Allora, cosa intendeva Gesù quando menzionava questi due fattori? Bene, per cominciare potremmo dire che i giusti, tuttavia, quando sono risuscitati hanno i loro nomi scritti nel libro della vita. È vero Romani capitolo 6 versetto 7 dice che quando qualcuno muore i suoi peccati vengono cancellati.

Eric: Seriamente, Geoffrey?! Ha senso, dici? I grandi studiosi della Torre di Guardia hanno insegnato il contrario di questo fin da quando ero un ragazzino e solo ora si stanno rendendo conto che la loro comprensione di una dottrina così fondamentale come la risurrezione dei morti non aveva senso? Non crea fiducia, vero? Ma aspetta, se smetti di credere in due risurrezioni dei giusti, una come re e sacerdoti e un'altra come umili esseri umani peccatori, allora una semplice lettura diretta di Giovanni 5:29 ha perfettamente e ovvio senso.

Gli eletti, i figli di Dio sono risuscitati alla vita eterna perché hanno fatto cose buone come cristiani unti mentre erano sulla terra, costituiscono la risurrezione dei giusti e il resto del mondo non è dichiarato giusto come figli di Dio perché hanno fatto non praticare cose buone. Ritornano in una risurrezione degli ingiusti sulla terra, poiché carne e sangue non possono ereditare il regno di Dio.

Geoffrey: Anche uomini fedeli come Noè, Samuele, Davide e Daniele dovranno conoscere il sacrificio di Cristo ed esercitare fede in esso.

Eric: Ah, no, non è così, Geoffrey. Se leggi solo quel versetto, può sembrare che Jackson abbia ragione, ma si tratta di una selezione di ciliegie, che dimostra un approccio molto superficiale allo studio della Bibbia, come abbiamo già visto più volte! Non diamo il via a tali tecniche, ma come pensatori critici, vogliamo vedere il contesto, quindi invece di leggere semplicemente Romani 6:7, leggeremo dall'inizio del capitolo.

Cosa dobbiamo dire allora? Dovremmo continuare a peccare in modo che l'immeritata benignità possa aumentare? Certamente no! Visto che siamo morti in riferimento al peccato, come possiamo continuare a viverci più a lungo? O non sai che tutti noi che siamo stati battezzati in Cristo Gesù furono battezzati nella sua morte? 4 Così siamo stati sepolti con lui mediante il nostro battesimo nella sua morte, affinché, come Cristo è stato risuscitato dai morti mediante la gloria del Padre, così anche noi dobbiamo camminare in una novità di vita. 5 Se ci siamo uniti a lui a somiglianza della sua morte, certamente saremo uniti a lui anche a somiglianza della sua risurrezione. Perché sappiamo che la nostra antica personalità è stata inchiodata al rogo insieme a lui affinché il nostro corpo peccaminoso fosse reso impotente, in modo che non rimanessimo più schiavi del peccato. 7 Perché colui che è morto è stato assolto dal suo peccato». (Romani 6:1-7)

Gli unti sono morti in riferimento al peccato e quindi con quella morte simbolica sono stati assolti dal loro peccato. Sono passati dalla morte alla vita. Nota che questa scrittura parla al presente.

“Inoltre ci ha risuscitati insieme e ci ha fatti sedere insieme nei luoghi celesti uniti a Cristo Gesù” (Efesini 2:6)

Geoffrey vorrebbe farci credere che gli ingiusti che ritornano nella seconda risurrezione non devono rispondere dei loro peccati. L'uomo legge solo le Scritture citate nella Torre di Guardia? Non si è mai seduto a leggere la Bibbia da solo. Se lo facesse, incontrerebbe questo:

“Io vi dico che gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio per ogni parola inutile che pronunceranno; poiché in base alle tue parole sarai dichiarato giusto, e in base alle tue parole sarai condannato”» (Matteo 12:36, 37)

Gesù non si aspetta che crediamo che un assassino o uno stupratore risorto non dovrà rispondere dei suoi peccati? Che non dovrà pentirsi di loro e, soprattutto, farlo con coloro che ha ferito. Se non può pentirsi, quale salvezza ci sarà per lui?

Vedete come uno studio superficiale delle Scritture può prendere in giro gli uomini?

Quello che forse stai iniziando ad apprezzare ora è il livello incredibilmente basso di borse di studio che proviene dal personale di insegnamento, scrittura e ricerca della Watch Tower Corporation. In effetti, penso di fare un disservizio alla parola "borsa di studio" anche solo per usarla in questo contesto. Ciò che verrà dopo lo confermerà.

Geoffrey: Anche uomini fedeli come Noè, Samuele, Davide e Daniele dovranno conoscere il sacrificio di Cristo ed esercitare fede in esso.

Eric: Mi chiedo se qualcuno al quartier generale legge davvero la Bibbia? Sembrerebbe che tutto ciò che facciano sia cercare vecchie pubblicazioni della Torre di Guardia e poi scegliere i versetti dagli articoli. Se leggi l'11th capitolo di Ebrei, leggerai di donne e uomini fedeli, come Noè, Daniele, Davide e Samuele che

“. . .i regni sconfitti, realizzarono la giustizia, ottennero promesse, tapparono le bocche dei leoni, estinsero la forza del fuoco, sfuggirono al filo della spada, da uno stato debole furono resi potenti, divennero potenti in guerra, sbaragliarono eserciti invasori. Le donne ricevettero i loro morti per risurrezione, ma altri uomini furono torturati perché non avrebbero accettato la liberazione con un riscatto, in modo da poter ottenere una migliore risurrezione. Sì, altri ricevettero il loro processo con scherni e flagelli, anzi, più ancora, con catene e prigioni. Furono lapidati, furono processati, furono segati in due, furono sgozzati di spada, andarono in giro in pelli di pecora, in pelli di capra, mentre erano nel bisogno, nella tribolazione, maltrattati; e il mondo non era degno di loro. . . .” (Ebrei 11:33-38)

Si noti che si conclude con la dichiarazione ispiratrice: "e il mondo non era degno di loro". Jackson vorrebbe farci credere che lui e le sue coorti, figure torreggianti come Anthony Morris, Stephen Lett, Gerrit Losch e David Splane sono quelli che sono degni di ottenere la vita eterna per governare come re e sacerdoti con Gesù, mentre questi uomini fedeli di i vecchi devono ancora tornare e dimostrare la loro fedeltà in mille anni di vita, vivendo ancora in uno stato di peccato. E quello che mi stupisce è che possano dire tutto questo con una faccia seria.

E cosa significa che quegli uomini e quelle donne fedeli fecero tutto questo per «ottenere una migliore risurrezione»? Le due classi di cui parla Jackson sono praticamente identiche. Entrambi devono vivere come peccatori ed entrambi devono raggiungere la vita solo dopo mille anni. L'unica differenza è che il gruppo uno ha un po' di vantaggio sull'altro. Veramente? Questo è ciò per cui si battevano uomini fedeli come Mosè, Daniele ed Ezequiele? Un po' di vantaggio?

Non ci sono scuse per qualcuno che afferma di essere un leader religioso per milioni di persone per aver perso il significato di quei versetti in Ebrei che si concludono dicendo:

Eppure tutti costoro, pur avendo ricevuto una testimonianza favorevole a motivo della loro fede, non hanno ottenuto il compimento della promessa, perché Dio aveva previsto per noi qualcosa di meglio, affinché potrebbero non essere resi perfetti a parte noi.” (Ebrei 11:39, 40)

Se i cristiani unti sono resi perfetti dalle prove e dalle tribolazioni che attraversano, e non sono resi perfetti a parte quei servitori di Dio precristiani, ciò non indica che sono tutti nello stesso gruppo come parte della prima risurrezione?

Se Jackson e il Corpo Direttivo non lo sanno, allora dovrebbero dimettersi da insegnanti della parola di Dio, e se lo sanno e hanno scelto di nascondere questa verità ai loro seguaci, allora... beh, lo lascerò nelle mani del giudice di tutta l'umanità.

Jackson ora passa a Daniele 12 e cerca di trovare supporto per la sua piattaforma teologica nel versetto 2.

«Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si sveglieranno, alcuni per la vita eterna, altri per il disonore e il disprezzo eterno.» — (Daniele 12:2)

Ti piacerà il gioco di parole che usa dopo.

Geoffrey: Ma cosa significa quando nel versetto 2 si menziona che alcuni saranno elevati alla vita eterna e altri al disprezzo eterno? Cosa significa davvero? Ebbene, quando notiamo che notiamo che questo è un po' diverso da ciò che Gesù disse in Giovanni capitolo 5. Parlò di vita e giudizio, ma ora qui si parla di vita eterna e di disprezzo eterno.

Eric: Cerchiamo di essere chiari su qualcosa. L'intero capitolo di Daniele 12 riguarda gli ultimi giorni del sistema di cose ebraico. Ho fatto un video su quello chiamato "Learning to Fish" che insegna allo spettatore esegesi come metodologia di studio della Bibbia superiore. L'organizzazione non usa l'esegesi, perché non può sostenere i suoi insegnamenti unici in questo modo. Finora hanno applicato Daniele 12 ai nostri giorni, ma ora Jackson sta creando “nuova luce” e la applica al nuovo mondo. Questo mina l'insegnamento del 1914, ma lo lascerò per il prossimo video.

Quando leggi Gesù che dice che il primo gruppo sta tornando in una risurrezione di vita, cosa capisci che significa?

Quando Gesù disse in Matteo 7:14 che “stretta è la porta e angusta la strada che conduce alla vita, e pochi la trovano”, non stava parlando della vita eterna? Certo, lo era. E quando disse: «Se il tuo occhio ti fa inciampare, strappalo e gettalo via da te; è meglio per te entrare con un occhio solo nella vita che essere gettato con due occhi nella Geenna infuocata”. (Matteo 18:9, NWT) Non stava parlando della vita eterna. Certo, altrimenti non avrebbe senso. E quando Giovanni si riferisce a Gesù e dice: «per mezzo di lui era la vita, e la vita era la luce degli uomini». (Giovanni 1:4, NWT) Giovanni non stava parlando della vita eterna? Cos'altro ha senso?

Ma Geoffrey non può farci pensare in questo modo, altrimenti la sua dottrina cade in faccia. Quindi sceglie una scrittura da Daniele che non ha nulla a che fare con il Nuovo Mondo e afferma che poiché lì dice "vita eterna", allora 600 anni dopo, quando Gesù parlò della risurrezione alla vita, e non menzionò l'eternità , non intendeva eterno.

Trattano davvero i loro seguaci come persone stupide prive di qualsiasi capacità di ragionamento. In realtà è offensivo, vero?

Miei compagni cristiani, ci sono solo due risurrezioni. Questo video è già abbastanza lungo, quindi lascia che ti dia solo uno schizzo in miniatura. Tratterò tutto questo in dettaglio nella serie “Saving Humanity” che sto attualmente producendo, ma ci vuole tempo.

Cristo è venuto a radunare coloro che sovrintenderanno a un'amministrazione celeste composta da esseri umani unti con lo spirito che regneranno con lui come re e agiranno come sacerdoti per la riconciliazione dell'umanità. Questa è la prima resurrezione alla vita immortale. La seconda risurrezione consiste in tutti gli altri. Questa è la risurrezione degli ingiusti che torneranno in vita sulla terra durante i 1000 anni di regno di Cristo. Saranno curati dai re e dai sacerdoti che sono rappresentati dal numero simbolico di 144,000, ma che costituiscono una Grande Folla che nessun uomo può contare tra tutte le tribù, i popoli, le nazioni e le lingue. Questa grande folla regnerà sulla terra, non da lontano nel cielo, perché la tenda di Dio scenderà sulla terra, scenderà la nuova Gerusalemme e le nazioni ingiuste saranno guarite dal peccato.

Per quanto riguarda Armageddon, ovviamente ci saranno sopravvissuti, ma non saranno limitati ai membri di nessuna particolare setta religiosa. Per prima cosa, la religione sarà abolita prima di Armaghedon, perché il giudizio inizia con la casa di Dio. Geova Dio promise a Noè e tramite lui al resto di noi che non avrebbe mai più distrutto tutta la carne umana come aveva fatto una volta nel diluvio. I sopravvissuti ad Armaghedon saranno ingiusti. Saranno raggiunti da quelli risuscitati da Gesù come parte della seconda risurrezione degli ingiusti. Tutti avranno quindi l'opportunità di riconciliarsi nella famiglia di Dio e di beneficiare del vivere sotto il regno messianico di Cristo. Per questo seleziona i figli di Dio e crea questa amministrazione. È per quello scopo.

Alla fine dei mille anni, la terra sarà piena di esseri umani senza peccato e la morte che abbiamo ereditato da Adamo non ci sarà più. Tuttavia, gli esseri umani allora sulla terra non saranno stati messi alla prova come fu messo alla prova Gesù. Gesù, ei suoi unti seguaci che costituiranno la prima risurrezione, avranno tutti imparato l'obbedienza e saranno stati resi perfetti dalla tribolazione che hanno subito. Questo non sarebbe stato il caso dei sopravvissuti ad Armaghedon né degli ingiusti risuscitati. Ecco perché il diavolo sarà rilasciato. Molti lo seguiranno. La Bibbia dice che saranno così numerosi da essere come la sabbia del mare. Probabilmente ci vorrà del tempo prima che accada. Tuttavia, alla fine molti di loro saranno distrutti per sempre insieme a Satana e ai suoi demoni, e quindi l'umanità riprenderà finalmente il corso su cui Dio ci ha imposto quando ha creato Adamo ed Eva per la prima volta. Quale sarà quel corso possiamo solo immaginare.

Ancora una volta, come ho già detto, sto lavorando a una serie di video intitolata Saving Humanity in cui fornirò tutte le scritture rilevanti per supportare questo piccolo riassunto.

Per ora, possiamo trovare una verità di base. Sì, ci sono due resurrezioni. Giovanni 5:29 si riferisce alla prima risurrezione dei figli di Dio alla vita spirituale celeste e alla seconda risurrezione degli ingiusti alla vita terrena e a un periodo di giudizio dopo il quale possono raggiungere la vita umana senza peccato sulla terra.

Se sei un membro tinto nella lana della classe delle altre pecore come definita dai Testimoni di Geova e non vuoi prendere parte alla prima risurrezione, fatti coraggio, con ogni probabilità tornerai comunque in una risurrezione terrena. Semplicemente non sarà come qualcuno dichiarato giusto da Dio.

Quanto a me, sto cercando una migliore risurrezione e consiglio di farlo anche a te. Nessuno corre sperando di vincere solo il premio di consolazione. Come disse Paolo: “Non sai che i corridori in una corsa corrono tutti, ma solo uno riceve il premio? Corri in modo tale che tu possa raggiungerlo”. (1 Corinzi 6:24, Traduzione del Nuovo Mondo)

Grazie per il tuo tempo e per aver ascoltato questo video insolitamente lungo e grazie per il tuo supporto.

 

Meleti Vivlon

Articolo di Meleti Vivlon.
    73
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x