Ancora una volta, i Testimoni di Geova bloccano il tuo approccio a Dio come Padre.

Se, per caso, avete seguito la mia serie di video sulla Trinità, saprete che la mia principale preoccupazione per la dottrina è che essa ostacola una corretta relazione tra noi come figli di Dio e il nostro Padre celeste distorcendo la nostra comprensione di la natura di Dio. Ad esempio, ci insegna che Gesù è Dio Onnipotente, e sappiamo che Dio Onnipotente è nostro Padre, quindi Gesù è nostro Padre, ma non lo è, perché si riferisce ai Figli di Dio come suoi fratelli. E lo Spirito Santo è anche Dio Onnipotente, e Dio è nostro Padre, ma lo Spirito Santo non è nostro Padre né nostro fratello, ma nostro aiuto. Ora posso capire Dio come mio Padre, e Gesù come mio fratello e lo spirito santo come mio aiuto, ma se Dio è mio Padre e Gesù è Dio, allora Gesù è mio Padre, e così è lo spirito santo. Non ha senso. Perché Dio dovrebbe usare la relazione umana perfettamente comprensibile e riconoscibile come quella tra padre e figlio per spiegare se stesso, e poi rovinare tutto? Voglio dire, un padre vuole essere conosciuto dai suoi figli, perché vuole essere amato da loro. Sicuramente Yahweh Dio, nella sua infinita saggezza, può trovare il modo di spiegarsi nei termini che noi semplici esseri umani possiamo capire. Ma la Trinità genera confusione e offusca la nostra comprensione di chi sia veramente Dio Onnipotente.

Tutto ciò che inibisce o perverte la nostra relazione con Dio come nostro Padre diventa un attacco allo sviluppo del seme che era stato promesso nell'Eden, il seme che avrebbe schiacciato il serpente nella testa. Quando il numero completo dei figli di Dio è completo, il regno di Satana giunge alla fine, e anche la sua fine letterale non è lontana, e così fa tutto il possibile per impedire l'adempimento di Genesi 3:15.

“E porrò inimicizia tra te e la donna e tra la tua prole e la sua progenie. Ti schiaccerà la testa e tu lo colpirai al calcagno. "" (Genesi 3:15)

Quel seme o progenie è centrato su Gesù, ma Gesù ora è fuori dalla sua portata, quindi si concentra su coloro che sono rimasti, i Figli di Dio.

Non c'è né ebreo né greco, schiavo né libero, maschio né femmina, perché tutti voi siete uno in Cristo Gesù. E se appartieni a Cristo, allora sei progenie ed eredi di Abramo secondo la promessa. (Galati 3:28, 29)

"E il drago si adirò con la donna, e partì per fare guerra ai rimanenti della sua discendenza, che osservano i comandamenti di Dio e hanno l'opera di rendere testimonianza a Gesù". (Apocalisse 12:17)

Nonostante tutte le loro mancanze, gli Studenti Biblici nel 19th secolo si erano liberati dai falsi insegnamenti della Trinità e del Fuoco dell'Inferno. Fortunatamente per il diavolo, ma sfortunatamente per gli 8.5 milioni di testimoni di Geova nel mondo oggi, ha trovato un altro modo per interrompere la vera relazione cristiana con il Padre. JF Rutherford assunse il controllo della casa editrice Watch Tower nel 1917 e presto promosse il proprio marchio di falsi insegnamenti; forse la peggiore delle quali era la dottrina del 1934 delle Altre pecore di Giovanni 10:16 come classe secondaria di cristiani non unti. A questi era proibito prendere gli emblemi e non dovevano considerarsi figli di Dio, ma solo suoi amici e non avevano alcun rapporto di patto con Dio (nessuna unzione dello spirito santo) tramite Cristo Gesù.

Questa dottrina crea una serie di problemi per il comitato di insegnamento dell'organizzazione in quanto non c'è supporto per Dio che chiama i cristiani suoi "amici" nelle scritture cristiane. Tutto, dai vangeli fino all'Apocalisse a Giovanni, parla di una relazione padre/figlio tra Dio ei discepoli di Gesù. Dov'è una scrittura in cui Dio chiama i cristiani suoi amici? L'unico che chiamò amico in modo specifico era Abraamo e non era cristiano ma ebreo secondo il Patto della Legge mosaica.

Per mostrare quanto può diventare ridicolo quando il comitato di scrittura della sede centrale della Torre di Guardia cerca di intromettersi nella dottrina degli "Amici di Dio", vi do il numero di luglio 2022 di la Torre di Guardia. A pagina 20 arriviamo all'articolo di studio 31 “Fai tesoro del tuo privilegio di preghiera”. Il testo tematico è tratto dal Salmo 141, 2 e recita: “Possa la mia preghiera essere come incenso preparato davanti a te”.

Nel paragrafo 2 dello studio, ci viene detto che "il riferimento di David all'incenso suggerisce che volesse riflettere attentamente su ciò che stava per dire a suo Padre celeste. "

Ecco la preghiera completa resa nella Traduzione del Nuovo Mondo.

O Geova, ti chiamo.
Vieni presto ad aiutarmi.
Presta attenzione quando ti chiamo.
2 Possa la mia preghiera essere come incenso preparato davanti a te,
Le mie mani alzate come l'oblazione serale.
3 Metti una guardia per la mia bocca, O Geova,
Tieni d'occhio la porta delle mie labbra.
4 Non lasciare che il mio cuore inclini a nulla di male,
Condividere azioni vili con uomini malvagi;
Possa io non banchettare mai con le loro prelibatezze.
5 Se il giusto mi colpisse, sarebbe un atto di amore leale;
Se dovesse rimproverarmi, sarebbe come olio sulla mia testa,
Che la mia testa non rifiuterebbe mai.
La mia preghiera continuerà anche durante le loro calamità.
6 Anche se i loro giudici sono stati gettati giù dalla rupe,
La gente presterà attenzione alle mie parole, perché sono piacevoli.
7 Proprio come quando qualcuno ara e dissoda la terra,
Così le nostre ossa sono state sparse alla foce della Tomba.
8 Ma i miei occhi guardano a te, O Sovrano Signore Geova.
In te mi sono rifugiato.
Non portarmi via la vita.
9 Proteggimi dalle fauci della trappola che mi hanno teso,
Dalle insidie ​​dei malfattori.
10 Gli empi cadranno tutti insieme nelle loro reti
Mentre passo sicuro.
(Salmo 141: 1-10)

Vedi la parola "Padre" da qualche parte? Davide si riferisce a Dio per nome tre volte in questa breve preghiera, ma mai una volta lo prega chiamandolo “Padre”. (A proposito, la parola “Sovrano” non compare nell'ebraico originale). Perché Davide non fa riferimento a Geova Dio come suo Padre personale in nessuno dei suoi Salmi? Potrebbe essere perché i mezzi affinché gli esseri umani diventino figli adottivi di Dio non fossero ancora arrivati? Quella porta è stata aperta da Gesù. Giovanni ci dice:

“Tuttavia, a tutti quelli che l'hanno ricevuto, ha dato autorità di diventare figli di Dio, perché esercitavano fede nel suo nome. E sono nati non dal sangue o da volontà carnale o da volontà umana, ma da Dio». (Giovanni 1:12, 13)

Ma l'autore dell'articolo di studio della Torre di Guardia rimane beatamente ignorante di questo fatto e vuole farci credere che "il riferimento di David all'incenso suggerisce che volesse riflettere attentamente su ciò che stava per dire a suo Padre celeste. "

Allora qual è il problema? Sto facendo una montagna da un cumulo di talpe? Sopportami. Ricorda, stiamo parlando di come l'organizzazione, consapevolmente o inconsapevolmente, impedisce ai Testimoni di avere una corretta relazione familiare con Dio. Una relazione, potrei aggiungere, è essenziale per la salvezza dei figli di Dio. Veniamo quindi al paragrafo 3.

“Quando preghiamo Geova, dovremmo evitare di esserlo eccessivamente familiare. Preghiamo invece con un atteggiamento di profondo rispetto”.

Che cosa? Come se un bambino non dovrebbe avere troppa familiarità con suo padre? Non vuoi familiarizzare eccessivamente con il tuo capo. Non vuoi familiarizzare eccessivamente con il leader del tuo paese. Non vuoi familiarizzare eccessivamente con il re. Ma tuo padre? Vedi, vogliono che tu pensi a Dio come padre solo in un modo molto formale, come un titolo. Come un cattolico potrebbe chiamare padre il suo prete. È un formalismo. Quello che l'organizzazione vuole veramente è che tu temi Dio come faresti con un re. Nota cosa hanno da dire al paragrafo 3 dell'articolo:

Pensa alle straordinarie visioni che ricevettero Isaia, Ezechiele, Daniele e Giovanni. Queste visioni differiscono l'una dall'altra, ma hanno qualcosa in comune. Rappresentano tutti Geova come un Re maestoso. Isaia “vide Geova seduto su un trono elevato ed elevato”. (Isa. 6: 1-3) Ezechiele vide Geova seduto sul suo carro celeste, [In realtà non si parla di carro, ma questo è un altro argomento per un altro giorno] circondato da “uno splendore . . . come quello di un arcobaleno”. (Ezec. 1:26-28) Daniele vide “l'Antico dei Giorni” vestito di vesti bianche, con fiamme di fuoco che uscivano dal Suo trono. (Dan. 7:9, 10) E Giovanni vide Geova seduto su un trono circondato da qualcosa come un bellissimo arcobaleno verde smeraldo. (Riv. 4:2-4) Mentre riflettiamo sull'incomparabile gloria di Geova, ci viene ricordato l'incredibile privilegio di avvicinarlo in preghiera e l'importanza di farlo con riverenza.

Ovviamente veneriamo Dio e abbiamo un profondo rispetto per lui, ma diresti a un bambino che quando parla con suo padre, non dovrebbe essere eccessivamente familiare? Geova Dio vuole che lo consideriamo innanzitutto come il nostro sovrano sovrano o come il nostro caro padre? Hmm... Vediamo:

"Abba, padre, tutte le cose ti sono possibili; togli da me questo calice. Eppure non quello che voglio io, ma quello che vuoi tu”» (Mc 14)

“Poiché non avete ricevuto uno spirito di schiavitù che faccia di nuovo paura, ma avete ricevuto uno spirito di adozione a figli, per mezzo del quale gridiamo: “Abba, padre!16 Lo spirito stesso testimonia con il nostro spirito che siamo figli di Dio». (Romani 8:15, 16)

“Ora, poiché siete figli, Dio ha mandato lo spirito di suo Figlio nei nostri cuori ed esso grida: “Abba, padre!7 Tu dunque non sei più schiavo, ma figlio; e se figlio, anche erede per mezzo di Dio». (Galati 4:6, 7)

Abba è una parola aramaica di intimità. Potrebbe essere tradotto come Papà or Papà.  Vedete, il Corpo Direttivo ha bisogno di sostenere la loro idea che Geova è il re universale (il sovrano universale) e le altre pecore sono solo sue amiche, nella migliore delle ipotesi, e saranno sudditi del regno, e potrebbero, forse, se sono molto leali al Corpo Direttivo, potrebbero semplicemente arrivare fino in fondo per essere effettivamente figli di Dio alla fine del regno millenario di Cristo. Quindi dicono al loro popolo di non avere troppa familiarità con Geova quando lo prega. Si rendono conto che la parola “familiare” è collegata alla parola “famiglia”? E chi c'è in famiglia? Gli amici? No! Figli? Sì.

Nel paragrafo 4 indicano la preghiera modello in cui Gesù ci ha insegnato a pregare. La domanda per il paragrafo è:

  1. Cosa impariamo dal parole di apertura della preghiera modello che si trova in Matteo 6:9, 10?

Quindi il paragrafo inizia con:

4 Leggi Matteo 6:9, 10.

Ok, facciamo così:

““Dovete dunque pregare così: “'Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. 10 Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra». (Matteo 6:9, 10)

Va bene, prima di andare oltre, rispondi alla domanda per il paragrafo: 4. Cosa impariamo dal parole di apertura della preghiera modello che si trova in Matteo 6:9, 10?

Le parole di apertura sono "Padre nostro che sei nei cieli..." Cosa impari da questo? Non so voi, ma mi sembra abbastanza ovvio che Gesù stia dicendo ai suoi discepoli di considerare Geova come il loro Padre. Voglio dire, se così non fosse, avrebbe detto: "Il nostro Sovrano Signore nei cieli" o "Il nostro buon amico nel cielo".

Cosa si aspetta la Watchtower che rispondiamo? Lettura dal paragrafo:

4 Leggi Matteo 6:9, 10. Nel Discorso della Montagna, Gesù insegnò ai suoi discepoli come pregare in un modo che piace a Dio. Dopo aver detto “devi dunque pregare in questo modo”, Gesù menzionò per la prima volta questioni importanti che sono direttamente collegate al proposito di Geova: la santificazione del Suo nome; la venuta del Regno, che distruggerà tutti gli oppositori di Dio; e le future benedizioni che Egli ha in mente per la terra e per l'umanità. Includendo tali questioni nelle nostre preghiere, dimostriamo che la volontà di Dio è importante per noi.

Vedete, ignorano completamente il primo e più importante elemento. I cristiani devono considerarsi figli di Dio. Non è notevole? Figli di Dio!!! Ma concentrarsi troppo su questo fatto è scomodo per un gruppo di uomini che spinge il falso insegnamento che il 99.9% del loro gregge può solo aspirare ad essere amico di Dio in questo momento. Vedete, devono spingere quell'errore perché calcolano il numero dei figli di Dio come solo 144,000 perché interpretano il numero di Apocalisse 7:4 come letterale. Che prova hanno che sia letterale? Nessuno. È pura speculazione. Bene, c'è un modo per usare le Scritture per dimostrare che si sbagliano. Hmm, vediamo.

“Dimmi, tu che vuoi essere sotto la legge, non ascolti la legge? Per esempio è scritto che Abramo ebbe due figli, uno dalla serva e uno dalla donna libera; ma l'uno dalla serva nacque proprio per discendenza naturale e l'altro dalla donna libera per promessa. Queste cose possono essere prese come un dramma simbolico; [Ooh, qui abbiamo un antitipo applicato nelle scritture. L'Organizzazione ama i suoi antitipi, e questo è reale. Ribadiamo che:] Queste cose possono essere prese come un dramma simbolico; poiché queste donne significano due alleanze, quella del monte Sinai, che partorisce figli come schiavi e che è Agar. Ora Agar significa Sinai, un monte in Arabia, e oggi corrisponde alla Gerusalemme, perché è schiava con i suoi figli. Ma la Gerusalemme di sopra è libera, ed è nostra madre». (Galati 4:21-26)

Allora qual è il punto? Stiamo cercando la prova che il numero degli unti non è limitato a 144,000 letterali, ma che il numero in Apocalisse 7:4 è simbolico. Per determinarlo, dobbiamo prima capire a quali due gruppi si riferisce l'apostolo Paolo. Ricordate, questo è un antitipo profetico, o come lo chiama Paolo, un dramma profetico. In quanto tale, sta facendo un punto drammatico, non letterale. Sta dicendo che i discendenti di Agar sono gli israeliti dei suoi giorni concentrati intorno alla loro capitale, Gerusalemme, e adoravano Geova nel loro grande tempio. Ma naturalmente gli israeliti non discendevano letteralmente da Agar, la schiava e concubina di Abraamo. Geneticamente discendevano da Sarah, la donna sterile. Il punto che Paolo sta sottolineando è che in senso spirituale, o simbolico, gli ebrei discendevano da Agar, perché erano "figli della schiavitù". Non erano liberi, ma condannati dalla legge di Mosè che nessun uomo poteva osservare perfettamente, tranne, naturalmente, nostro Signore Gesù. D'altra parte, i cristiani, siano essi ebrei per discendenza o provenienti dalle nazioni gentili come erano i Galati, discendevano spiritualmente dalla donna libera, Sara, che partorì per miracolo di Dio. I cristiani sono quindi figli della libertà. Quindi, parlando dei figli di Agar, la “serva”, Paolo intende gli israeliti. Quando parla dei figli della donna libera, Sarah, intende i cristiani unti. Ciò che i Testimoni chiamano, i 144,000. Ora, prima di andare oltre, vorrei farti una domanda: quanti ebrei c'erano al tempo di Cristo? Quanti milioni di ebrei vissero e morirono nell'arco di 1,600 anni dal tempo di Mosè alla distruzione di Gerusalemme nel 70 EV?

Bene. Ora siamo pronti per leggere i prossimi due versetti:

“Poiché sta scritto: “Rallegrati, donna sterile che non partorisci; scoppia in grida di gioia, donna che non hai dolori di parto; poiché i figli della donna desolata sono più numerosi di quelli di colei che ha il marito.«Ora voi, fratelli, siete figli della promessa come lo fu Isacco». (Galati 4:27, 28)

I figli della donna desolata, Sara, la donna libera, sono più numerosi dei figli della schiava. Come potrebbe essere vero se quel numero è limitato a soli 144,000? Quel numero deve essere simbolico, altrimenti abbiamo una contraddizione nella Scrittura. O crediamo alla parola di Dio o alla parola del Corpo Direttivo.

“. . .Ma si trovi Dio vero, anche se ogni uomo fosse trovato bugiardo. . .” (Romani 3:4)

Il Corpo Direttivo ha inchiodato i suoi colori all'albero maestro continuando ad aggrapparsi all'assurdo insegnamento di Rutherford che solo 144,000 saranno scelti per regnare con Gesù. Un insegnamento sciocco ne genera un altro e un altro, quindi ora abbiamo milioni di cristiani che rifiutano volentieri l'offerta di salvezza che viene accettando il sangue e la carne di Cristo come rappresentati dagli emblemi. Eppure, qui troviamo prove concrete che il numero 144,000 non può essere letterale, non se avremo una Bibbia che non si contraddice. Naturalmente, lo ignorano e devono perpetuare l'insegnamento non scritturale che Gesù non è il mediatore delle altre pecore. Dicono al loro gregge di pensare a Geova come al loro re e sovrano. Giusto per confondere il gregge, si riferiranno anche a Geova come padre, contraddicendosi nel frattempo dicendo che è solo un amico delle altre pecore. Il testimone di Geova medio è così indottrinato che non è nemmeno consapevole di questa contraddizione che la loro fede in Geova come amico annulla qualsiasi pensiero su di lui come loro padre. Non sono suoi figli, ma lo chiamano Padre. Come può essere?

Quindi ora abbiamo una direzione - non ti piace quella parola - "direzione" - una parola così grande di JW. Davvero un eufemismo: una direzione. Non comandi, non ordini, semplicemente direzione. Direzione gentile. Come se stessi fermando la macchina, e abbassando il finestrino, e chiedendo a una persona del posto le indicazioni per arrivare dove stai andando. Solo che queste non sono indicazioni. Sono comandi, e se non li obbedisci, se vai contro di loro, verrai cacciato dall'Organizzazione. Quindi ora abbiamo indicazioni per non familiarizzare con Dio nella preghiera.

Che si vergognino. Che si vergognino!

Dovrei menzionare che il punto che ho appena condiviso con te da Galati a 4: 27,28 non è qualcosa che ho scoperto da solo, ma mi è arrivato tramite un messaggio di testo di un fratello PIMO che ho incontrato di recente. Ciò che questo illustra è che lo schiavo fedele e discreto di Matteo 24:45-47 non è un uomo né un gruppo di uomini né capi religiosi, ma il figlio medio di Dio: un cristiano mosso dallo spirito santo condivide il cibo con i suoi compagni schiavi e così ognuno di noi può svolgere un ruolo nel fornire nutrimento spirituale al momento opportuno.

Ancora una volta, grazie per guardare e per supportare questo lavoro.

Meleti Vivlon

Articolo di Meleti Vivlon.
    38
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x