Il giorno dopo che la Corte suprema russa annunciò il divieto dei testimoni di Geova, JW Broadcasting uscì con questo video, ovviamente preparato con largo anticipo. Quando ha spiegato cosa significa il divieto, Stephen Lett del Corpo Direttivo non ha parlato della tribolazione che questo porterà sui 175,000 Testimoni in tutta la Russia sotto forma di molestie da parte della polizia, multe, arresti e persino pene detentive. Non ha parlato dell'impatto negativo che questa decisione potrebbe avere sulla predicazione della Buona Novella come la intendono i testimoni di Geova. In effetti, l'unica conseguenza negativa da lui evidenziata è stata la liquidazione dei beni e dei beni dell'Organizzazione che verranno stanziati dal Governo.

Dopo le parole introduttive di Lett, il video si sposta quindi in Russia per mostrare come il membro del Corpo Direttivo Mark Sanderson, insieme a un contingente inviato dalla sede centrale, abbia rafforzato la determinazione dei fratelli russi. Nel video vengono menzionate ripetutamente le lettere e le preghiere offerte dalla confraternita mondiale in amorevole sostegno dei fratelli e delle sorelle russi. Uno dei fratelli russi viene intervistato ed esprime, a nome di tutti, apprezzamento per il sostegno dei fratelli di "New York e Londra". Dall'inizio alla fine, il video sottolinea il sostegno della fratellanza mondiale e in particolare il sostegno del Corpo Direttivo a nome dei nostri fratelli russi afflitti. In particolare, assente da qualsiasi discussione che coinvolga il sostegno, il rafforzamento dei fratelli o l'incoraggiamento a perseverare è Gesù Cristo. È appena menzionato e mai in alcun ruolo come nostro leader, né come sostenitore di coloro che vengono perseguitati, né come fonte di forza e potere per sopportare le tribolazioni. In realtà, l'unica menzione significativa del nostro Signore arriva alla fine quando viene raffigurato con i suoi angeli come un vendicatore.

Sebbene siamo assolutamente contrari a qualsiasi governo che imponga divieti o restrizioni a qualsiasi religione pacifica, e mentre deploriamo l'ingiusta decisione presa dalla Corte Suprema russa, vediamo questo per quello che è. Questo non è un attacco al cristianesimo, ma piuttosto un attacco a una particolare marca di religione organizzata. Altri marchi potrebbero presto subire attacchi simili. Questa possibilità ha sollevato le preoccupazioni di persone al di fuori della fede dei testimoni di Geova.

Nel corso del video, i fratelli affermano di aver contattato funzionari di tre ambasciate in Russia, che secondo quanto riferito hanno espresso preoccupazione per la questione delle restrizioni alla libertà di religione. Non sono menzionate nel video le preoccupazioni di altre religioni nella cristianità. I Testimoni di Geova sono visti come "frutti a bassa portata", e quindi l'obiettivo più facile per un presunto governo democratico che desidera limitare la libertà religiosa, perché i Testimoni hanno poco o nessun potere politico nel mondo, e quindi hanno poco con cui combattere contro un tutto -out divieto. Sembra che la preoccupazione della Russia sia con grandi gruppi che sono fuori dal suo controllo e 175,000 Testimoni di Geova russi che obbediscono a una leadership americana come se fosse la voce di Dio che preoccupa i funzionari russi. Tuttavia, in un modo o nell'altro, lo stesso si può dire per i vari altri gruppi evangelici attivi in ​​Russia.

L' Unione di evangelici cristiani-battisti della Russia dichiara aderenti 76,000.

Secondo wikipedia:
"Protestanti in Russia costituiscono tra 0.5 e 1.5%, (cioè 700,000 - 2 milioni di aderenti) della popolazione complessiva del paese. Nel 2004, c'erano 4,435 società protestanti registrate che rappresentavano il 21% di tutte le organizzazioni religiose registrate, che è il secondo posto dopo l'Ortodossia orientale. Al contrario, nel 1992 i protestanti avrebbero avuto 510 organizzazioni in Russia.,"

La chiesa avventista sostiene i membri di 140,000 nei paesi 13 che compongono la Divisione Euro-Asia con l'45% di quel numero trovato in Ucraina.

Tutte queste chiese, insieme ai testimoni di Geova, furono bandite sotto il governo dell'Unione Sovietica. Dalla sua caduta, molti sono rientrati nel campo russo e ora vedono la loro crescita fenomenale come una prova della benedizione di Dio. Tuttavia, tutti costituiscono una minaccia per l'egemonia della Chiesa ortodossa russa.

Il video termina con le parole ispiranti di Stephen Lett che Geova sosterrà il suo popolo. Ciò che il video ritrae è uno scenario in cui Geova Dio è dietro ogni cosa, Gesù è da una parte, pronto a eseguire gli ordini di suo Padre quando viene chiamato, e il Corpo Direttivo è in prima linea e al centro che sostiene i bisogni del campo mondiale. In tutto il video, nessun Testimone ha espresso fede in Gesù Cristo, il vero leader della congregazione cristiana, né un solo Testimone esprime gratitudine a Gesù per il suo continuo sostegno durante questa crisi. Quello che abbiamo qui è un'organizzazione umana che è sotto attacco e che sta raccogliendo sostegno in nome di Dio da tutti i suoi membri. Lo abbiamo già visto nelle organizzazioni di uomini, siano esse religiose, politiche o commerciali. Le persone si uniscono quando c'è un nemico comune. Può essere commovente. Può anche essere stimolante. Ma essere attaccati non dimostra di per sé il favore di Dio.

La congregazione di Efeso fu lodata da Gesù per "aver mostrato resistenza" e per aver sopportato "per mi chiamo. ”(Ri 2: 3) Gesù elogia chi è disposto a rinunciare a“ case o fratelli o sorelle o padre o madre o figli o terre per il mio nome. " (Mt 19:29) Dice anche che saremo perseguitati e “trascinati davanti a re e governatori per il bene del [suo] nome. " (Lu 21:12) Notate che non dice che questo è per amore del nome di Geova. L'attenzione è sempre sul nome di Gesù. Questa è la posizione e l'autorità che il Padre ha investito in suo Figlio.

I testimoni di Geova non possono davvero rivendicare nulla di tutto ciò. Hanno scelto di rendere testimonianza a Geova, non a Gesù, ignorando la guida delle Scritture. Come mostra questo video, fanno una menzione scarsa e simbolica del Figlio, ma tutta la loro attenzione è rivolta agli uomini, in particolare agli uomini del Corpo Direttivo. È al Corpo Direttivo che viene resa testimonianza, non a Gesù Cristo.

Ci auguriamo che il governo russo riprenda i sensi e annulli questo divieto. Speriamo anche che non usi il suo attuale successo contro un gruppo politicamente diseredato come i Testimoni di Geova per estendere il suo divieto ad altre fedi cristiane. Questo non vuol dire che sosteniamo i vari marchi del cristianesimo organizzato all'opera nel mondo oggi. Riconosciamo piuttosto che in adempimento della parabola di Gesù del grano e della zizzania, devono esserci persone simili al grano sparse in queste fedi che, nonostante la pressione dei loro coetanei e insegnanti, si mantengono salde alla loro fede e fedeltà al Cristo . Questi hanno bisogno del nostro sostegno, proprio come hanno già il sostegno di Gesù.

Meleti Vivlon

Articolo di Meleti Vivlon.
    24
    0
    Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x